Leggere per non dimenticare

Alla Biblioteca delle Oblate il ciclo d’incontri curato da Anna Benedetti.

Una cultura diffusa, un popolo che legge e si informa, è la retrovia più sicura delle democrazie e l’argine più solidamente armato nel contrasto alle tentazioni autoritarie. Ci sono diversi modi di reagire alle difficoltà, alla solitudine, allo smarrimento di senso. Gli intrattenimenti solitari, le evasioni, le consolazioni appaiono ovviamente un rimedio, che può sembrare momentaneamente efficace. Ma sappiamo che molti dei nostri nemici non sono lontani e si annidano nel nostro cuore. Per un invito alla lettura che non sia (o non sia soltanto) evasione e consolazione, ricordiamo quanto scriveva Kafka in una lettera a Oskar Pollak “Un libro deve essere un’ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi”. Prossimi appuntamenti:

Mercoledì 4 dicembre Duccio Demetrio “Foliage. Vagabondare in autunno” - presenta Stefania Bolletti.
Il tema di questo libro è l’autunno, rivissuto come stato d’animo (così lo definiva Nietzsche), come climax aurorale, sigillato dagli smaglianti colori delle foglie che cadono dagli alberi in una danza ebbra di colori e di emozioni. L’autunno è la stagione delle metamorfosi e degli incantesimi, e ci invita alla solitudine e al silenzio, ma anche alla riflessione e al raccoglimento interiore. Demetrio ha insegnato Filosofia dell’educazione all’Università di Milano-Bicocca, ha fondato e dirige la Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari e l’Accademia del Silenzio.

Venerdì 6 dicembre Luciano Mecacci “Besprizornye. Bambini randagi nella Russia sovietica (1917-1935)”.
L’autore, scegliendo un periodo storico che va dal 1917 al 1935 e affidandosi a fonti autorevoli, ricostruisce il dramma di molte infanzie negate: storie di figli perduti al tempo di Lenin e Stalin. Un fenomeno che raggiunse dimensioni impressionanti, con un picco di sette milioni di vagabondi minorenni che morivano sfiniti dalla fame, tormentati dalle infezioni, mangiati dai parassiti. Mecacci già ordinario di psicologia generale all’Università di Firenze e membro dell’Associazione Italiana degli Slavisti.

Tra i tanti nomi di richiamo di questa stagione: Paolo Hendel (13 dicembre), Marcello Fois (12 febbraio), Francesco Carofiglio (28 febbraio), Emilio Gentile (1 aprile).

LEGGERE PER NON DIMENTICARE XXV stagione
Ciclo di incontri a cura di Anna Benedetti
Biblioteca delle Oblate - Via dell’Oriuolo 24 - 055 2616512 - ore 17.30 - ingresso gratuito

Nella stessa categoria:

Firenze Spettacolo

Firenze Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055 212911 - Fax 055 2776309
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

bolognaspettacolo.it