Firenze, una Città da Mangiare. Dove eravamo rimasti?

Riassunto delle "puntate precedenti": un anno di nuove aperture a tavola!

Se vi siete distratti causa vacanze, viaggi e altro siamo qui per aiutarvi. A ricordare. A riconnettervi con la Vostra bella city, sempre più vocata al food, in tutte le salse. La scorsa stagione ha visto crescere a dismisura il boom di ristoranti-trattorie-street food e la prossima season non sarà da meno. Ecco un riassunto dell’ultimo anno a … tavola!

L’Oltrarno bollente

Con Sant’Ambrogio si contende il primato della food night a Firenze. Il ripasso della stagione scorsa comincia da GURDULÙ, gentlemen’s risto club in chiave mediterranea dove spicca la cucina insolita e estrosa di Entiana Osmenzeza con il contrappunto dei sofisticati cocktail della giovane mixology Sabrina Galloni. Per cenare, ma anche per sostare al bar, come un Santo Bevitore qualunque… (via delle Caldaie, 12/14r – gurdulu.com)
Pochi passi e in via Romana si mangia benissimo al SANTO GRAAL dove il nuovo chef fiorentino Gabriele Andreoni si sta rivelando un autentico creativo del territorio: acume e originalità per cibi classici e riconoscibili. Anche qui il bancone di legno all’ingresso è un punto conviviale. Consigliato a gourmet concentrati, non li deluderà.
Via Sant'Agostino, meno di 100 mt tra via dei Serragli e Piazza S. Spirito, brulica di posticini mangerecci. Alcuni non dicono tanto per la verità. Forse il più riuscito è LO SPUNTINO pesce fresco e vino: promette “pescato del giorno a prezzi giusti di mercato” e non fa pagare il coperto. Si inserisce pienamente nella corrente emergente del momento: mangiare pesce spendendo poco… vasto programma in pieno sviluppo! Pochi metri, sul lato opposto ecco RAW, posticino veg per frullati e altre cose fresche&sane.
Dietro l’angolo, superato il mitico Munaciello, si raggiunge la MARINA DI S. SPIRITO dove Marina e Fabrizio offrono in un’atmosfera da osteria piatti di terra e mare con finale canterino: la cuoca si congeda dai fornelli, sale sul palco, imbraccia la chitarra e si lancia in un live di emozioni italiane.
Al confine di San Frediano, in via dell’Orto, il mare rustico di BURRO e ACCIUGHE: schietto e diretto, senza fronzoli e preziosismi. Il banco frigo mostra il pesce del giorno secondo mercato, ma in carta ci sono anche le pizze. Genuino e popolare.
Tornando verso Piazza Pitti sosta obbligata per un caffè d’autore alla DITTA ARTIGIANALE del guru del caffè Francesco Sanapo. Cocktail bar di livello – nel segno del Gin - grazie a Kareem Bennett; la cucina - dopo un rodaggio iniziale secondo noi da rivedere – è pronta adesso alla fase due. Da riprovare dunque, seduti al suggestivo piano superiore in stile razionalista.
Dulcis in fundo si raggiunge Piazza Pitti dove spicca la fresca new entry di ORGANIC and HEALTHY punto di riferimento per fiorentini e turisti buongustai: calore e colori, ghiaccioli e gelati del Bondi, insalate e macedonie, appetitosi club-sandwich, golose tartare, piadine, hamburger con prodotti da piccole e ricercate aziende locali.

In Piazza Strozzi…

Un passaggio in centro per due “verifiche” immancabili. Nell’imponente corte di Palazzo Strozzi, aspettando la mostra dirompente di Ai Weiwei, celebre artista cinese dissidente (inaugurazione gio 22 settembre) si va anche per gustare la cucina rivelazione di Riccardo Cannizzaro a STROZZI CAFFÈ FUSION DINNER: un connubio inedito di sapori tra agrodolce, piccante, croccante. Provate per credere.
A pochi metri verso Porta Rossa non mancate di gettare l’occhio al “ristorante dei calciatori” Fashion FoodBaller firmato Spalletti, Gilardino, Dainelli…. Look ispirato al gioco del calcio e cucina di matrice mediterranea. La promessa è mangiare bene, parlare di calcio, ammirare cimeli, vedere le partite sul grande schermo…

