Cerca

Risultati per: degustazione vino


Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /home/fol/web/firenzespettacolo.it/public_html/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /home/fol/web/firenzespettacolo.it/public_html/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /home/fol/web/firenzespettacolo.it/public_html/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /home/fol/web/firenzespettacolo.it/public_html/tags.php on line 188

La Vendemmia in Via Tornabuoni

La vendemmia 2021 entra nel vivo ed entra nel vivo anche la vita che ruota attorno al vino con eventi e appuntamenti che ci aiutano a scoprirlo e viverlo nella maniera più vera e appassionata. Ecco perchè God Save The Wine rilancia la Vendemmia in Via Tornabuoni, tradizionale appuntamento per parlare in maniera lieve ma seria della raccolta delle uve in corso e vivere il momento magico e affascinante che vede nascere i capolavori del vino italiano, per coinvolgere tutti in un momento così particolare, in cui l'informazione è sempre svagata e troppo banale. Cosa può esserci meglio del rapporto diretto con chi il vino lo fa?

ingresso 35 euro tutto compreso > ACQUISTA BIGLIETTO IN PREVENDITA QUI
indossare la mascherina, portare green pass, seguendo le regole in essere per i ristoranti
tavoli nella corte all’aperto e all’interno del locale
INFO E PRENOTAZIONI: info@firenzespettacolo.it - riceverete conferma scritta – 055 212911

info Obicà 055 2773526

La Vendemmia in Via Tornabuoni
con le prelibatezze della cucina di OBICÀ Mozzarella Bar

Palazzo Tornabuoni Firenze, Via de' Tornabuoni, 16 - 055 2773526

VINI PROTAGONISTI

BANFI
La Pettegola 2020, Vermentino, Toscana IGT
Cuvée Aurora 2017, Extra Brut, Alta Langa DOCG
Poggio alle Mura 2018, Rosso di Montalcino DOC
Poggio alle Mura 2016, Brunello di Montalcino DOCG

CONSORZIO ASOLO PROSECCO
Asolo Prosecco Docg Extra Brut
Asolo Prosecco Docg Brut
Asolo Prosecco Docg Extra Dry

CONSORZIO CHIARETTO E BARDOLINO
Montebaldo Bardolino Doc
La Rocca Bardolino Doc
Sommacampagna Bardolino Doc

CANTINE LUNAE
“LABIANCA” Liguria di Levante i.g.t. bianco 2020
“ETICHETTA NERA” Colli di Luni Vermentino d.o.c. 2020
“ALBAROLA” Colli di Luni Albarola d.o.c. 2020
“VERMENTINO NERO” Liguria di Levante i.g.t. Vermentino Nero 2020

VARRAMISTA
Vermentino Podere Cavallino 2020
Sterpato 2017
Frasca 2015
Varramista 2015

DIOTISALVI (Veneto)
Penombra Prosecco Doc Treviso Bio
Empativo prosecco docg
Tai 2019 Bio
Assolato Bronner Piwi Bio
Blunotte Merlot/Cabernet Franc Doc Bio

SAN FELICE
Avane Chardonnay Toscana IGT 2019
Vigorello Toscana IGT 2017
Bell’Aja Bolgheri Superiore IGT 2018

TOLAINI

Chianti Classico Vallenuova 2019
Chianti Classico Gran Selezione Vigna Montebello Sette 2017
Al Passo IGT Rosso 2018
Valdisanti IGT Rosso 2018
Picconero 2018 IGT Rosso 2016

FATTORIA DI MONTELLORI
Montellori Pas Dosè 2013
Salamartano Toscana IGT 2015
Dicatum Sangiovese IGT 2016

TENUTA DI ARTIMINO
BARCO REALE DI CARMIGNANO ROSATO DOC 2020
CARMIGNANO DOCG 2017
CARMIGNANO RISERVA DOCG 2015
IRIS IGT 2016

