Storie da Leggere. Per…

Gli incontri di aprile del salotto culturale a cura di Anna Benedetti.

Mercoledì 4 Edoardo Boncinelli “Io e lei” – presenta Alessandro Pagnini.
Un manuale per comprendere i fondamenti della biologia attraverso 20 temi, quasi fossero delle lezioni, sui geni e il genoma. L'autore spiega cosa sono i geni, l'origine e l'evoluzione della vita, la malattia e l'invecchiamento del corpo, il cervello, il rapporto che intercorre tra natura e cultura, le nuove frontiere della ricerca. Edoardo Boncinelli è uno dei più importanti genetisti italiani. In particolare ha scoperto negli anni ottanta una famiglia di geni che controllano lo sviluppo ordinato del corpo (e del cervello), dagli insetti all’uomo. In tempi più recenti si è dedicato alla divulgazione scientifica, trattando soprattutto argomenti di genetica, di evoluzione e di neuroscienze.

Venerdì 6 Coop di Ponte a Greve: Federico Pace “Controvento. Storie di viaggi che cambiano la vita” - introduce Vivetta Vivarelli – letture di Massimo Tarducci.
Storie di chi, attraversando un ponte, mettendosi su una strada, salendo su un autobus o un treno, ha trovato in un giorno, in un istante, il modo di cambiare e trasformarsi. I viaggi hanno segnato la vita di molti e di molti altri la segneranno nel tempo che verrà: perché l'altro e l'altrove hanno sempre in serbo qualcosa che non abbiamo ancora conosciuto, che lenirà il nostro dolore e ci schiuderà il passaggio verso la strada poco battuta. Federico Pace è nato nel 1967 a Roma, dove vive. Scrittore e giornalista, da vent'anni lavora per il Gruppo Espresso.

Mercoledì 11 Francesco Carofiglio “Il Maestro”. Corrado Lazzari è stato il più grande attore del Novecento. Oggi un uomo solo. La fama, il successo, gli amici, tutto perduto. Le giornate di Corrado si inseguono, uguali, mescolando la fragilità del presente a ricordi del passato. Francesco Carofiglio scrittore, architetto e regista, è nato a Bari.

Mercoledì 18 Adriano Prosperi “Identità. L’altra faccia della storia” - presentano Dario Nardella e Stefano Levi Della Torre.
Parafrasando il titolo di Pirandello, Prosperi distingue tre tipi di identità: dell’uno, del nessuno e dei centomila. Quella dell’uno è l’identità come coscienza individuale, il nessuno è l’assenza di identità o l’identità cancellata; mentre il centomila è la coscienza di un’appartenenza collettiva. Adriano Prosperi studioso della cultura e della vita religiosa della prima età moderna, è professore emerito di  Storia moderna alla Scuola Normale Superiore di Pisa.

LEGGERE PER NON DIMENTICARE
Ciclo di incontri a cura di Anna Benedetti
Biblioteca delle Oblate - Via dell’Oriuolo 24 - 055 2616512 - ore 17.30 - www.leggerepernondimenticare.it - ingresso gratuito

Nella stessa categoria:

Firenze Spettacolo

Firenze Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055 212911 - Fax 055 2776309
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

bolognaspettacolo.it