Attenzione alla Processionaria

Le belle giornate si allungano ed è bello andare al parco con il vostro amico fedele, magari sedendosi sotto un pino leggendo qualcosa mentre il vostro cane gioca e annusa tutto mentre corre libero con gli altri cani.

Ecco, purtroppo,  quello che vi ho sopra raccontato, può essere molto pericoloso, sia per voi che per il vostro “peloso”. In questa stagione possiamo incontrare l’insetto chiamato la processionaria (Thaumetopoea pityocampa).

Sono bruchi  in apparenza innocui che prendono il nome dall’abitudine di muoversi sul terreno in fila, formando una sorta di “processione”. Questi animali, da adulti si trasformano in inoffensive falene, ma nello stadio larvale possono essere pericolosi per gli esseri umani e addirittura letali per gli animali, soprattutto per i cani che hanno l’abitudine di annusare il terreno e di addentare qualsiasi cosa si muove. Il pericolo è rappresentato dai peli urticanti che ricoprono il corpo della processionaria, rilasciati nell’aria quando il bruco è in pericolo e la loro forma uncinata permette di agganciarsi alla vittima provocando reazioni cutanee, alle mucose, agli occhi e alle vie respiratorie. Le processionarie depositano le loro uova soprattutto su pini e querce e sono estremamente dannose anche per le piante che le “ospitano”. Il periodo di maggior rischio di contatto con le processionarie inizia a marzo fino alla fine di aprile.

Se il vostro cane dovesse venire in contatto con una processionaria ve ne accorgerete subito: i sintomi sono immediati. Il primo è l’improvvisa e intensa salivazione, a cui fa seguito il vomito, dopodiché la lingua si ingrossa e inizia il processo di necrosi della parte che è venuta a contatto con il bruco, con la conseguente perdita di porzioni di lingua. Il cane inoltre mostra evidenti segni di debolezza, rifiuta il cibo e potrebbe avere sintomi febbrili. Le conseguenze potrebbero essere anche fatali, specie se il contatto è stato prolungato, pertanto è necessario agire con la massima tempestività, portando subito il cane dal veterinario e rimuovendo i peli residui lavando la bocca dell’animale con acqua e bicarbonato.

La disinfestazione dei bruchi di processionaria in Italia è obbligatoria dal 2008, con l’entrata in vigore di un decreto ministeriale ad hoc. In questa stagione dunque è consigliabile stare alla larga da pini e querce durante le passeggiate. Se si lascia il cane libero in un parco, senza controllarlo costantemente, un’altra forma di prevenzione (per quanto sgradita al tuo animale) è fargli indossare la museruola.

La processionaria costituisce un pericolo anche per gli esseri umani, i peli urticanti possono facilmente disperdersi anche nell’aria. Se vengono a contatto con la pelle possono scatenare reazioni epidermiche e reazioni allergiche, in caso di inalazione causare reazioni infiammatorie locali, pericolose per i soggetti più sensibili.

Per qualsiasi chiarimento o informazione scriveteci! info@firenzespettacolo.it

Nella stessa categoria:

martedì 04 aprile 2017

Imballo per Imago

mercoledì 01 marzo 2017

Benvenuti in Paradiso!

Firenze Spettacolo

Firenze Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055 212911 - Fax 055 2776309
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

bolognaspettacolo.it