La Settimana in PROSA

A Tutto... Teatro! I migliori spettacoli a Firenze e oltre...

RIFREDI - Martedì 17 e mercoledì 18 aprile BENVENUTI IN CASA GORI di Ugo Chiti e Alessandro Benvenuti, diretto e interpretato da Alessandro Benvenuti, Arca Azzurra Teatro.
Uno spettacolo nato in modo casuale, come uno scherzo tra l'affiatata coppia Chiti/Benvenuti. Come un rito sacro che si ripete ascoltiamo le voci dei dieci personaggi che si levano dal desco della famiglia Gori nel Natale del 1986 in quel di Pontassieve. Via etere, era atteso anche Carol Wojtyla, ma quel giorno il Santo Padre si fece attendere. E fu proprio aspettando l'Urbi et Orbi che i dieci non poterono fare a meno di ingannare il tempo tirando fuori il catalogo dei loro problemi esistenziali e relazionali, e che non fossero rose e fiori apparve chiaro subito a tutti.
> Da giovedì 19 a domenica 22 aprile I RACCONTI DEL BAR SPORT di Stefano Benni, con Lorenzo Baglioni, musiche e canzoni di Lorenzo & Michele Baglioni eseguite dal vivo da Marco Caponi, Lorenzo Furferi, Pietro Guarracino, Emanuele Bonechi, Alessandro Cianferoni, regia di Angelo Savelli, Pupi e Fresedde-Teatro di Rifredi Centro di Prod./Ridens.
In quarant’anni, i "Bar sport" descritti da Benni hanno attaversato intere generazioni di lettori diventando dei classici della narrativa umoristica italiana. Sono i bar frequentati da personaggi come il nonno da bar, il tecnico da bar, il garzone rockettaro, il teledipendente, l'incazzato da bar: ad interpretarli Lorenzo Baglioni, artista fiorentino reduce dal festival di Sanremo, capace di muoversi a 360° nel mondo dello spettacolo. Una poliedricità che si traduce nell’interpretazione dei grotteschi testi di Benni e in altrettanto deliranti canzoni composte con il fratello Michele.
Teatro di Rifredi - Via V. Emanuele II, 303 - 055 4220361 - Orario spettacoli 21, dom 16.30 - toscanateatro.it

VERDI - Sabato 21 aprile REAL ILLUSION con Gaetano Triggiano - unica data toscana.
Gaetano Triggiano torna al Verdi con il suo One Man Show REAL ILLUSION, da due anni nei maggiori teatri italiani: un viaggio tra realtà ed immaginazione in uno spazio senza tempo, per scoprire l’essenza stessa della magia. Sul palco è affiancato da speciali ballerini e accompagnato dall’originale e coinvolgente colonna sonora del maestro Angelo Talocci. Preziosa la collaborazione di Alessio Tagliento, autore di programmi televisivi tra cui Zelig, Colorado Cafè e Quelli che il Calcio. La direzione artistica è affidata ad Arturo Brachetti, attore, autore e regista di straordinarie commedie e musical di successo internazionale. Uno spettacolo di effetti speciali e grandi illusioni che fa divertire e sognare ad occhi aperti adulti e bambini e che trasporta il pubblico nell’incanto della magia.
Teatro Verdi - Via Ghibellina 97 - 055 212320 - ore 16.45 e 20.45 - teatroverdifirenze.it

PUCCINI - Giovedì 19 aprile CAVEMAN - L’uomo delle caverne di Rob Becker, con Maurizio Colombi, regia Teo Teocoli – XII replica.
Dodicesima replica per “Caveman - l’uomo delle caverne” che per la quarta stagione il Teatro Verdi presenta sul consueto palco del Puccini: il monologo più longevo nella storia di Broadway, dedicato al rapporto uomo-donna e nato oltreoceano negli Stati Uniti nel 1995. Sul palcoscenico ancora Maurizio Colombi che oltre ad essere un affermato regista, si conferma un attore comico capace di affrontare con eleganza due ore di spettacolo ad un ritmo incalzante, sorprendendo ogni genere di pubblico.
> Sabato 21 aprile PSS PSS di e con Camilla Pessi e Simone Fassari, regia Louis Spagna, prod. Comp. Baccalà.
Vincitore di 12 premi internazionali, “Pss Pss” è uno spettacolo che mette in scena due clown contemporanei attraverso il linguaggio universale del corpo e dello sguardo. Personaggi senza parole, ci trasportano in una performance fuori dal tempo, con tutta la gravità, l’innocenza e la crudeltà dell’essere. “Pss Pss” è stato eseguito più di 600 volte, in oltre 50 paesi e in tutti 5 i continenti, con grande successo. Qualcuno ha detto: un'ora di felicità. Spettacolo per tutti, a partire da 9 anni.
Teatro Puccini - Via delle Cascine 41 – 055 362067 - Orario spettacoli 21 - teatropuccini.it

