Firenze al CINEMA!

1917 e i film da non perdere nelle sale fiorentine.

1917
di Sam Mendes con Colin Firth, Benedict Cumberbatch, George MacKay, Dean-Charles Chapman.
I due soldati britannici, Schofield (George Mackay) e Blake (Dean-Charles Chapman) devono infiltrarsi nelle linee nemiche e raggiungere il Secondo Battaglione per comunicare che li attende una trappola: dalla riuscita della missione dipende il destino di 1600 compagni, tra cui il fratello dello stesso Blake.
Il regista Premio Oscar Sam Mendes (American Beauty; Skyfall), ispirandosi ad un racconto di suo nonno che partecipò alla Prima Guerra Mondiale nelle Fiandre e sul fronte belga, racconta una degli scontri più importanti per il destino dell’impero britannico durante il conflitto: la battaglia di Passchendaele. La spettacolarità delle scene d’azione e dei piani sequenza, la precisione dei dettagli e un cast straordinario rendono 1917 uno dei war movies più riusciti degli ultimi anni.
Da giovedì 23 gennaio Adriano, Fiorella, Principe, The Space, Uci Cinemas

Richard Jewell
di Clint Eastwood con Sam Rockwell, Kathy Bates, Paul Walter Hauser, Olivia Wilde.
La storia di Richard Jewell (Paul Walter Hauser), un’anonima guardia di sicurezza della compagnia telefonica AT&T, che durante le Olimpiadi di Atlanta nel 1996 riuscì a sventare l’attentato di un suprematista bianco notando lo zainetto dove il terrorista aveva nascosto un ordigno esplosivo. Il suo coraggio salvò molti innocenti, ma gli rovinò la vita: l’FBI e la stampa lo considerarono responsabile dell’attentato e per quasi tre mesi fu vittima delle indagini della polizia e dell’attenzione ossessiva dei mass-media. Morirà ad appena 44 anni per le conseguenze del diabete.
Ispirandosi a un articolo scritto dalla giornalista Marie Benner per Vanity Fair dal titolo The Ballad of Richard Jewell, Eastwood continua a raccontare l’eroismo delle persone comuni, ma stavolta la sua attenzione si sposta sugli eccessi di un sistema mediatico e giudiziario che tende a celebrare processi ed emettere sentenze sin troppo frettolosamente. Splendida prova di tutto il cast, tra cui spiccano Kathy Bates, che interpreta la moglie di Richard, Bobi, e Sam Rockwell nel ruolo del suo avvocato.
Marconi, Portico, The Space, Uci Cinemas

Jojo Rabbit
di Taika Waititi con Scarlett Johansson, Taika Waititi, Sam Rockwell.
Jojo (Roman Griffin Davis) è un ragazzino di dieci anni con una fervida fantasia e un amico immaginario: Adolf Hitler. Se il padre è impegnato al fronte, la madre (Scarlett Johansson) è invece una fiera oppositrice del regime, e nasconde in casa Elsa, una ragazzina ebrea che ama il disegno, le poesie di Riilke e il fidanzato partigiano. Quando Jojo scopre la sua presenza in casa, dovrà scegliere definitivamente da che parte stare.
Commedia grottesca e surreale, ma anche apologo morale contro la guerra, il razzismo e ogni forma di totalitarismo, il film di Waititi mescola insolitamente umorismo bizzarro, gag paradossali e satira politica: il risultato è sorprendentemente felice.
Odeon, Stensen, The Space, Uci Cinemas

Hammamet
di Gianni Amelio con Pierfrancesco Favino, Claudia Gerini, Renato Carpentieri.
Gli ultimi sei mesi di vita del controverso leader del PSI Bettino Craxi (Pierfrancesco Favino), trascorsi ad Hammamet, in Tunisia, dove morì il 19 gennaio 2000. Latitante o perseguitato politico? Statista o no?
A distanza di vent’anni dalla sua morte, Amelio non offre risposte definitive, raccontando tra pubblico e privato l’agonia di un grande leader che arrivò all’ultimo appuntamento solo, malato e amareggiato. Ancora una volta impressionate la prova mimetica di Pierfrancesco Favino, che dopo il Tommaso Buscetta de Il Traditore di Marco Bellocchio, concede un’altra, straordinaria replica.
Adriano, Principe, Fiorella, The Space, Uci Cinemas

La Ragazza d’Autunno
di Kantemir Balagov con Vasilisa Perelygina, Konstantin Balakirev, Olga Dragunova.
Leningrado, 1945. L’assedio nazista è appena finito, e si contano i morti e le macerie: Iya è una giovane infermiera, affetta da traumi da stress, che si occupa del piccolo Pashka. Quando la vera madre del bambino, Masha, torna dal fronte, il figlio non c’è più, e Iya si sente in dovere di aiutarla per riuscire ad averne un altro, ad ogni costo.
Il bulgaro Balagov, non ancora trentenne, si conferma maestro dello sguardo e del colore, e dopo il bellissimo Tesnota dirige un dramma psicologico al femminile di raffinata eleganza e cura formale. La straordinaria fotografia è firmata da Ksenia Sereda. Presentato nella sezione “Un certain regard” al Festival di Cannes 2019.
Spazio Alfieri

