Impegni Letterari

Ultimo mese (maggio) di appuntamenti del ciclo a cura di Anna Benedetti.

Mercoledì 2 maggio Duccio Demetrio “Ingratitudine. La memoria breve della riconoscenza” - presenta Vivetta Vivarelli.
Oggi il dissolversi delle buone maniere evidenzia il logoramento delle più elementari consuetudini relazionali. Si è ingrati senza più accorgersene, si è riconoscenti quanto basta per ottenere favori, all’insegna dei più impliciti rapporti di scambio. Duccio Demetrio ha insegnato Filosofia dell’educazione all’Università di Milano-Bicocca, ha fondato e dirige la Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari e l’Accademia del Silenzio.

Mercoledì 9 maggio Monaldi & Sorti “Malaparte. Morte come me” - presenta Franco Cardini.
Malaparte squarcia il velo del tempo e dispiega davanti ai nostri occhi la società bella e spensierata di quel periodo fulgido di feste e di incontri, di amori, di intrighi, anni inconsapevoli che un nuovo conflitto mondiale avrebbe segnato nel futuro il volto ed il cuore dell’Europa. Rita Monaldi e Francesco Sorti, moglie e marito, hanno pubblicato libri, bestseller internazionali, tradotti in 26 lingue e 60 Paesi, tra cui cinque romanzi con protagonista Atto Melani (Pistoia 1626 - Parigi 1714). Vivono con i figli a Vienna.

Venerdì 11 maggio Silvana Grasso “Solo se c’è la Luna” – presenta Gandolfo Cascio.
Un romanzo a cavallo tra la Sicilia degli anni ‘50 e il sogno americano, quello che spinge alcuni dei personaggi a gettare lo sguardo verso un altrove straniero, sconosciuto e apparentemente pregno di possibilità. E poi Luna, la figlia del protagonista, che crescendo, si scopre essere vittima di un'inguaribile malattia che la costringe a non esporsi alla luce del Sole, obbligata a vivere di notte e conoscere il mondo attraverso sguardi di buio. Silvana Grasso è nata a Macchia di Giarre (Sicilia). Vive tra Gela e Giarre. È filologa classica, scrive racconti, romanzi, pièce teatrali e collabora con diverse testate. È stata assessore alla cultura del comune di Catania. Le sue opere sono state premiate con importanti riconoscimenti.

Mercoledì 16 maggio Donatella Di Pietrantonio “L’Arminuta” - presenta Edoardo Semmola - letture di Massimo Tarducci.
L'enigma dell'identità travolge una ragazzina alle soglie dell'adolescenza, restituita alla famiglia cui non sapeva di appartenere. L'Arminuta”, cioè la ritornata, si ritrova d'improvviso orfana di genitori viventi. Due famiglie e nessuna. Figlia di una separazione. Donatella Di Pietrantonio vive a Penne, in Abruzzo, dove esercita la professione di dentista pediatrico.

LEGGERE PER NON DIMENTICARE
Ciclo di incontri a cura di Anna Benedetti
Biblioteca delle Oblate - Via dell’Oriuolo 24 - 055 2616512 - ore 17.30 - www.leggerepernondimenticare.it - ingresso gratuito

Nella stessa categoria:

martedì 17 aprile 2018

The Florence Experiment

Firenze Spettacolo

Firenze Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055 212911 - Fax 055 2776309
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

bolognaspettacolo.it