Luci della Città

Torna F-Light Festival, video-mapping, proiezioni, giochi di luce, installazioni e attività educative illuminano il Natale fiorentino.

Firenze Light Festival riveste a dicembre di una nuova luce i monumenti e le piazze della città. L’evento, in oltre 15 luoghi, prende il via con l’accensione del grande albero di Natale venerdì 8 dicembre in Piazza Duomo: da quel momento, che simbolicamente avvia le festività natalizie, si animano i principali luoghi di F-Light. Quest’anno il fil-rouge della manifestazione è la parola frontiere, da intendere come orizzonte e limite, in senso sia fisico che metafisico. La luce illumina nuovi scenari scientifici, ma anche culturali, sociali o geopolitici, aprendo nuove visioni e restituendoci quanto del passato rimane ancora da scoprire e valorizzare.  “La nuova frontiera – spiega il direttore artistico, Sergio Risaliti - non è da intendersi solo come proiezione verso ciò che è lontano, sconosciuto e alieno, associato tanto al presente quanto al futuro; vi sono mondi ed esperienze artistiche o culturali da illuminare, e quindi da valorizzare, anche nel passato.”

Prioezioni, video-mapping, illuminazioni
Il video-mapping su Ponte Vecchio, fotografato nelle scorse edizioni da migliaia di persone, diventa la tela su cui – con il patrocinio dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) - la città di Firenze intende generare una riflessione sul tema dei confini e delle migrazioni.
La Torre di Arnolfo è illuminata da 17 obiettivi globali dell’Onu per lo sviluppo sostenibile, che i Paesi di tutto il mondo si sono impegnati a perseguire. In questo caso la frontiera è un orizzonte di responsabilità: un “Faro” – elemento architettonico altruista per eccellenza, che trova il proprio senso nel fare luce per i naviganti – e grazie ad Art Media Studio ospiterà proiezioni legate al tema delle frontiere, dei diritti umani e delle risorse.
La Camera di Commercio è invece palcoscenico di una riflessione sulle grandi tematiche economiche e del lavoro. Sulla facciata di Santo Spirito torna Dimora Luminosa, con la proiezione delle opere dei partecipanti alla open call lanciata da IED sul tema delle “frontiere” a cui hanno risposto 15 realtà fiorentine tra scuole, asili, associazioni e centri anziani, producendo oltre 200 elaborati: il più giovane autore ha 8 mesi, il più anziano 100 anni. Il progetto è a cura di IED in collaborazione con The Fake Factory.
Tra i luoghi coinvolti anche Palazzo Medici Riccardi, Basilica di San Lorenzo, Museo Novecento, loggia del Mercato Nuovo, la “loggia del Porcellino”. Il Gallery Hotel Art di Vicolo dell’Oro, infine prende parte a F-Light con un progetto dedicato a Andy Warhol.

Come da tradizione F-Light è anche l’occasione per offrire una nuova illuminazione permanente ad uno dei monumenti della città: Silfi spa, dopo aver donato un nuovo sistema di illuminazione alla Loggia del Pesce e alla Basilica di Santa Croce, inaugura le nuove luci della loggia del Mercato di Sant’Ambrogio (inaugurazione sabato 9 dicembre ore 18) e della Chiesa di Sant’Ambrogio (martedì 19 dicembre ore 18). Prosegue anche in questa edizione del Festival il percorso di valorizzazione delle Torri e Porte della città.

Nella stessa categoria:

Firenze Spettacolo

Firenze Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055 212911 - Fax 055 2776309
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

bolognaspettacolo.it