VIGNAIOLE 2.0
Cantina Tonello
‘IoTeti’ Lessini Durello DOC RISERVA 2017
Le Guaite di Noemi
Valpolicella Superiore DOC 2011
Colle Adimari
‘Liber’ IGT Toscana Sangiovese 2020
senza solfiti aggiunti
Cantina Scuropasso
 Roccapietra Zero 2015
VSQ metodo classico
Azienda Vitivinicola Socci
IGT Marche Bianco
‘Deserto’ 2020
100% Verdicchio
Cantina Zucchi
Lambrusco di Sorbara DOP
‘Purezza’ 2020
Metodo Charmat Spumante Brut Rosso 100%Lambrusco di Sorbara
Piccoli
Valpolicella doc  superiore ‘Rocolo’ 2017
Benazzoli
‘Tecla’ Chiaretto di Bardolino 2020

WINELIVERY
Champagne Boulard Bauquaire Brut Tradition
Rhonea, Rosè di Provenza "La Pierre du Diable"
Martin Luneau, Muscadet de Sèvre et Maine, Muscadet Tradition

VINERIA MODERNA
A Firenze enoteca in bottega e online
IL Legale Liquori: ILLEGALE Vermouth di Toscana Rosso
E’ Jamu: Parresia IGT Bianco Toscana 2019
Zimbato Chianti DOCG 2019
La Salceta: Osato Valdarno di Sopra DOC Rosato 2019
La Nocetta IGT Toscana Rosso 2016
Ruschieto IGT Toscana Rosso 2014
Borgo Macereto: Doppiosenso IGT Bianco Toscana 2020
La Fuga Chianti Rufina DOCG 2019
Vegni e Medaglini: Ciliegiolo Maremma Toscana DOC 2019
I Fontini Vermentino IGT Toscana Bianco 2020

MENÙ
formula servita al tavolo

PRIMO PIATTO
Tartare di Pomodoro Biologico
Bocconcino di Mozzarellacon Zucchine alla Scapecee Pinoli
Stracciatella Pugliesecon Tartufo Nero Estivo Sotto’olio

SECONDO PIATTO
Pizzetta Bufala DOP e Pizzetta Cotto e Carciofi
Crocchetta di Tonno con Battuta di Pomodoro

TERZO PIATTO
Tortelloni Freschi
di Mozzarella e Limone, con Melanzane, Pomodori Datterini,
Scaglie di Parmigiano Reggiano di Vacca Bianca Modenese 30 mesi
Mini Burger di Chianina
con Salsa di Papacelle Napoletane, Pancetta Affumicata e Mozzarella

QUARTO PIATTO
Mini Tiramisù
Mini Torta Caprese

Acqua Naturale e Gassata
Cestino di Pane, Focaccia e Grissini
-----------------------------------------------------
God Save The Wine
a new way for wine tasting

THE WINE LOVERS COMMUNITY
Festival promosso da Firenze Spettacolo - Direzione artistica Andrea Gori
servizi PromoWine 
FB God Save The Wine – IG godsavethe_wine - www.godsavethewine.com 

Luci a Merano

Luci a Merano, all’atteso ritorno in presenza del festival creato trent’anni fa da The WineHunter Helmuth Köcher, carismatica personalità altoatesina, noto protagonista del mondo enogastronomico italiano.

A causa delle normative covid le aziende vinicole espositrici sono state distribuite in due turni principali in due giornate distinte. Così come le aziende del food nella sezione Arena Gourmet. Quindi, per capirsi, chi visitava la fiera venerdì e sabato trovava un certo numero di aziende, mentre la domenica e lunedì ne arrivavano altre. Una staffetta espositiva che aveva il vantaggio di assegnare spazi più larghi agli espositori e diluire la partecipazione del pubblico, anche in osservanza alle disposizioni sanitarie vigenti. Circa 1000 persone massimo al giorno potevano entrare nella Kurhaus, mentre in condizioni normali ne arrivavano oltre 3500 al giorno.

