VINITALY 2018: la Vernaccia e il suo Visore

Il Consorzio della Vernaccia di San Gimignano con 41 aziende e la filiera produttiva di una bottiglia grazie al visore della realtà vituale.

Il Vinitaly rappresenta il più importante appuntamento per presentare agli operatori nazionali e internazionali le nuove annate della Vernaccia di San Gimignano docg e del San Gimignano doc, presentate alla stampa nel corso dell'Anteprima dello scorso Febbraio.

 

In tutto le aziende del territorio presenti a Verona saranno 45, di cui 41 con i vini in degustazione al banco di assaggio dello stand del Consorzio della Denominazione San Gimignano, dove operatori e pubblico possono sorvolare la campagna sangimignanese, entrare nei filari durante la vendemmia e in cantina per la vinificazione grazie al visore per la realtà virtuale proveniente da “Vernaccia di San Gimignano Wine Experience”, la nuova struttura dedicata alla promozione del vino simbolo del territorio inaugurata dal Consorzio lo scorso anno nella Rocca di Montestaffoli.

 

Il Consorzio della Denominazione San Gimignano condivide gli oltre 200 mq dello stand C14 situato nel Pad. 9 con 14 aziende associate: Cantine Guidi, Casa alle Vacche, Cesani, Fattoria Poggio Alloro, La Lastra, Il Lebbio, Mormoraia, Poderi Arcangelo, Poderi Paradiso, Ponte alle Ruote, San Quirico, Signano, Teruzzi, Tollena.

Al banco di assaggio del Consorzio in degustazione i vini 41 aziende. Oltre alle 14 citate sopra Alessandro Tofanari, Casale Falchini, Castello di Montauto, Fattoria di Fugnano e Bombereto, Fattoria di Pancole, Fattoria il Palagio, Fattoria San Donato, Fattoria Melini, Fornacelle, Guicciardini Strozzi, Il Colombaio di Santa Chiara, Il Palagione, La Roccaia, Casa Lucii, Massimo Daldin, Montenidoli, Palagetto, Panizzi, Pietraserena, Podere Canneta, Podere La Casa Rossa, Podere Le Volute, Rubicini, San Benedetto, Tenuta La Vigna, Tenuta Le Calcinaie, Vagnoni.
Oltre a queste, altre 4 aziende saranno presenti a Verona con il loro stand privato, Cappellasantandrea, Monteoliveto, Gattavecchi e Fontaleoni.

I numeri della Vernaccia di San Gimignano
La minore produzione di uva e la siccità hanno abbassato drasticamente la produzione di Vernaccia di San Gimignano nella vendemmia 2017, calata del 25,69% rispetto al 2016: si è persa una bottiglia su quattro. Dai 720 ettari di vigneto rivendicati per la produzione di Vernaccia di San Gimignano sono stati prodotti 31.651 ettoliti di vino.
Nel 2017 sono state prodotte 5.138.603 bottiglie di Vernaccia di San Gimignano delle annate 2016 e precedenti, dato che registra una leggera flessione rispetto alla media degli anni precedenti.
Il giro di affari della denominazione si attesta sui 16 milioni di euro, circa il 40% del valore totale del settore vinicolo a San Gimignano.
Nel 2017 è restata pressoché invariata anche la percentuale di Vernaccia di San Gimignano destinata all'export, pari al 52%, di cui il 27,5% al mercato europeo, il 18,9% al mercato americano, il 4,7% a quello asiatico.
In Europa il maggiore mercato si conferma quello tedesco che da solo assorbe il 9,8% dell'esportazione, seguito da Svizzera (3,8%), Inghilterra (2,7%) e Olanda (2,6%). Ma il migliore mercato in assoluta resta quello statunitense, a cui è destinato il 16,3% della produzione.
Il 42% di Vernaccia destinata al mercato italiano viene principalmente venduta a San Gimignano, il 19% dalle aziende in vendita diretta e circa il 16% negli esercizi commerciali del territorio.
 

 

 

Nella stessa categoria:

lunedì 11 dicembre 2017

I Tartufi di Savini

Firenze Spettacolo

Firenze Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055 212911 - Fax 055 2776309
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

bolognaspettacolo.it