Intervista: Federico Gordini presenta la nuova Milano Wine Week

Una nuova ambiziosa manifestazione debutta nella capitale lombarda dal 7 al 14 ottobre.

Intervista con il Presidente di Milano Wine Week.

    •    Come si caratterizza MWW nell’ambito delle numerose e crescenti manifestazioni dedicate al mondo del vino in Italia?

Con questo progetto intendiamo raccogliere la sfida ambiziosa di realizzare un grande contenitore dedicato al mondo del vino che entri a pieno titolo nel calendario delle grandi settimane tematiche milanesi, dalla moda al design al food, con l’obiettivo negli anni di replicarne il successo, coinvolgendo la città su tutti i livelli. Per selezionare gli appuntamenti inseriti nel palinsesto ufficiale della manifestazione abbiamo deciso di utilizzare un criterio selettivo molto forte, scegliendo esclusivamente quelli più qualitativi e, soprattutto, ispirati a un consumo consapevole e a un approccio culturale nei confronti del mondo del vino.

    •    Come e dove si svolgerà la manifestazione?

Il programma si caratterizzerà per una serie di iniziative storiche affiancate ad altre create ad hoc per questo “numero zero” del format e che, tutte insieme, concorrono a costruire un calendario di eventi molto ricco e autorevole. Cuore pulsante della settimana tutta dedicata al vino sarà Palazzo Bovara, in Corso Venezia 51, nelle cui prestigiose sale si alterneranno degustazioni, masterclass, workshop, presentazioni e serate.
Milano Wine Week è organizzata in partnership con EPAM – FIPE (Associazione Provinciale Milanese Pubblici Esercizi), l’organizzazione di rappresentanza delle imprese di pubblico esercizio della città di Milano e della Provincia, in collaborazione con Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza. Di qui anche il coinvolgimento attivo nella manifestazione di numerosissime attività di ristorazione e somministrazione e di tutto il mondo delle enoteche e dei wine bar con molteplici iniziative che interesseranno l’intera città. Un’offerta che darà la possibilità al pubblico di vivere esperienze di diversa intensità: dall’offerta di piatti abbinati a vini al calice che proporranno molti ristoranti nel corso della settimana a momenti di degustazione guidata nei wine bar ad appuntamenti da veri intenditori, come i 10 eletti che parteciperanno all’antologica cena “Leggenda Borgogna” da Enrico Bartolini al Mudec o i 10 che parteciperanno a una straordinaria cena con verticale di Masseto all’Armani Hotel, appuntamenti inseriti nel circuito “Once Upon a Wine” che raduna gli eventi di Wine Week realizzati con alcuni dei principali interlocutori dell’alta ristorazione milanese, prodotto in collaborazione con WineTip.

    •    Quante aziende vinicole partecipano e come sono disposte durante la settimana?

Al momento abbiamo a bordo circa 15 aziende vinicole tra consorzi e singole cantine. Va segnalato in particolare il contributo di 6 tra i più importanti player del vino italiano che rappresentano alcuni dei territori vinicoli più importanti d’Italia e che sono divenuti i “founding supporters” della manifestazione: Guido Berlucchi, Cantine Ferrari, Feudi di San Gregorio, Gruppo Santa Margherita, Pasqua Vigneti e Cantine e Zonin 1821.
I riflettori saranno accesi inoltre sul Franciacorta e sul Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese che, secondo un modello simile a quello dei distretti del Fuorisalone della Design Week, saranno abbinati per tutta la settimana rispettivamente al quartiere di Brera – Garibaldi – Solferino e a quello di Porta Romana. In entrambi i casi l’accostamento ai due consorzi vinicoli si concretizzerà in una vera e propria vestizione del quartiere e in una serie di attività tematiche (menù abbinati, degustazioni al calice che coinvolgeranno gran parte dei locali ecc.).

    •    Quali sono le principali iniziative in programma? (pensate a un pubblico toscano che decide di venire a Milano per l’occasione, qualche dritta sui giorni da scegliere…)

