Cerca

Risultati per: firenze


Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

Warning: date() expects parameter 2 to be int, string given in /opt/sites/www.firenzespettacolo.it/web/tags.php on line 188

da Fulvio in Santo Spirito

Trattoria d’artista in Santo Spirito animata da Fulvio Franchini. Cucina semplice ma non banale, atmosfera hipster che si sposa perfettamente con la San Frediano che … resiste!

Qualche piatto: Tortellacci di patate al ragù o gnocchi crema di zucca e cozze. Tra i secondi Braciola di manzo fritta, bocconcini di pollo al limone. Specialità della casa 1kg di cozze alla marinara o al vino bianco o alla créme con patatine fritte. Prezzi medi.

Via Sant’Agostino 10r - 055 0135039 - aperto tutti i giorni pranzo e cena - Fb hostariadafulvio

La Buca San Giovanni

Una cucina toscana trionfante ed elegante, in un ambiente affascinante, una delle “buche” storiche della città, di fronte al Battistero, amata da attori e celebrità ritratti in tante foto esposte sulle pareti.

Gianni Frijia, imprenditore-ristoratore, con i fratelli ha fatto della Buca un nuovo “classico”, frequentato da sportivi di fama. Cucina di netta impronta toscana, in piatti classici e godibili: pappa e ribollita, rigatoni e tagliolini (ai porcini, al tartufo), pici ai carciofi e lardo, ma anche paccheri con gamberi e cozze e linguine vongole e broccoletti. Poi stracotto, ossobuco, maialino confit, filetto Rossini e Chateaubriand: anche pesce con salmone arrosto, baccalà mantecato, branzino e orata arrosto. Dolci fatti in casa: millefoglie con crema arancia e cannella, cheese cake all’amarena, tiramisù, tortino e crème caramel. Carta dei vini con focus sui migliori rossi di Toscana.

Piazza San Giovanni, 8 - 055 287612 - aperto tutti i giorni pranzo e cena fino alle 23 - www.bucasangiovanni.it
Prezzi: primi 10/15 euro, secondi 19/25, dessert 8.

 

Il Primo Giorno dell'Anno succede questo...

MERCOLEDì 1

Ort al Verdi - Concerto di Capodanno - B. Venezi, Direttore - ore 17

Pergola - Ditegli sempre di sì regia R. Andò - ore 20.45

Niccolini - L’acqua cheta La Compagnia delle Seggiole

Rifredi - Odore di chiuso con e regia di A.B. Savelli - ore 18

Cestello - Stasera grande rivista, Una Notte sul Nilo con e regia B. Maresca - ore 16.45

Popolo di Castelfiorentino - Concerto di Capodanno con la Filarmonica G.Verdi di Castelfiorentino - Direttore S. Mangini - ore 17

Verdi di Pisa - Concerto di Capodanno - Orchestra Arché - F. Pasqualetti, Direttore - D. Godoy, tenore - ore 18

Esce nei Cinema Tolo Tolo di e con C. Zalone

Il Girone dei Tartufi

La Sagra del Girone si fà! L'organizzazione ha fatto un grosso sforzo per essere in regola e offrire la possibilità di degustare le mitiche specialità al tartufo anche quest'anno.

Da sabato 4 Settembre e per ben 23 giorni, riapre la Sagra del Tartufo e Festa del Volontariato, della S.M.S. Croce Azzurra di Pontassieve, sezione del Girone, che costituisce un appuntamento fondamentale oltre che essere  la principale forma di autofinanziamento per gli scopi sociali della Sezione (servizi di accompagnamento, ambulanza, gestione ambulatori medici, assistenza anziani, ecc.), quest’anno ancora più necessario.

Il menù è a base di tartufo con le tradizionali gustosissime specialità a prezzi convenienti anche in tempi di crisi: Carpaccio, Sformati, Taglierini, Tortelli, Lasagne, Uova, Tartare, Bistecche e Tagliate alla griglia, Hamburger, Tartare, Carpaccio, Pizze… e anche nuove proposte.
Per chi non ama il tartufo nessun problema, le stesse specialità si trovan anche senza tartufo, da provare assolutamente la bistecca per due!