Una situazione che, perdurando nel tempo l’effetto della pandemia, come ad oggi appare assai probabile, porta le manifestazioni fieristiche ad orientarsi in modo sempre più stringente verso un diverso futuro. Suggerendo forse la rinuncia alla possibilità di ibridare una fiera professionale dal classico formato business-to-business in un evento di massa con grande partecipazione del pubblico degli appassionati.
D’altra parte anche la fiera business-to-business ha i suoi problemi nel momento in cui i viaggi internazionali sono limitati, se non interdetti, e quindi vengono spesso e volentieri a mancare le possibilità di incontrare i buyers internazionali e quindi la possibilità di giustificare l’investimento nella fiera - che è sempre molto impegnativo - come strumento utile e necessario alla propria crescita.

La formula ridotta ha permesso comunque a espositori, buyer e visitatori di vivere con più pacatezza questa edizione speciale: oltre 5.000 le presenze registrate dall’organizzazione nelle cinque giornate con oltre 600 produttori partecipanti tra case vitivinicole, spirits e culinaria.
Oltre alla Selezione Ufficiale e alla frequentatissima Gourmet Arena (100 produttori per volta, anch’essi suddivisi in due sessioni) anche diversi fuori salone tra cui Naturae et Purae bio&dinamica in esposizione in tutte le giornate all’Hotel delle Terme e la cavalcata in Champagne il martedì, ultimo giorno.

Appuntamento dal 4 all’8 novembre 2022 per la 31^ edizione che vedrà l’affluenza di non oltre 1.500 persone al giorno puntando a un parterre di intenditori.


#mwf2021  #30mwf   #thewinehunter 

ROCK the WINE!

E per l’occasione un vino al debutto da non perdere, the Hampton Water Rose Wine by Jon Bon Jovi.

INFO E PRENOTAZIONI
La serata prevede posti e tavoli assegnati, 35 euro tutto compreso, degustazioni vini illimitate e cena servita.
Info 055 212911 – info@firenzespettacolo.it
PREVENDITE https://shop.link2ticket.nl/S/Event/A1hXcUMFel1CVw/A1hXcUMFd11AVQ


per partecipare seguire le regole in essere per i ristoranti – necessario super green pass


Capitolo 8 della nostra avventura rock che balza sul palco di Hard Rock Cafe per l’edizione più scoppiettante e alternativa dell’anno! Una “missione” ideale per portare lo spirito del rock nel mondo del vino. Un atteggiamento ribelle alle regole della degustazione classica e la rottura degli schemi ingessati del consumo tradizionale.
Un appuntamento cult nel nostro calendario, protagonista l’incontro-scontro con la gastronomia americana: burgers, involtini, Texas e Southern Comfort Food che Hard Rock ha portato nel mondo.
Tra le case vinicole partecipanti un’esclusiva novità al debutto sul mercato italiano, Hampton Water Rose Wine by Jon Bon Jovi, firmato dal celebre leader del gruppo rock statunitense formatosi nel 1983 nel New Jersey.
Dalle 20.30 sul palco si esibiranno inoltre i Last Minute Dirty Band !

Questo il menù gastronomico
Antipasto Classico HRC (servito al piatto)
Piccolo antipasto di Wings, Onion Rings e Tupelo Chicken Tenders
More than Words - Main Course
AMERICAN SLIDERS
Mini Original Legendary Burger
Hamburger guarnito con pancetta affumicata, formaggio cheddar, anello di cipolla croccante, una foglia di lattuga e una fetta di pomodoro fresco.
Mini BBQ Pulled Pork
Carne di maiale condita con la nostra salsa barbecue, cetriolini ed insalatina coleslaw.
Serviti con contorno di patatine fritte oppure insalata mista.
Dessert
Mini brownie
Mini panna cotta al caramello
Mini tiramisu’
Bevande
Soda (Coca Cola, Coca Zero, Fanta, Sprite), Acqua Minerale Naturale o Frizzante

Vini protagonisti
Novità Assoluta
HAMPTON WATER ROSE WINE by JON BON JOVI
Vino firmato dal celebre leader del gruppo rock statunitense formatosi nel 1983 nel New Jersey.