PERGOLA - Da martedì 17 a domenica 22 aprile INTRIGO E AMORE di Friedrich Schiller, versione italiana Danilo Macrì, con Roberto Alinghieri, Alice Arcuri, Enrico Campanati, Andrea Nicolini, Orietta Notari, Stefano Santospago, Simone Toni, Mariangeles Torres, Marco Avogadro, Daniela Duchi, Nicolò Giacalone, regia Marco Sciaccaluga - Teatro Stabile di Genova.
Marco Sciaccaluga dirige “Intrigo e amore” di Schiller, il cui nucleo è il conflitto tra il potere tirannico e il diritto alla felicità dell’essere umano, rappresentato nell’incontro-scontro fra due classi: la nobiltà ricca e la piccola borghesia povera. Il potente von Walter vuole che il figlio sposi la favorita del Principe, ma il giovane non si rassegna a rinunciare alla felicità con la figlia di un violoncellista. La storia di un legame profondo e impossibile, di una passione indomabile, di intrighi e gelosie, di unioni e duelli, di verità e menzogne, di corruzione e libertà.
Teatro della Pergola - Via della Pergola 12/32 – 055 22641 – Orario spettacoli 20.45, dom 15,45 - teatrodellapergola.com

CESTELLO - Giovedì 19 e venerdì 20 aprile STORIE FARSESCHE con, testo e regia Samuel Osman e con Jacopo Biagioni, Nicola Fornaciari, Maurizio Pistolesi, Fabio Rubino, Antonio Timpano, Diana Volpe, Comp. Laboratorio Amaltea.
Storie bizzarre, racconti ironici ma dal retrogusto amaro, episodi “veri”, di vita quotidiana, ma che lasciano poco spazio alla fantasia, o meglio, fatti dell’oggi in cui la fantasia supera ampiamente la realtà. “Storie farsesche” è il secondo capitolo della “Trilogia” dedicata dalla Compagnia all’analisi sociale della nostra contemporaneità. L’ispirazione di questa messa in scena guarda ad Almodovàr, ponendo l’accento sulla violenza e sulla brutalità ferina, talvolta nascosta ma pronta a esplodere, di una società basata sulla sopraffazione e sulla disparità economica.
Sabato 21 e domenica 22 aprile UNO SGUARDO DAL PONTE di Arthur Miller, con Aldo Innocenti, Brenda Potenza, Raffaella Afeltra, Marcello Sbigoli, Marco Ugolini, Fabrizio Pinzauti, regia Marco Lombardi, Comp. Giardini dell’Arte.
“Uno sguardo dal ponte”, scritto da Miller nel 1955 è considerato tra i più importanti testi della drammaturgia americana del Novecento. La vicenda raccontata trae origine da un fatto di cronaca dal quale Miller fu profondamente e a lungo turbato: una torbida storia familiare, ambientata tra gli immigrati italiani di Brooklyn.
Teatro Cestello - Piazza Cestello 4 - 055 294609 – Orario spettacoli 20.45, dom 16.45 - teatrocestello.it

CANTIERE FLORIDA - Domenica 22 aprile CENERENTOLA/PINOCCHIO di Joël Pommerat, con Luca Altavilla, Valerio Amoruso, Matteo Angius, Gabriele Benedetti, Elena Callegari, Irene Canali, Rita Maffei, Aida Talliente e con Sandro Plaino (nel cast di Pinocchio), regia Fabrizio Arcuri, CSS Teatro Stabile di Innovazione del FVG, in collab. con Accademia degli Artefatti - Prosa.
Pommerat è uno degli autori francesi più interessanti degli ultimi anni. Autore e regista dei suoi testi, fa convivere nelle sue creazioni e nei suoi immaginari, poetica disincantata e lettura politica. Arcuri porta in scena le riscritture di due delle fiabe occidentali più note, in un’operazione che ne smaschera le trame, inseguendo la scrittura pungente di Pommerat, regalandone un senso di racconto attuale, pieno di lucidità e ironia.
Teatro Cantiere Florida - Via Pisana 111r - 055 7135357 - Orario spettacoli 19 - teatroflorida.it

