Novembre al CINEMA

I film del mese da non perdere nelle sale fiorentine...

Geostorm
di Dean Devlin, con Gerard Butler, Jim Sturgess, Abbie Cornish, Andy Garcia, Ed Harris.
Un improvviso malfunzionamento coinvolge a schiera i satelliti metereologici di tutto il pianeta. Anzi li mette in condizione di creare una incredibile tempesta artificiale. C’è dietro qualcuno? Forse sì. Ma come fermare l’annunciata catastrofe?
Il dopo Protocolli di Kyoto dell’Era Trump osservato dal punto di vista di Hollywood. Fra azioni di hackeraggio dei satellliti e tempeste perfette in arrivo.
In sala da mercoledì 1.

Una Questione Privata
di Paolo Taviani, Vittorio Taviani, con Luca Marinelli, Lorenzo Richelmy, Valentina Bellè, Francesca Agostini, Jacopo Olmo Antinori.
1944. In un Piemonte ancora sotto occupazione, il partigiano Milton cerca disperatamente di trovare un fascista isolato da rapire. Gli servirà per scambiarlo con Giorgio, suo amico e compagno di lotta da poco catturato dai fascisti, prima che questi venga giustiziato. Un’azione difficilissima. Ma Milton non lo fa solo per amicizia. Da Giorgio vuole anche sapere la verità sulla relazione che questi sembra aver intrattenuto a sua insaputa con Fulvia, la donna che entrambi prima della guerra hanno amato.
I fratelli Taviani (La notte di San Lorenzo) si confrontano con uno dei più importanti romanzi di Beppe Fenoglio. Tornando, dopo molti anni, a confrontarsi direttamente con il tema della lotta partigiana.
In sala da mercoledì 1.

Non c'è campo
di Federico Moccia, con Vanessa Incontrada, Gianmarco Tognazzi, Corrado Fortuna, Claudia Potenza, Neva Leoni.
Un gruppo di studenti delle scuole superiori si reca in gita, accompagnato da due professoresse, presso la residenza di un artista di fama internazionale. È un’esperienza a cui i ragazzi tengono molto. Ci devono infatti restare per un’intera settimana. Ma giunti sul luogo si trovano di fronte ad una terribile realtà: nel luogo dove dovranno passare tutto il tempo della gita i cellulari… non funzionano!
Federico Moccia, figlio d’arte (è il figlio dello sceneggiatore e regista Pipolo), nonché soprattutto scrittore di best-seller generazionali (Tre metri sopra il cielo, Scusa ma ti chiamo amore), torna dietro la macchina da presa. Anche stavolta per raccontare una storia con protagonisti adolescenti.
In sala da giovedì 2.

Borg Mcenroe
di Janus Metz Pedersen, con Shia LaBeouf, Sverrir Gudnason, Stellan Skarsgård, Tuva Novotny.
Wilmbledon 1980. Ai due lati del campo da tennis, racchetta alla mano, il freddo Bjorn Borg (Sverrir Gudnason) e il nervoso John McEnroe (Shia LaBeouf) giocano la partita che segnerà le loro vite. Ma arrivare a questo match è di per sé stata un’avventura.
Dopo la rilettura della sfida Niki Lauda-James Hunt (Rush),  ecco un biopic sportivo per l’altra grande coppia di rivali dello sport di quegli anni: John McEnroe e Björn Borg.
In sala da giovedì 9.

Paddington 2
di Paul King, con Ben Whishaw, Hugh Grant, Brendan Gleeson, Julie Walters, Jim Broadbent.
La zia Lucy compie 100 anni. C’è bisogno dunque di un oggetto speciale. Paddington, ormai perfettamente integrato nella famiglia Brown e nel nuovo contesto cittadino, lo trova in un libro antico, comprato da un antiquario. Ma dopo poco il libro, già misterioso di per sé, sparisce. Com’è possibile? Paddington inizia ad indagare.
Nuove avventure per l’orsetto animato Paddington. Maldestro più che mai eppure, come sempre, sostanzialmente buono. In sala da giovedì 9.

The Square
di Ruben Östlund, con Claes Bang, Elisabeth Moss, Dominic West, Terry Notary, Christopher Læssø.
Proprio nei giorni in cui sta organizzando l’allestimento di una installazione dedicata ai valori della fiducia e dell’altruismo, il direttore di un importante museo di arte contemporanea di Stoccolma viene derubato di telefono e portafoglio. Quel che è peggio è che ciò avviene mentre sta soccorrendo per la strada una donna. Forse la donna è complice di tutto questo? E se fosse così che pensare dello stesso allestimento che sta seguendo? Esiste davvero un luogo in cui tutti possano fidarsi di tutti?
Arriva sugli schermi il secondo film della stella nascente svedese Ruben Östlund (Forza Maggiore). Premiato con la Palma d’oro all’ultimo Festival di Cannes.
In sala da giovedì 9.