CANTELE (Puglia)
Rohesia Metodo Classico Rosé Pas Dosé 2015
Rohesia Susumaniello 2020
Teresa Manara Chardonnay 2020
Teresa Manara Negroamaro 2018

NATIV (Campania)
Taurasi DOCG
Rue 333 , Velluto rosso
Aglianico Beneventano Fiano di Avellino
Fontana del sambuco e Greco di tufo
Vico Storto

PICCINI 1882
Piccini Brunello di Montalcino 2016
Piccini Pinocchio Rosso d’Italia
Piccini Sasso al Poggio Toscana IGT 2017
Piccini Venetian Dress Prosecco Rosé 2020
Costa Toscana Vermentino IGT 2020

TORRE BISENZIO (Umbria)
IGT Umbria Grechetto “Bianco di Bisenzio” 2019 Biologico
IGT Umbria Sauvignon “Ambris” 2019 Biologico
IGT Umbria Rosso “Il Pugnalone” 2017 Biologico
IGT Umbria Sangiovese 2015 Biologico
Spumante metodo classico Brut Nature Rosè (da uve di Pinto nero) 2018

MORMORAIA
Vernaccia San Gimignano bio Suavis
Chianti Colli Senesi
Rosato Gaudium
 
MAREMMALTA
Syrah Poggiomaestro
Vermentino Micante
Ciliegiolo Maremma
 
MARCHESI GONDI
Chianti Rufina san Giuliano
Chianti Rufina riserva Pian dei Sorbi
Mazzaferrata
 
FATTORIA DI LAVACCHIO
Bianco Puro Senza Solfiti
Chianti puro
Chianti riserva Puro
 
BIRRIFICIO L"OLMAIA
Tangerine "BITTER ALE"
Starship " IPA"
Duck "ALE "
Olmaia la 5 "GOLDEN ALE"

Villa Bossi in Verticale

Metti una domenica di febbraio a Palazzo Gondi in Piazza San Firenze, in occasione delle anteprime dei Vini di Toscana.
Metti una serata con scenografia da cinema nella sala del camino di uno dei palazzi storici più belli di Firenze.
Metti la Famiglia Gondi che presenta una verticale del suo vino "Villa Bossi" guidata dal Master of Wine Gabriele Gorelli.
Dimenticato qualcosa? :-)

Villa Bossi è da sempre emblema e massima espressione dell’azienda nel Chianti Rufina. Storicamente viene dal vigneto più importante, Poggio Diamante. In questa verticale ripercorriamo gli ultimi 50 anni di storia dell’azienda.
La Marchesi Godi - Tenuta Bossi è situata nel cuore della celebre zona vitivinicola, conosciuta fin dall’epoca degli Etruschi. Con i suoi 315 ettari, 20 di vigneti, 32 ad oliveti, boschi e cereali. Qui si producono Chianti Rufina DOCG, Rosso Colli della Toscana Centrale IGT, Bianco Colli dell’Etruria Centrale DOC, Rosato Colli della Toscana Centrale IGT e Vinsanto del Chianti Rufina riserva DOC.