NICCOLINI - Da mercoledì 11 a domenica 22 aprile LA MANDRAGOLA di Niccolò Machiavelli, con Maddalena Amorini, Francesco Argirò, Beatrice Ceccherini, Davide Diamanti, Francesco Grossi, Filippo Lai, Athos Leonardi, Claudia L. Marino, Laura Pinato, Nadia Saragoni, Sebastiano Spada, Filippo Stefani, Erica Trinchera, Lorenzo Volpe, regia Marco Baliani, i Nuovi - Fond. Teatro della Toscana.
I Nuovi, la compagnia dei giovani diplomati della Scuola per Attori “Orazio Costa” della Fond. Teatro della Toscana, fanno rivivere La mandragola di Machiavelli per la regia di Marco Baliani. La beffa erotica dal sapore boccaccesco, tanto lieve quanto complessa, è il capolavoro teatrale del ‘500.
Teatro Niccolini - Via Ricasoli 3 - 055 0763333 - orario spettacoli 21, dom 16.45

METASTASIO di PRATO - Da martedì 17 a domenica 22 aprile BELVE, UNA FARSA di Armando Pirozzi, uno spettacolo di Massimiliano Civica, con Alberto Astorri, Salvatore Caruso, Alessandra De Santis, Monica Demuru, Vincenzo Nemolato, Aldo Ottobrino - Teatro Metastasio di Prato, con il sostegno di Armunia Centro di Residenze Artistiche Castiglioncello - prima assoluta.
Dopo il poetico e intimo “Un quaderno per l'inverno”, il regista Massimiliano Civica e l'autore Armando Pirozzi firmano “Belve, una farsa” che racconta una delirante cena tra due coppie, tra frutti di mare avvelenati, strane macchinazioni e improbabili convitati. Una storia che ribalta di continuo il folle gioco del dominio che ogni personaggio stabilisce sull'altro: una riflessione sul denaro e sul potere allegramente prossima all'incubo e alla follia.
Teatro Metastasio, Via Cairoli 59, Prato - info 0574 608501 - Orario spettacoli ore 20.45, sab 19.30, dom 16.30 - metastasio.it

ARTI DI LASTRA A SIGNA - Da giovedì 19 a domenica 22 aprile FALSTAFF da William Shakespeare, Arrigo Boito e Giuseppe Verdi, tratto dalla commedia “Le allegre comari di Windsor” e altre opere di W. Shakespeare, progetto di Gianfranco Pedullà, con attori della Comp. Teatro popolare d'arte e la partecipazione straordinaria di Veio Torcigliani - in abbonamento.
Questa commedia shakespiriana si incrocia con l'opera lirica Falstaff di Giuseppe Verdi. Il testo per molte parti è fondato sul libretto dell'opera verdiana scritto dal poeta Arrigo Boito (di fatto una riduzione de “Le allegre comari di Windsor”). Ne è nato uno spettacolo teatrale molto musicale.
Teatro delle Arti - Lastra a Signa - Viale Matteotti 8 - 055 8720058 - orario spettacoli 21, dom 17 - tparte.it

ERA di PONTEDERA - Da mercoledì 18 a domenica 22 aprile QUASI UNA VITA: Scene dal Chissàdove Drammaturgia Stefano Geraci, Roberto Bacci, con Giovanna Daddi, Dario Marconcini, Elisa Cuppini, Silvia Pasello, Francesco Puleo, Tazio Torrini, musiche Ares Tavolazzi, regia Roberto Bacci - Fond. Teatro della Toscana - prima nazionale.
Lo spettacolo prende spunto dai ricordi di Dario Marconcini e Giovanna Daddi, una coppia nella vita, così come nell’arte. Un’esistenza insieme dedicata a una passione vera: il teatro. Raccogliendo memorie, affetti, oggetti, costumi, parole della vita dei due, Stefano Geraci e Roberto Bacci costruiscono uno scenario altro, fuori dal tempo e dallo spazio: un “Chissàdove” dove il passato diventa un grande silenzio da ascoltare. Un lavoro intimo che mette in luce il sodalizio storico e artistico di Bacci con Daddi e Marconcini, che affonda le radici negli anni ‘70, quando erano parte di un piccolo gruppo di dilettanti temerari e visionari, ispirati dal Living Theatre di Julian Beck e Judith Malina. Marconcini ha fondato nel 1974 con Bacci il Centro per la Sperimentazione e la Ricerca Teatrale di Pontedera, contribuendo a renderla una capitale periferica della cultura e a realizzare un teatro povero, ma pensato in grande, fatto di legami veri, primo fra tutti con l’Odin Teatret e poi con Jerzy Grotowski.
Teatro Era - Via Indipendenza s.n.c., Pontedera - 0587 55720 - orario spettacoli 21, dom 17.30 - teatroera.it

Nella stessa categoria:

Firenze Spettacolo

Firenze Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055 212911 - Fax 055 2776309
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

bolognaspettacolo.it