Leggere per non dimenticare

Alle Oblate il fortunato ciclo d’incontri curato da Anna Benedetti, giunto alla XXIV stagione.

Da mercoledì 10 ottobre fino al 15 maggio, quest’anno sceglie le parole di Umberto Eco come leitmotiv: “Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria. Chi legge avrà vissuto 5.000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito… Perché la lettura è un’immortalità all’indietro”. Chiosa  per l’occasione il Sindaco Nardella: «[...] In un mondo dove ci si vanta dei like ma non si ricorda l’ultimo libro sfogliato, una rassegna come questa, per la quale ogni anno non ci stanchiamo di ringraziare Anna Benedetti per la sua tenacia e il suo impegno costante, sono sicuramente un argine all’ignoranza e uno stimolo a invertire la rotta».

Prossimi incontri...

Mercoledì 12 dicembre Ubaldo Morozzi “Un medico oltre il fronte. Il diario di Dino Giannotti ufficiale medico prigioniero degli Austriaci (1917-1918)” - presenta Franco Cardini.
Il diario di Dino Giannotti, ufficiale medico prigioniero degli austriaci (1917-1918), offre uno sguardo inedito sulla Grande Guerra: quello di un medico italiano che opera dietro le linee nemiche. Giannotti, nella sua doppia figura di medico e militare, è da una parte testimone delle terribili condizioni di vita dei prigionieri italiani nei lager e della popolazione nei territori invasi, mentre dall’altra osserva con attenzione le manovre del nemico, raccontando alcune delle pagine più significative della Grande Guerra come la battaglia del Solstizio e quella di Vittorio Veneto. Ubaldo Morozzi è laureato in Scienze Storiche all’Università di Firenze. La sua attività di ricerca e le sue pubblicazioni si concentrano, oltre che sul mondo religioso dell’età moderna, anche sulle relazioni internazionali dal XVIII al XX secolo.

Venerdì 14 dicembre Daniele Schön “Il cervello musicale. Il mistero svelato di Orfeo” - presenta Luca Berni.
La musica è fortemente presente in tutte le culture umane da migliaia di anni. In principio era il suono, una vibrazione. In questo libro l’autore spiega come i suoni viaggiano fino al cervello per creare la musica entrando nel condotto uditivo, per far vibrare la coclea. Trasformandoli in segnali elettrici per essere teletrasportati a velocità strabilianti in diverse frequenze per entrare in comunicazione con le diverse aree cerebrali. Daniele Schön è Direttore di Ricerca Cnrs all’Istituto di Neuroscienze dei sistemi a Marsiglia. Violoncellista, studia come il cervello codifichi la musica e come in cambio la musica modifichi le dinamiche cerebrali.

Biblioteca delle Oblate - Via dell’Oriuolo 24 - 055 2616512 - ore 17.30 - leggerepernondimenticare.it - ingresso gratuito

Nella stessa categoria:

Firenze Spettacolo

Firenze Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055 212911 - Fax 055 2776309
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

bolognaspettacolo.it