La Sagra è organizzata insieme al Circolo ricreativo culturale ARCI Il Girone e si svolge tutti i giorni fino al 26 settembre, nei locali al coperto accanto allo stesso circolo, in Piazza Pertini al Girone (Fiesole).

Prenotazioni anche sul sito web, dove è anche possibile ordinare prima di arrivare, attraverso il  menù, avrete così la precedenza per sedervi!

Prenotazione obbligatoria con due turni alle 19,30 e alle 21,15, per poter rispettare le normative anti Covid19 e Green-pass obbligatorio.
informazioni: 331 4480285 (dalle 16 alle 18) - tutti i giorni dalle 19.30 - sagratartufo@gmail.com - Pagina Fb - parcheggio gratuito


Hard Rock Cafe fa 50 e si regala Leo Messi

Lunedì 14 giugno in tutto il mondo si sono festeggiati i primi 50 anni di Hard Rock, la catena famosa in tutto il mondo per la ristorazione ‘American style’, il merchandising e la collezione di cimelil musicali più grande al mondo. 

Al ristorante-store fiorentino, che ne ha compiuti 10, si è tenuta una cena spettacolo che ha visto protagonista, oltre alle grandi ricette iconiche, uno spettacolo di luci e musica inedito curato da Lumen Invoco, una suggestiva performance luminosa di ballerine professioniste che ha intrattenuto il pubblico durante la serata, conclusasi con il tradizionale taglio della torta e un discorso di incoraggiamento per l’uscita dal periodo pandemico del General Manager Daniele Beretta.



Una bella serata che è servita anche per festeggiare l’annuncio della storica collaborazione con la leggenda del calcio Lionel Messi. Il sei volte Pallone d’Oro e numero 10 della nazionale Argentina ha firmato un accordo quinquennale come ambasciatore mondiale del brand, il primo tra gli sportivi a ricoprire questo ruolo.

La collaborazione richiama le radici di Hard Rock: le Classic T-Shirt, ormai famose in tutto il mondo, sono state realizzate quando il primo Cafe di Londra ha sponsorizzato una squadra di calcio locale agli inizi degli anni '70, mettendo il proprio logo sulle maglie da gioco. Le casacche inutilizzate furono restituite al Cafe e poi regalate ai clienti più affezionati. Alla fine, il ristorante ha dovuto allestire uno stand separato per gestire proprio la vendita di questo materiale. Fino ad oggi, la Classic T-shirt di Hard Rock rimane parte integrante dell'identità del marchio.


In virtù della prestigiosa partnership, Hard Rock ha realizzato una nuova collezione ispirata al suo nuovo ambasciatore. Oltre allo speciale logo del 50° anniversario, il concept esalta alcune delle caratteristiche più importanti del campione argentino, come il leone, il numero 10 e il suo stesso logo. Questa collezione si unisce alla linea di merchandising del marchio, disponibile in tutti i suoi negozi e nello shop online.

La partnership fa parte di "Live Greatness" la nuova campagna che Hard Rock lancia per il suo 50° anniversario, per segnare un prima e un dopo nella storia del brand: onorando il passato, ma facendo brillare una luce nuova nel futuro.

In questa campagna, Messi fa il suo debutto come ambasciatore, protagonista di uno spot che unisce in modo originale le sue abilità con il pallone, e che prende posto tra gli amati cimeli del marchio.

Via de’ Brunelleschi 1 - Piazza della Repubblica - 055 277841 -  info e prenotazioni: florence.sales@hardrock.com - www.hardrockcafe.com/location/florence

Parola d'ordine: Riaprire in Sicurezza!