Il palinsesto di Milano Wine Week è davvero molto ampio. Abbiamo cercato di mettere insieme un programma di eventi in cui le tematiche trattate spaziassero attraverso tutti gli ambiti di interesse del mondo dell’enologia: dalla degustazione al commercio, passando per la comunicazione.
La Milano Wine Week avrà una preview d’eccezione sabato 6 ottobre, alle ore 18.30, a Citylife, con un flash mob senza precedenti che vedrà il coinvolgimento di migliaia di persone che si ritroveranno in Piazza Tre Torri a brindare con le bollicine delle aziende aderenti all’Istituto Trentodoc.
Per gli appassionati del vino, inoltre, una giornata assolutamente da non perdere sarà quella di giovedì 11 ottobre, di cui protagonista assoluto sarà il Franciacorta con due grandi appuntamenti: la rituale edizione milanese del Festival Franciacorta si terrà a Palazzo Bovara nel pomeriggio, mentre parallelamente il Brian & Barry Building di Piazza San Babila farà da cornice a un importante ed esclusivo evento di degustazione che porterà i vini di tutte le aziende aderenti al consorzio nei vari piani del megastore.
Tra le iniziative in programma per venerdì 12, poi, si segnalano in particolare l’evento “Fermento” della Fisar, che si terrà dalle 15.00 alle 21.00 nel cortile di Palazzo Bovara, e, in serata, nelle sale interne della location di Corso Venezia, le celebrazioni per i 90 anni del Corriere Vinicolo in collaborazione con Unione Italiana Vini.
Sabato 13 sarà caratterizzato da due grandi appuntamenti: l’anteprima di Vivite, il Festival del Vino Cooperativo che vivrà la sua seconda edizione a Milano il 17 e il 18 Novembre, sarà celebrata a Palazzo Bovara con un convegno sul ruolo della cooperazione nel mondo vinicolo italiano e con un “walk around tasting” dei vini di alta fascia delle principali cantine cooperative italiane. A seguire sarà la volta della presentazione della nuova stagione del programma televisivo “I Signori del Vino”, in onda su RaiDue, alla presenza dei conduttori Marcello Masi e Rocco Tolfa. Per l’occasione si terrà un tasting a cura di produttori vinicoli provenienti dai 10 territori che saranno oggetto delle 10 puntate del programma.
L’evento clou di domenica 14 sarà invece la presentazione della Guida di “Doctor Wine” all’Hotel Principe di Savoia con un percorso di degustazione che vedrà protagonisti oltre 100 tra i produttori selezionati dalla guida di Daniele Cernilli.
Il programma generale degli eventi, aggiornato in tempo reale, si trova sul sito ufficiale della manifestazione: www.milanowineweek.com .

    •    Come è previsto l’accesso del pubblico? (tickets giornalieri, forme di abbonamento, ecc…?)

Tutti gli eventi per la stampa e gli addetti ai lavori richiederanno un accredito, mentre quelli dedicati al pubblico saranno in parte gratuiti e in parte fruibili previo acquisto online di un biglietto d’ingresso.
A parte il sito Internet, dove sarà possibile consultare il palinsesto aggiornato in tempo reale, dai primi giorni di ottobre sarà disponibile in centinaia di punti di distribuzione anche la Guida Ufficiale di Milano Wine Week, che avrà una tiratura di 100.000 copie e sarà realizzata fin dalla prima edizione in versione italiana e inglese.

    •    Tra i diversi eventi che compongono il programma qual è quello più impegnativo e di maggior soddisfazione per Voi?

Sicuramente uno degli appuntamenti più interessanti della settimana è il Wine Business Forum, che si terrà martedì 9 ottobre. Si tratta di un appuntamento che coinvolgerà 100 “opinion leader” del settore vinicolo italiano (produttori, manager, divulgatori ecc.) chiamati a condividere le loro idee in cinque tavoli di discussione dedicati rispettivamente a: innovazione, finanza e credito, internazionalizzazione, comunicazione e innovazione dei sistemi di vendita. I tavoli saranno moderati da importanti personalità di riconosciuta expertise nei vari settori, come Barbara Lunghi, Head of Primary Market di Borsa Italiana, Silvana Ballotta, CEO di Business Strategies, e Luciano Ferraro, caporedattore centrale del Corriere della Sera. “L’obiettivo del Wine Business Forum è quello di creare un appuntamento annuale che divenga il termometro e il barometro del settore vinicolo italiano. Le conclusioni che usciranno dai 5 tavoli tematici saranno raccolte in un documento unitario che presenteremo al Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Gian Marco Centinaio, con l’obiettivo di portare alla sua attenzione l’approccio su questi temi di un campione estremamente rappresentativo del mondo del vino italiano.

    •    L’obiettivo che vi prefiggete con questa prima edizione…

Non è che una ‘puntata zero’ di un progetto di grande potenziale. Un potenziale dimostrato dalla quantità importantissima di manifestazioni che, nel poco tempo trascorso da quando a giugno abbiamo lanciato l’idea, sono entrate nel nostro palinsesto, nonché di aziende e di consorzi che hanno creduto nell’importanza di portare un grande appuntamento vinicolo a Milano. Questo riscontro ci fa auspicare che questo sia l’inizio di un percorso molto importante.

 

Nella stessa categoria:

Firenze Spettacolo

Firenze Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055 212911 - Fax 055 2776309
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

bolognaspettacolo.it