Un evergreen a lume di candela

I protagonisti del mixology: Mario D'Onghia, Gilò

Torna di moda il cocktail e con lui il suo guru, il barman. Eccoci dunque nel raffinato locale ideato dallo stilista fiorentino della pelle Gianfranco Lotti in tandem con l'ex bar manager dell'Hotel Excelsior Mario D'Onghia. Adatto ai diversi momenti della serata e rivolto ad amanti della musica, del bere e del mangiare bene, è ideale per un drink, o solo per cenare, o per entrambe le cose (cucina aperta con menu di stagione fino a mezzanotte). Il tutto, accompagnato da musica live. Interessante per cene aziendali, eventi e feste private.

Intervistiamo Mario D’Onghia, per trent’anni bar manager del prestigioso Hotel Excelsior di Firenze. Nel 2016 si è rimesso in gioco come frontman di Gilò Pianobar, dove accoglie clienti vecchi e nuovi con l’educazione e la classe che l’hanno reso uno dei barman più conosciuti e gentili della città.

Come hai cominciato?
Alla fine degli Anni Sessanta a Milano, portando le bevande negli uffici come ragazzo del bar.

La cosa che hai fatto della quale sei più orgoglioso e quella che (eventualmente) non rifaresti.
Aver scelto questo lavoro. Ma non rimarrei più nello stesso posto per 30 anni.

Facci venire “sete”… i tuoi cocktail preferiti.
Un Aperol Spritz o un Negroni.

Il “segreto” per un cocktail riuscito.
Semplice: preparare un cocktail che piace.

Ricette. Meglio un classico evergreen o un’invenzione mixology?
Scelgo un classico.

Il tuo aperitivo preferito. Cosa e dove.
Una coppa di bollicine da Enoteca Bellini, in Via della Spada a Firenze.

Sta crescendo la tendenza di abbinare una cena con uno o più cocktail. Cosa ne pensi?
Perché no? Penso che sia una tendenza interessante.

Il “menù” invernale del tuo locale. In breve, tre motivi per venirci a dicembre.
Atmosfera calda, lume di candela e musica dal vivo. Degustare i nostri piatti della tradizione toscana e farsi coccolare da un servizio personalizzato.

Hai una serata libera. A cena a Firenze o in Toscana … Chi?
Da Pino a Viareggio.

Colpo di fulmine con Lei. Dove?
Il Four Seasons a Firenze.

La movida fiorentina. La cosa migliore e quella peggiore…
Vedere la città piena di vita. Vedere i ragazzi barcollare.

Quello che ti piace e quello che non ti piace di Firenze.
Mi piace Firenze come ombelico del mondo. Mi dispiace il poco rispetto per una città così importante.

Hai la bacchetta magica. Tre cose che faresti per Firenze.
Toglierei tutte le macchine parcheggiate nel centro storico, creerei una grande isola pedonale sui Lungarni e, infine, vieterei la vendita dei cosiddetti shottini.

GILÒ’
Cocktail e Piano Bar, Ristorante - Via dei Fossi, 44/r - 055 283393 - da lun a sab 18.30-02 - www.gilopianobar.com - FB: Gilò Pianobar
Ogni mar “Martedì Jazz” con Gabriele Mori (frontman dei Ragazzi Scimmia) al piano. Ogni mer Aperò Jazz: tre invitanti selezioni di aperitivi in tre formule (mare, terra e green) con esibizione live dalle 18.30 alle 20.30. Ogni giov set del pianista resident Andrea Caciolli con incursione-show di Santino Scarpa, noto performer dei locali fiorentini.


 

Nella stessa categoria:

mercoledì 29 novembre 2017

Chez Moi

Firenze Spettacolo

Firenze Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055 212911 - Fax 055 2776309
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

bolognaspettacolo.it