L’associazione “Le Cento Botteghe” che rappresenta le attività commerciali di Via Gioberti, oltre 150 tra negozi, servizi, botteghe storiche e locali di somministrazione, lancia il suo grido d’allarme: in sostanza affermano che bisogna riaprire subito, non oltre il 3 dicembre, ovviamente rispettando mascherine, distanziamenti e igiene, ma dobbiamo ricominciare a lavorare. Altrimenti ci aspetta un disastro e una mortalità sociale senza precedenti…

Il primo Centro Commerciale Naturale della città dichiara: “Comprendiamo perfettamente l’esigenza sanitaria e abbiamo accettato come tutti la chiusura durante il primo lock down chiudendo le attività. Poi con serietà e responsabilità le abbiamo riaperte - si legge nel comunicato - rispettosi di tutte le norme igienico sanitarie e investendo in sistemi e prodotti di sicurezza e igiene (…).”

“Abbiamo avuto fiducia nelle nostre Istituzioni e abbiamo immaginato che il Natale ci avrebbe in parte ripagato dei sacrifici di quest’anno. Abbiamo quindi acquistato e riempito i nostri negozi di prodotti e merci malgrado ci costasse molta fatica o addirittura non potessimo permettercelo, ma eravamo fiduciosi.
Oggi però ci sentiamo imbrogliati e sentiamo la nostra fiducia tradita, sentimenti che insieme alla paura non possono che sfociare in rabbia.
Non possiamo proprio comprendere quale pensiero abbia condotto alla stesura degli allegati 23 e 24 del DPCM del 3 Novembre che costringe alla chiusura nelle regioni rosse solo alcune categorie merceologiche.
 Sicuramente le categorie costrette a chiudere in base al suddetto decreto sono le meno necessarie, rappresentano beni superflui, non strettamente necessari o comunque non soggetti ad urgenza, ma nello stesso tempo si tratta prevalentemente di attività che non creano assembramenti o dove si possono comunque agire facilmente controlli e misure di contenimento dei rischi.
Inoltre il numero delle attività interessate dalla chiusura è davvero esiguo in rapporto a tutte le attività che restano aperte e facciamo fatica a credere che l’impatto di queste chiusure sui contagi e la circolazione del virus possa essere effettivamente rilevante. 
Riteniamo inoltre inaccettabili le modalità attraverso le quali in Toscana siamo passati in soli quattro giorni da zona arancione a zona rossa. Siamo rimasti attoniti, nessuno se l’aspettava e la notizia è stata data senza chiarezza e trasparenza, di fatto non sappiamo sulla base di quali dati sia stata presa questa decisione.” 

E prosegue: “Non è ammissibile non avere ancora un orizzonte chiaro rispetto al Natale, se almeno ci aveste detto che la chiusura di novembre serviva a salvare le vendite del mese di dicembre ci saremmo almeno potuti aggrappare alla speranza di recuperare. Ma corrono notizie davvero poco rassicuranti per non dire completamente folli come un’eventuale riapertura al 15 di dicembre, con lo scopo di affollare in quei nove giorni marciapiedi e negozi?
Evidentemente non avete nessuna idea del danno economico che un eventuale mancato Natale procurerebbe a chi ci ha già investito, sappiate che con i vostri ristori noi al massimo ci paghiamo qualche bolletta. 
Non volevamo sentire parlare di ristori a metà novembre, ma di strategie e disegni concreti per far fronte all’emergenza della seconda ondata di Covid che per quanto inaspettata nelle dimensioni non avrebbe dovuto cogliervi così impreparati.
 Noi eravamo pronti a fare ancora di più di quello che già stiamo facendo da mesi per limitare al massimo le possibilità di contagio nei nostri locali.
Lo siamo ancora ovviamente, disposti ad assumerci responsabilità e a trovare strategie alternative, orari ridotti, contingentamenti dei flussi, distanziamenti più rigidi, nuove regole.
Il commercio di prossimità è un attore sociale importante, trasmette valori, diffonde informazioni e costruisce senso di comunità, basterebbe ricercaste la nostra collaborazione e il nostro coinvolgimento. 
Abbiamo bisogno di riaprire al massimo il 3 di dicembre le nostre attività, non possiamo andare oltre.
 Di fronte agli spot di Amazon che imperversano in tv e che invitano a comprare in anticipo i regali di Natale ci sentiamo tanto piccoli e a rischio di estinzione”. 

