Sedotti da un'Officina

Bella scoperta sulla via Bolognese: Officina Dori.

Quando si dice la cucina della nonna. Spesso è retorica, ricordo di piatti semplici e sinceri, cucinati dalla Mitica per famiglie numerose, con più generazioni intorno al tavolo. Foto in bianco e nero di un’Italia perduta. Ma… se prendi l’auto e risali veloce i brevi e suggestivi tornanti della Bolognese, passato Trespiano e varcato Montorsoli – saranno 10 minuti da Firenze Libertà – ecco che scopri OFFICINA DORI, un locale lungo e vetrato che si distende sul panorama infinito del nord fiorentino e ti avvolge in un’atmosfera elegante, ombrosa e seducente, perfetta per una cena tête-à-tête o un ritrovo tra amici.

Un’impresa moderna che deve – eccoci al punto - molto alla signora Dori, madre del patron Stefano Bianchini e nonna del giovane Dario Bianchini. È lei ad aver dato vita da oltre 40 anni, ad una delle nostre più esclusive aziende di catering, al servizio delle migliori famiglie della Toscana e oltre. È lei ad aver dato l’impronta che figlio e nipote hanno saputo ben raccogliere sviluppando l’azienda e dando vita poco più di anno fa a questo ristorante che ci è piaciuto decisamente, capace di rivelare nei piatti un riuscito e originale equilibrio tra tradizione, territorio e innovazione. Spicca in particolare la tecnica di cottura: verdura, pesce e carne sono cotti a temperature costanti e molto basse. Così si preservano le qualità degli alimenti, che mantengono sapori e consistenze perfette.

Il menù si apre con due assaggi. Scelta tra mare, terra, vegetariano e specialità proprie. Se seguite la linea del mare ecco una Crema di ceci con cozze ai tre pepi e Gamberi fasciati con pasta kataifi con emulsione di mango; poi scegliamo i Mezzi Paccheri al Cacciucco di Livorno. Quindi un “bivio”: Catalana di baccalà o Branzino cotto nel coccio con frutti di mare?Il menù di terra prevede anch’esso una doppia partenza: Vellutata di piselli con julienne di Bazzone e Francesina di manzo con pane nero saltato al burro; opzione Veg con Zuppa tiepida di pomodoro e curcuma con melanzane croccanti e Millefoglie dell’orto con emulsione di Aceto Balsamico di Modena. Specialità proprie la Passata di cannellini con cialda di parmigiano al lardo e rosmarino e Sushi di tartara di fassona al tartufo.
Aria di Mugello - siamo vicini - nella pasta fresca con il tartufo locale con il croccante delle noci e pinoli; se amate il riso (Carnaroli) eccolo agli asparagi e ginger, se vi piace il bosco Gnocchi ai porcini con vellutata di pecorino mugellano; se cercate un sapore nuovo fusilli del pastificio Cav. Cocco con Gorgonzola dolce DOP e salsa di baccelli: da scoprire. Classicità nei secondi: Tagliata al lardo di Colonnata, Agnello al forno (le costolette!), Filetto di cinta al Vinsanto, Anatra al profumo di arancia U(con scorrette di tarocco di Sicilia), Filetto di limousine al tartufo.
Una cucina di gran gusto e sorprendente leggerezza, davvero una bella rivelazione. Non mancano squisiti dolci: noi abbiano apprezzato il cremoso al mandarino e ammirato lo zuccotto alla fiorentina che nei nostri menù non dovrebbe mancare mai. Ulteriore nota di merito: il coperto è compreso, così come il pane, fatto quotidianamente con farine selezionate e varie spezie.

OFFICINA DORI
Ristorante Officina Dori - Via Bolognese 9, Pian Di San Bartolo - 055 401562 - aperto a cena da mer a sab - Prezzi medi: due antipasti 15, primi 14-18; secondi 14-20; dessert 6-8

Nella stessa categoria:

giovedì 01 marzo 2018

Una Donna da 10!

lunedì 03 dicembre 2018

L’Enoteca per le feste

Firenze Spettacolo

Firenze Spettacolo

Nuova Editoriale Florence Press srl. Piazza Spirito 19 - 50125 Firenze
Tel. 055 212911 - Fax 055 2776309
Iscritta Registro Ditte del Tribunale di Firenze n. 61351 - CCIAA n. 0443616 | Cap. Soc. € 10.329,14 - Cod. fisc./P. IVA 04366030486

Social

bolognaspettacolo.it