Piccole Donne
di Greta Gerwig con Saoirse Ronan, Emma Watson, Timothée Chalamet, Meryl Streep.
Il percorso di crescita di una famiglia composta da sole donne: nel 1861 il signor March viene richiamato alle armi nel corso della guerra di Secessione americana, costringendo la moglie a occuparsi da sola della gestione della casa e dell’educazione delle quattro figlie: Jo (Saoirse Ronan), Meg (Emma Watson), Beth (Eliza Scanlen) ed Amy (Florence Pugh).
Tratto dall’omonimo romanzo di Louisa May Alcott, riunisce un cast d’eccezione per raccontare la forza e l’emancipazione femminile attraverso diverse generazioni di donne (e di attrici). Si tratta del quarto adattamento cinematografico del libro, dopo quello di George Cukor del 1933, con Katharine Hepburn, il remake di Mervyn Le Roy del 1949 con Janet Leigh ed Elizabeth Taylor, e la versione più recente del 1993 con Winona Ryder, Claire Danes e Kirsten Dunst.
Portico, The Space, Uci Cinemas

Tolo Tolo
di e con Checco Zalone.
Checco Zalone veste i panni di un comico napoletano che per sfuggire a un boss malavitoso decide di volare fino in Kenya, nella città di Malindi, vicino alla località costiera di Watamu. Ad aiutarlo, c’è solo un carabiniere, che diventerà suo amico e compagno di viaggio e sventure.
Prima regia assoluta per Checco Zalone, che non avrà al suo fianco il regista e sceneggiatore Gennaro Nunziante. Accanto a lui, c’è invece Paolo Virzì, in qualità di co-sceneggiatore, per una commedia che cerca di replicare i successi al botteghino di Sole a catinelle (2013) e Quo vado (2016).
Fiamma, Marconi, The Space, Uci Cinemas

Sorry We Missed You
di Ken Loach con Kris Hitchen, Debbie Honeywood, Rhys Stone.
Ricky (Kris Hitchen) e Abby (Debbie Honeywood) sono una coppia unita che vive a Newcastle con i due figli, il liceale Sebastian (Rhys Stone) e l’undicenne Liza Jane (Katie Proctor). Ricky ha svolto diversi mestieri mentre Abby si dedica all’assistenza domiciliare ad anziani e persone bisognose. Il loro sogno è quello di potersi permettere finalmente una casa di proprietà, quando il destino sembra offrirgli una possibilità: vendendo l’auto della moglie, infatti, Ricky può acquistare un furgone che gli consente di diventare un trasportatore freelance e incrementare i guadagni. Non tutto però va come previsto.
Precarietà, emarginazione e svalutazione del lavoro: dopo il successo di I, Daniel Blake, Ken Loach e il suo sceneggiatore Paul Laverty tornano a raccontare le contraddizioni della società britannica attraverso uno sguardo lucido, accurato e partecipe sui drammi della contemporaneità. Presentato in concorso a Cannes.
Flora, Spazio Uno

La Dea Fortuna
di Ferzan Ozpetek con Stefano Accorsi, Jasmine Trinca, Edoardo Leo.
Alessandro (Edoardo Leo) e Arturo (Stefano Accorsi) sono una coppia consolidata che vive insieme ormai da quindici anni. La loro vita sentimentale si trascina lungo una stanca routine, quando l’arrivo di due bambini di nove e dodici anni, lasciatigli in custodia da una carissima amica alle prese con gravi problemi di salute, porterà una svolta definitiva nel loro rapporto.
Dopo il suggestivo Napoli velata, Ozpetek torna a raccontare la fragilità dei sentimenti e i tormenti del cuore umano, riflettendo sul significato più autentico dell’amore, della famiglia e della genitorialità. Il titolo fa riferimento al Santuario della Fortuna Primigenia, a Roma, dove il personaggio interpretato dalla Trinca lavora.
Flora

Le sale cinematografiche in città

Marconi - viale Giannotti, 45r
Principe - viale Matteotti
Flora Atelier - piazza Dalmazia, 2r
S.M.S. San Quirico - via Pisana, 576 -
www.cinecittafirenze.it
Spazio Uno - via del Sole, 10 - www.cinemaspaziouno.it
Portico - via Capo di Mondo, 66/68 - cinemailportico.wordpress.com
Odeon - piazza Strozzi - www.odeonfirenze.com
The Space - via di Novoli, 2 - www.thespacecinema.it
Uci Cinemas - via del Cavallaccio - www.ucicinemas.it

Nella stessa categoria:

Firenze Spettacolo

Firenze Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055 212911 - Fax 055 2776309
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

bolognaspettacolo.it