Le Cento Botteghe chiedono in sostanza alle istituzioni nazionali di rivedere e correggere gli allegati 23 e 24 del DPCM del 3 novembre inserendo anche quelle categorie merceologiche escluse dalla lista.
Chiedono alle istituzioni locali un incontro per capire le loro posizioni su quanto espresso nella lettera. Lettera che si conclude con un mezzo avvertimento, quasi un ultimatum, sicuramente un’azione disperata: “sono molti gli esercenti che al 3 di dicembre sono intenzionati ad aprire anche se non autorizzati. Sono impauriti, disperati, sfiduciati e molto arrabbiati.

La palla ora passa alle istituzioni che oltre a dover gestire la pressione degli operatori sanitari iniziano a fare i conti con quella della società civile. Seguono aggiornamenti.

Fattoria in Festa

In primo piano le attività natalizie per bambini dai 3 ai 10 anni in collaborazione con Labsitters.

Inoltre tante idee per acquisti, dai prodotti genuini dell'orto, alle varie confezioni di olio nuovo, sino ai pacchetti esperienze per poter regalare un giorno in Fattoria a tutte le persone care.
Disponibilità per creare pacchetti su misura.

Fattoria di Maiano - Via Benedetto da Maiano 11 Fiesole (FI) – info e prenot. 055 599600 - esperienze@contemiarifulcis.it - info e prenot. maiano@contemiarifulcis.it

Suonala ancora.... Gilò!

Raffinato locale firmato dallo stilista fiorentino della pelle Gianfranco Lotti in tandem con l'ex bar manager dell'Hotel Excelsior Mario D'Onghia. Adatto ai diversi momenti della serata e rivolto ad amanti della musica, del bere e del mangiare bene, è ideale per un drink, o solo per cenare, o per entrambe le cose (aperitivo 12 euro, cucina aperta con menu di stagione fino a mezzanotte).


Lo chef Salvatore Caiello propone un menù di piatti classici a trazione stagionale (singole portate dai 15-25 euro, dessert 10). Scelta di vini adeguata, ottimi cocktail e long drink dall’american bar. Il tutto, accompagnato da musica live tutte le sere. Interessante per cene aziendali, eventi e feste private.  


Tra le novità del mese un nuovo menu a prevalenza marina e il pranzo smart con 1 piatto + acqua + calice di vino a 13 euro e da asporto a 12 senza vino. 


Mario and company riprendono a servire i propri clienti in totale sicurezza, in ottemperanza con tutte le misure igienico – sanitarie e di distanziamento previste dai protocolli dettati dal Governo. 


Sul nostro E-SHOP offerte 2x1 

Cocktail e Piano Bar, Ristorante - Via dei Fossi, 44/r - 055 283393 - da mar a sab pranzo e cena (chiuso dom e lun) tavoli all’aperto - www.gilopianobar.com - FB: Gilò Pianobar

Cena a quattro mani a Villa La Massa

VENERDÌ 22 OTTOBRE - CENA A 4 MANI

Lo chef di Villa La Massa Stefano Ballarino con Michele Zambanini Executive chef di Villa D'Este per una cena gourmet al sapore d'autunno.
MENU



IL VERROCCHIO
Ristorante di Villa La Massa - Via della Massa 24, Candeli - 055 62611 aperto a cena tutte le sere - www.villalamassa.com

LA NOSTRA RECENSIONE - SETTEMBRE 2021

Un nuovo Verrocchio a Villa La Massa
Un giovane chef al timone del ristorante del fascinoso hotel. Stefano Ballarino viene dal Trentino per… “rinfrescare” i sapori toscani.

La location romantica e inconsueta c’era già. Un ex mulino del XV secolo, una terrazza a filo d’acqua, le ombre cangianti delle notti d’estate e le fiamme flebili delle candele. Villa La Massa é un gioiello architettonico dell'epoca medicea, e il Ristorante Il Verrocchio si sviluppa in sale raffinate, con imponenti vetrate per godere della vista sul fiume in ogni stagione, ma è la terrazza sull’Arno in estate il luogo che dovete scegliere per una serata intima e suggestiva.