Justice League
di Zack Snyder e Joss Whedon, con Gal Gadot, Henry Cavill, Ben Affleck, Amber Heard, Jason Momoa.
Anche i superuomini hanno i loro limiti. Lo capisce prima di tutti gli altri Bruce Wayne, alias Batman. E’ lui infatti ad avere l’idea di federare in un unico gruppo tutti i supereoi “buoni” attivi nel pianeta, Da Superman a Lanterna verde, Wonder Woman, ad Aquaman, a Flash allo stesso Batman. E, visti gli avversari, ce ne sarà ben presto davvero bisogno.
Versione live della saga “collettiva” a fumetti della DC Comics.
In sala da giovedì 16.

La Signora dello Zoo di Varsavia
di Niki Caro, con Jessica Chastain, Johan Heldenbergh, Daniel Brühl, Tomothy Radford, Efrat Dor.
Varsavia, 1939. Responsabili del prestigioso zoo cittadino, Antonina (Jessica Chastain) e Jan Zabinski combattono contro mancanza di fondi e nuove politiche di gestione volute dagli invasori tedeschi per salvare i pochi animali rimasti, quando la violenza nazista inizia a scatenarsi con ferocia mai vista prima sugli ebrei. Usando ogni risorsa a disposizione i due non rimangono a guardare.
Biopic dedicato ai coniugi Zabrinski, “giusti fra le nazioni”, che durante l’occupazione nazista riuscirono grazie alla copertura offertagli dal loro lavoro a salvare centinaia di ebrei.
In sala da giovedì 16.

Pipì Pupù e Rosmarina in Il mistero delle note rapite
di Enzo D'Alò.
Il film, destinato ai bambini tra i quattro e gli otto anni di età, è un'avventura piena di colpi di scena. Chi ha rubato gli spartiti per musica di Pipì, Pupù e Rosmarina? I tre animaletti proprio non se ne capacitano. Non resta a questo punto che trasformarsi loro stessi in detective!
Enzo d’Alò, il più noto regista d’animazione italiano, torna sullo schermo. Stavolta con un racconto musicale interamente dedicato ai piccolissimi.
In sala da giovedì 16.

Nut Job - Tutto molto divertente
di Cal Brunker.
Allerta grande nel giardino dei topi Spocchia, Buddy e di tutti i loro amici animali. Il sindaco vuole trasformare l’area verde in Luna Park! Non resta che ribellarsi. E durante l’eroica battaglia, Spocchia troverà anche l’amore...
Torna, con nuovi acquisti, il gruppo di roditori, già al centro del cartoon Nut Job - Operazione Noccioline.
In sala da giovedì 23.

Il domani tra di noi
di Hany Abu-Assad, con Idris Elba, Kate Winslet, Dermot Mulroney, Beau Bridges, Lucia Walters.
In seguito ad un disastro aereo, un uomo e una donna finora estranei l’uno all’altro, devono unire le loro forze per un incredibile viaggio della sopravvivenza. Atterrati in un luogo del tutto disabitato per trovare aiuto dovranno infatti addirittura scalare un innevatissimo massiccio montuoso.
Kate Winslet e Idriss Elba insieme per un’avventura a due. Fra paesaggi spettacolari e natura incontaminata.
In sala da giovedì 23.

Detroit
di Kathryn Bigelow, con Will Poulter, Hannah Murray, Jack Reynor, John Boyega, Anthony Mackie.
Detroit, luglio 1967. Un violento e ingiustificato raid della polizia in un bar della zona afroamericana della città accende la miccia della rivolta. L’intero West Side è in fiamme. Anche perché la durissima reazione del governo, che manda addirittura l’esercito, esaspera ben presto ancora di più gli animi. Portando le proteste per un brutale sgombero da parte della polizia locale al grado di più grande tumulto contro la discriminazione razziale dai tempi della guerra civile.
Kathryn Bigelow (The Hurt Locker) si confronta con il tema della discriminazione razziale. Osservandolo da un punto di vista problematico come quello degli scontri del 1967.
In sala da giovedì 23.

Nella stessa categoria:

lunedì 20 novembre 2017

Il Cinema Ritrovato

Firenze Spettacolo

Firenze Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055 212911 - Fax 055 2776309
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

bolognaspettacolo.it