Un Libro dentro di noi

Alla Biblioteca delle Oblate Leggere per non dimenticare, ciclo d’incontri curato da Anna Benedetti.

Una cultura diffusa, un popolo che legge e si informa, è la retrovia più sicura delle democrazie e l’argine più solidamente armato nel contrasto alle tentazioni autoritarie. Ci sono diversi modi di reagire alle difficoltà, alla solitudine, allo smarrimento di senso. Gli intrattenimenti solitari, le evasioni, le consolazioni appaiono ovviamente un rimedio, che può sembrare momentaneamente efficace. Ma sappiamo che molti dei nostri nemici non sono lontani e si annidano nel nostro cuore. Per un invito alla lettura che non sia (o non sia soltanto) evasione e consolazione, ricordiamo quanto scriveva Kafka in una lettera a Oskar Pollak “Un libro deve essere un’ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi”. Prossimi appuntamenti:

Mercoledì 16 ottobre Marco Revelli “La politica senza politica - Perché la crisi ha fatto entrare il populismo nelle nostre vite” - presenta Paul Ginsborg.
La principale delle malattie delle nostre democrazie è sicuramente antropologica, nasce dal disagio dell’essere delle persone e dal loro sistema di relazioni che è andato in sofferenza. Lo riscontriamo quotidianamente perché il populismo è spesso caratterizzato dal malessere profondo della democrazia contemporanea che è espressione di un popolo rimasto senza scettro verso un “élite corrotta” che si traduce in un pervasivo processo di delegittimazione e di sfiducia in ogni classe dirigente identificabile con una crisi di sistema. Revelli insegna Scienza della politica all'Università del Piemonte orientale. Fra i suoi ultimi libri: “Le due destre: le derive politiche del postfordismo”, “La sinistra sociale”.

Venerdì 18 ottobre Paolo Flores D’Arcais (foto) “Questione di vita o di morte” - presenta Anna Benedetti.
Un’apologia filosofica – logica, etica, esistenziale – del diritto all’eutanasia, cioè il suicidio assistito, come inalienabile diritto umano, contro la tortura di Stato e Chiesa. Flores D’Arcais, filosofo, è direttore di «MicroMega». Ha sempre unito lavoro filosofico e impegno civile e giornalistico. È stato tra gli animatori del movimento del “Sessantotto”, e più recentemente (2002) dei “Girotondi”.

Tra i tanti nomi di richiamo di questa stagione: Roberto Cotroneo (23 ottobre), Paolo Hendel (13 dicembre), Marcello Fois (12 febbraio), Francesco Carofiglio (28 febbraio), Emilio Gentile (1 aprile).

LEGGERE PER NON DIMENTICARE XXV stagione
Ciclo di incontri a cura di Anna Benedetti
Biblioteca delle Oblate - Via dell’Oriuolo 24 - 055 2616512 - ore 17.30 - ingresso gratuito

Nella stessa categoria:

Firenze Spettacolo

Firenze Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055 212911 - Fax 055 2776309
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

bolognaspettacolo.it