HARRY’S BAR, la Storia

Un libro racconta vicende e “ricette” del celebre locale sul Lungarno.

Sessant'anni di storia del celebre American bar fiorentino e molto altro nel libro scritto a quattro mani da Alessandro Querci e Roberto Focardi (direttore dell’Harry’s Bar), partendo dalla storia di coloro che hanno creato il locale e incrociandola con altri famosi “cugini” nel mondo. Un locale, quello sul Lungarno fiorentino, che ha incantato generazioni di stranieri e connazionali. Scorre in parallelo la storia dei grandi alberghi internazionali, dei più noti American bar, della moda dell’aperitivo e dell’happy hour. Alcune curiosità: si racconta una versione alternativa all’origine di cocktail come il Negroni e il Bellini, documentando come l’Harry’s fiorentino sia l’unico vero discendente dall’originale veneziano e che l’Harry’s parigino, nato nel 1911, non sia affatto quello originale. 
Oggi Harry’s Bar Firenze, con la proprietà della Famiglia Bechi e sotto la guida del direttore Focardi, si conferma un luogo molto accogliente, elegante, discreto. Un mito sempre vivo tra i fiorentini, con imprenditori affezionati allo stesso tavolo, famiglie che si riuniscono la domenica, ma anche giovani che tra le eleganti boiseries del piano superiore festeggiano fino a notte fonda, tra le note del piano bar e i cocktail del bar manager pluripremiato, il trentacinquenne livornese, Thomas Martini, uno che ha davvero il destino nel nome. Stile inconfondibile, qualità di livello internazionale eseguita alla perfezione. I “must” sono il Bellini, il Martini, il Negroni, e c’è grande richiesta di Manhattan, Old Fashioned, Bullshot. E qualche innovazione: coppe e versatori, come il mug per il Moscow Mule o la doppia coppa in metallo del Martini. O i Gin Tonic aromatizzati, i prodotti toscani, tra vodka e gin, gli sciroppi alla rosa, alla frutta.


Dalla cucina un menù di piatti inossidabile, rinfrescato dalla cura delle materie prime, un’attenzione maniacale agli ingredienti.  I tortellini al ragout arrivano da Parma, da Orlandini, realizzati con 12 uova per ogni chilo di farina, mentre il ragout, da carne selezionata di manzo e maiale, cuoce a fuoco basso e lento per otto-nove ore. I salumi sono prodotti da artigiani toscani. Il curry aromatico per il riso una miscela di polveri selezionate.

Harry’s Bar - L.no Vespucci 22/R - 50123 Firenze – 0552396700 -  info@harrysbarfirenze.it  - www.harrysbarfirenze.it

 

Nella stessa categoria:

mercoledì 15 febbraio 2017

Cena con vista

martedì 18 aprile 2017

Fusion Bar & Restaurant

Firenze Spettacolo

Firenze Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055 212911 - Fax 055 2776309
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

bolognaspettacolo.it