Protagonisti della verticale: Villa Bossi 1979 Chianti Rufina DOC, Villa Bossi 1982 Chianti Rufina Riserva DOC, Villa Bossi 1992 Chianti Rufina Riserva DOCG, Villa Bossi 1997 Chianti Rufina Riserva DOCG, Magnum Villa Bossi 2000 Chianti Rufina Riserva DOCG, Magnum Villa Bossi 2003 Chianti Riserva DOCG, Magnum Villa Bossi 2007 Chianti Rufina Riserva DOCG, Magnum Villa Bossi 2012 Chianti Rufina Riserva DOCG, Magnum Villa Bossi 2015 Chianti Rufina Riserva DOCG, Magnum Villa Bossi 2016 Chianti Rufina Riserva DOCG, Magnum Villa Bossi 2015 Chianti Rufina Riserva DOCG, Magnum Villa Bossi 2018 Chianti Rufina Riserva DOCG, Magnum Poggio Diamante 2018 Chianti Rufina Riserva DOCG.

Una esperienza audace che evidenzia tutte le caratteristiche migliori di questo vitigno e di questo vino, morbido e piacevole anche nelle sue annate più datate.
Trova la migliore espressione - a nostro avviso - nelle bottiglie del primo decennio del nuovo millenio, ma sorprende sempre. Da notare anche l’ultima creazione Poggio Diamante. Un ritorno al Sangiovese in purezza in linea con il marchio Terraelectae, di cui vi avevamo parlato qui.

A Pranzo con vista sulla Val di Cembra

Cembra - Cantina di Montagna è un progetto che nasce in una delle valli più spettacolari delle Dolomiti a circa 700 metri slm. 

La Val di Cembra si trova a pochi km a nord-est di Trento. Risalendo i tornanti si scopre un mondo autentico e intatto dove la bellezza della montagna dialoga con una viticoltura eroica. Minuscoli borghi sospesi nel tempo punteggiano un paesaggio in cui i vigneti sono protagonisti assoluti: lambiscono le strade, le case e si arrampicano, su ripide scalinate, da 500 fino a quasi 900 metri slm.

La cantina sociale conta su circa 300 ettari vitati suddivisi in piccoli appezzamenti (con una superficie media inferiore al mezzo ettaro l’uno) per lo più adagiati sulla sponda destra dell’Avisio, il fiume che nei millenni ha inciso e plasmato la valle, per poi tuffarsi nell’Adige. 

I quasi 300 piccoli conferitori della Cantina, con la supervisione dell’enologo Stefano Rossi qui ormai da 10 anni, curano con passione vigne che toccano i 900 metri slm, con pendenze anche oltre il 40%, e che richiedono oltre 800 ore/ettaro/uomo all’anno. Sono i custodi della Valle, mossi dal desiderio di portare avanti la tradizione della viticoltura locale trasmettendo la loro esperienza, eredità di famiglia, alle nuove generazioni.

Stefano Rossi ha raccontato in anteprima le annate 2022 di Müller Thurgau, Riesling, Chardonnay e la 2019 di Zymbra un blend selezionato di questi tre vitigni. 


Grazie a questo lavoro eroico e al know-how di CEMBRA Cantina di Montagna, oggi Müller Thurgau, Riesling e Chardonnay sono tre fieri ambasciatori del loro territorio, tre solisti uniti da una comune verticalità e da un corredo aromatico ben definito messo ancor più in risalto nell’annata 2022.
Il clima siccitoso e con temperature più alte della media della prima parte della stagione vegetativa è stato bilanciato dalle piogge di agosto e dalle marcate escursioni termiche di settembre che hanno consentito una buona maturazione fenolica delle uve, arrivate in cantina sane, con gradazioni zuccherine buone e ottime componenti aromatiche. 

I VINI

Il Müller Thurgau nasce dai vigneti più alti, selezionati dai 700 ai 900 metri slm, ricchi di scaglie di porfido e sabbia ed esposti per lo più a est e a sud. Nel 2022, dopo la vendemmia del 12 settembre, i grappoli sono stati pressati delicatamente e la vinificazione in acciaio ha preservato intatti i preziosi sentori floreali e agrumati della varietà. 