Verso Sant’Ambrogio, che non è da meno

Il “girone del pesce” comincia in via del Proconsolo dove c’era una volta Alle Murate. Qui ora trionfa FISHING LAB, gemello dell'omonimo ristorante di Montecatini specializzato in pesce, soprattutto fritto. Mood giovane e street con barman hipster e frizzanti camerieri. Crudite', ostriche, crostacei, tartare, panino con lampredotto di mare, alicine fritte o Nuggets di scorfano. Anche take away, ma soprattutto prezzi modici!
Girato l’angolo, in via Ghibellina 141r, una recentissima new entry, la GASTRONOMIA DEL PESCE: 24 ore su 24 promette di farci star bene a prezzi modici, dobbiamo provarla!
Furoreggia in Largo Annigoni VIVO, creato dai pescatori Manno di Capalbio. Un pescato meno conosciuto - boulot, tartufi, capesante, amandas, limoni e orecchie di mare, Perceves e ostriche dai vivai d’Oltralpe; dal Tirreno ricci, lumachine, telline, lupini di pesca e vongole veraci stile marinaro e anche take away. Poveri ma buoni!
A fianco spicca l’insegna del pizzaiolo più amato dell’anno, Giovanni SANTARPIA, “la pizza più buona che ci sia” a detta di molti. Margherita e marinara, Regina Vesuvio con pomodoro piennolo, zucca e pancetta, con friarelli, pomodori gialli e ricotta, calzone fritto con provola e ricotta, o al lampredotto di Luca Cai. Anche con burrata e tartufo nero uncinato di Savini.
In via dei Macci divertente e riuscita la formula di JOHNNY BRUSCHETTA, simpatico locale condotto dall’hipster-chef Daniele Martini. Provate anche a settembre il “Giro della Toscana in un tagliere”. Pane toscano, extravergine d’oliva e ingredienti freschi e di stagione per bruschette  al polpo di Pianosa, al tonno dell’Elba, ai peperoni del Valdarno, al roastbeef del Pratomagno…
Restando in zona confermiamo il nostro plauso ad uno dei locali più riusciti dell’ultimo biennio, LA CUCINERIA in via della Mattonaia. Atmosfera sofisticata ma molto accogliente con il bancone ny-style a dominare la scena. E un menù che spazia tra terra e mare con piatti di gusto, generosi e sfiziosi sempre. Anche pizzeria, di ottimo livello!
Il 21 luglio è stata inaugurata dai creatori de La Prosciutteria di Via De Neri, in via Matteo Palmieri (arco di San Pierino) la friggitoria IL COCCOLO condotta da Dario Leoncini: oltre ai classici coccoli, ciambelle, cornetti e bomboloni, frittelle di mela e riso ma anche pesce. Gamberi bianchi toscani di profondità, ciuffi di totani con mela verde, fish & chips, patate e spiedini fritti. Un nastro trasportatore accompagna i coccoli bollenti dalla cucina direttamente sul piatto tramite un divertente scivolo. Orario 11-24.
Resterebbe da dire di ARÀ È SUD, dietro il Teatro Verdi. Così come di altre aperture, annunciate per settembre, ESSENZIALE di Simone Cipriani in Piazza del Cestello e la nuova Casa GALANTI accanto alla storica gastronomia in Piazza della Libertà, ma ne parliamo a parte...

Qua & Là

In zona Gavinana festeggia tra poco il primo compleanno la BOTTEGA DI PASTICCERIA (Lungarno F. Ferrucci 9c/r). La creazione del Bartolini è degna delle migliori sale da the' inglesi: praline, cioccolate, distillati e champagne, deliziosi mignon e pasticceria salata, torte della tradizione, laboratorio a vista e all'ora di pranzo hamburger e club sandwich. E dalle 18 Happy Hours con l’insigne barman Giovanni Fabbrini. Pochi metri e in Piazza Ferrucci piace LA DOGANA, wine bistrot piccolino con cibo e vino toscano: un centinaio di etichette e prezzi per tutte le tasche, si mangia al bancone, su sgabelli con tavolini rialzati o nell’area soppalcata. Tapas, crostini, tartare di chianina, insalate gourmet, carpacci, taglieri e polpette, dolci artigianali. Orario 12-24. Pochi metri ancora ed eccoci in via GP Orsini dove è arrivato FULIN, un cinese di lusso! Distribuito su due piani, eleganza zen, propone un impegnato excursus nell’originaria cucina cinese. Prezzi superiori. fulin.it
Sul versante opposto, in viale Belfiore, da alcuni mesi riscuote buon successo ZUSHI, hub fiorentino di una catena che propone un Giappone moderno e trendy. Elegante e minimale, vanta qualità e freschezza delle materie prime, un’esclusiva ricetta per la preparazione del riso, con due aree diverse: Sushibar, per consumazione easy, o Privé, per cena intima. Musica lounge, bella atmosfera.
In via Il Prato, aperto a fine luglio, BISTECCATOSCANA, per appassionati della vera carne, già presente con successo a Pistoia. Qui non si ordina e sai già quanto paghi. Servite su tagliere bistecche da 1.200g (per due), 1.800g (per tre) o 2.400g (per quattro). La bistecca cuoce ripresa e trasmessa in diretta da una telecamera, mentre si gusta un antipasto con prodotti di stagione. Unico extra il vino, 150 etichette da 8 euro in su, o birre artigianali.
www.bisteccatoscana.it
Last but not least alzate gli occhi verso il Piazzale Michelangelo. La mitica e storica LOGGIA cambia timonieri. Arrivano i fratelli Caprarella (Fratelli Cuore, Da Pescatore) per lanciare una nuova sfida.

@MrFirenzeSpett

 

Nella stessa categoria:

Firenze Spettacolo

Firenze Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055 212911 - Fax 055 2776309
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

bolognaspettacolo.it