Viaggio in YTALIA

No. Non è un errore, è il titolo della mostra di arte contemporanea a Forte Belvedere

‘Ytalia - Energia Pensiero Bellezza. Tutto è connesso’ occupa la superba cornice di Forte di Belvedere (ma non solo) con le opere di dodici artisti protagonisti assoluti - se non pionieri - del contemporaneo, le cui opere sono esposte e collezionate nei grandi musei del mondo. Fino al 1 ottobre.

Ytalia con la Ypsilon come la prima volta che il nome della penisola è apparso nella storia dell’arte. A scriverlo fu Cimabue a margine di una rappresentazione di Roma nella Basilica Superiore di Assisi. Mario Merz, Giovanni Anselmo, Jannis Kounellis, Luciano Fabro, Alighiero Boetti, Giulio Paolini, Gino De Dominicis, Remo Salvadori, Mimmo Paladino, Marco Bagnoli, Nunzio, Domenico Bianchi. Una costellazione che include tre generazioni, dalle neo-avanguardie al post-moderno, e che si espande anche nei più importanti edifici pubblici e museali della città: Palazzo Vecchio e Uffizi, Santa Croce, Museo Marino Marini, Giardino di Boboli, Museo Novecento. Circa un centinaio di opere, esposte in alcuni dei luoghi simbolo del nostro patrimonio, luoghi conosciuti, frequentati e ammirati ogni giorno da migliaia di persone di nazionalità diversa. Un museo del contemporaneo diffuso nel centro storico della città tra interno ed esterno, tra medioevo e rinascimento, tra musei e giardini, cappelle funerarie e spazi della vita politica, gallerie e studioli, chiostri e cripte, per dare continuità nella dialettica di forme e concetti alla comune koinè figurativa, quella che si è affermata entro i confini italiani nel corso di molti secoli. Tre parole chiave –energia, pensiero, bellezza - “tutto è connesso”, materia e spirito, visibile e invisibile. Bellezza che tutto dice e spiega, convoca ed evoca; bellezza come orizzonte di partenza e di approdo, dentro e fuori del tempo e della cronaca.

Ideato e curato da Sergio Risaliti, il progetto espositivo - promosso dal Comune di Firenze e organizzato da Mus.e - nasce in collaborazione con le Gallerie degli Uffizi, l’Opera di Santa Croce e il Museo Marino Marini.

Forte Belvedere - mar-dom 10.30-19.30, ultimo ingresso 18.30 (chiuso il lunedì) – 3 euro, rid 2, gratuito sotto 18 anni e possessori Forte di Belvedere Card: 2 euro - il biglietto del Forte di Belvedere dà diritto al biglietto ridotto per i Musei Civici Fiorentini - ytalia.musefirenze.it

> Dal 18 luglio al 1° ottobre nuovo bus Ataf per raggiungere la mostra: 15 coppie di corse al giorno - una ogni 30 minuti - dalle 10 alle 19 tutti i giorni dal martedì alla domenica. Un capolinea si trova in piazza Pitti, l’altro al Forte di Belvedere. Questo l’itinerario a partire da Piazza Pitti: via dei Bardi, piazza dei Mozzi davanti al Museo Stefano Bardini, Porta San Miniato (nuova fermata), Forte Belvedere (nuova fermata) in via di San Leonardo – a pochi passi dal Forte di Belvedere e da Villa Bardini, viale Galilei, piazzale Galilei, viale Machiavelli, Porta Romana in piazza della Calza, Via Romana, piazza San Felice e ritorno in Piazza Pitti. Si sale a bordo con il normale biglietto della Scarl ATAF&Li-nea.

Nella stessa categoria:

mercoledì 17 maggio 2017

Ferragamo 1927

lunedì 06 novembre 2017

Antinori per l’Arte

Firenze Spettacolo

Firenze Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055 212911 - Fax 055 2776309
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

bolognaspettacolo.it