Il Riesling arriva da vigne tra i 500 e i 650 metri slm, prevalentemente sabbiose ed esposte a sud/sud-ovest. Raccolto il 19 settembre, è stato vinificato in acciaio e, per una piccola parte, in botti di rovere francese. Nel bicchiere sprigiona note di frutta bianca matura insieme alla sua peculiare mineralità.

Lo Chardonnay nasce in due appezzamenti con suoli ricchi di sabbia tra i 500 e i 600 metri slm, e deve il suo corpo e la sua ricchezza all’ottima esposizione soleggiata. Vendemmiato il 10 settembre, dopo una pressatura soffice è passato in acciaio e in piccola percentuale anche in barrique. Dal primo sorso colpisce per il suo bouquet con frutta tropicale e spezie.

Müller Thurgau, Riesling e Chardonnay annata 2022 sono in uscita sul mercato a giugno-luglio, dopo un affinamento in bottiglia di oltre un anno, un riposo extra che supporta l’espressione più piena della loro personalità. 

Nel 2023 si è aggiunto alla collezione Zymbra, cuvée bianca che ritrae la complessità di CEMBRA. Infatti, solo i migliori grappoli dei vitigni bianchi simbolo della valle sono stati scelti nel 2019 per questo vino, salendo progressivamente di quota: lo Chardonnay più interessante è stato raccolto a 450-500 metri slm, il Riesling a 500-600 metri e il Müller Thurgau a ben 800 metri slm. In cantina, le tre varietà sono state vinificate separatamente ma non lo stesso approccio delicato: pressatura dolce, fermentazione e affinamento in serbatoi di acciaio inox a temperatura controllata e soltanto una piccola parte è stata destinata a barrique di rovere francese, dove è rimasta ad affinare per circa 24 mesi. Dopo l’assemblaggio, la cuvée ha potuto riposare 18 mesi in bottiglia prima del debutto sul mercato nell’autunno 2023. 

Infine, il Trento Doc Oro Rosso, Riserva Pas Dosé millesimata, ora sul mercato con l’annata 2018. La vendemmia per questo Trento Doc che nasce da vigne di Chardonnay tra i 600 e i 750 metri slm si è svolta nei primi giorni di settembre. Le uve vengono sempre portate il più velocemente possibile alla pressa Marmonier, che consente una pressatura estremamente delicata, asseconda la robustezza della buccia e ne evita la frantumazione per ottenere un mosto fiore di altissima qualità. L’operazione è estremamente delicata e lenta, di 3-4 ore per 30 quintali d’uva (capacità massima del torchio), e la resa in mosto fiore limpido e di altissima qualità è pari al 50-52%. Successivamente avviene una decantazione statica a freddo e una fermentazione a temperatura controllata (18°C) a cui segue l’affinamento sulle lisi per circa 6 mesi in serbatoi di acciaio inox. Dal tiraggio, nella primavera 2019, Oro Rosso ha riposato in bottiglia fino alla sboccatura a inizio novembre 2023, per un affinamento complessivo di almeno 48 mesi. Nel calice è profondo e cremoso, con note di orzo e pasticceria, e l’omaggio al porfido che porta nel nome si ritrova nel sorso particolarmente sapido.

Unico interprete in rosso è il Pinot Nero (non presente alla degustazione), che quest’anno uscirà sul mercato in autunno con l’annata 2021. I grappoli crescono tra i 500 e i 600 metri slm e sono raccolti in media a fine settembre-inizio ottobre. La vinificazione molto rispettosa prevede una macerazione a freddo per qualche giorno e una fermentazione in anfore Tava, piccole botti di legno aperte e serbatoi d’acciaio inox con frequenti follature per estrarre aromi e colore per circa 15 giorni. Il Pinot Nero matura poi in piccole botti di rovere francese per 12 mesi. 


CEMBRA Cantina di Montagna - Viale IV Novembre, 72 Cembra Lisignago (TN) - www.cembracantinadimontagna.it - a Firenze è rappresentata da Lorenzo Berti info@bertirappresentanze.com

site map