Ora che poi si è aggiunta una nuova energia in cucina, un vento del nord che scuote le arie toscane e ci propone piatti inediti e diversi. Lo Chef Stefano Ballarino viene dalla casa madre dell’Hotel, Villa d’Este sul Lago di Como, ed è originario del Trentino, per cui sapete come vi accoglie? Con un delicato canederlo avvolto nel lardo di Colonnata e già vi introduce al suo mood particolare.



Ecco, sempre in “zona antipasti”, la classica panzanella Toscana rivisitata con il pomodoro farcito e il gazpacho di lattuga (una delicata freschezza) e la Tartare di manzo con fegatini, insalata di asparagi e tartufo estivo. Tre i piatti forti del menù provato: il Tortello di peposo di cinghiale con zafferano di San Gimignano e cacio di fossa (che sicuramente ritroverete in autunno), una suadente proposta estiva, lo Spaghetto mantecato al burro al Martini e gambero Rosso fresco e un’altra “firma” dello chef, il piccione con cavolfiore affumicato, salsa all’albicocca, salsa alla mandorla, ben farcito con mandorle di fegatini (superbo!).

Nella carta anche piatti di pesce, il filetto di ricciola con melanzana al sesamo nero e pomodoro, un’intrigante triglia con prosciutto di San Miniato, broccolo arrosto e pinoli. Anche piatti per celiaci, vegetariani o vegani e una nutrita carta dei vini con oltre 400 etichette.
Se arrivate presto, suggeriamo un aperitivo al Bar Mediceo dove una carta interessante e particolare si unisce alla suggestiva vista della campagna toscana dalla nuova Piazza sull'Arno.

Summer Wonder a Obicà

Nello splendido locale ispirato dalla mozzarella italiana e ambientato nella corte e nei locali di Palazzo Tornabuoni, arriva l’estate con  gustose novità.
Il Menù Estivo è solo la prima pagina di un nuovo capitolo del percorso, iniziato con un’evoluzione dell'immagine, che raccoglie l’essenzialità, l’eleganza e la semplicità che contraddistinguono Obicà e le trasporta a un livello estetico e cromatico più innovativo ed elegante.
Il nuovo menù racconta una storia che affonda le radici nella tradizione e nella qualità italiana e che, come una stagione dopo l’altra, cambia, evolve e si trasforma.
Da mercoledì 18 maggio
nuovi protagonisti in carta:

POLPO CON MAIONESE AL LIME
Al primo boccone potreste sentire la sabbia sotto i piedi, il fragore delle onde sul bagnasciuga e un lontano vociare di gabbiani. Se pensate di essere pazzi, potete stare tranquilli: sono solo gli effetti del Polpo con Maionese al Lime, Pomodori Datterini Confit, Rucola, Crumble di Pane.

INSALATA FILETTI DI TONNETTO ALLETTERATO
Non è il più bravo della classe, ma è sicuramente tra i più buoni. Striature che sembrano lettere e simboli danno il nome al protagonista di questa sofisticata Insalata, il Tonnetto Alletterato, i cui teneri filetti si mescolano a Rucola, Carote Viola, Pomodorini Neri, Cetrioli, Olive Taggiasche, Salsa Yogurt e Lime per un connubio imperdibile.

SPAGHETTI NERI ALLA CHITARRA
Se il sole fosse un ingrediente, sicuramente sarebbe un Pomodoro Giallo, che, sotto forma di una brillante e gustosa Crema, avvolge gli Spaghetti Neri alla Chitarra, incontra la freschezza dei Gamberi e la croccantezza della Granella di Pistacchi Siciliani: l’estate è servita.


BURRATA BURGER
L’immancabile classico di Obicà fa un cambio armadio in vista dell’arrivo della nuova stagione e sfoggia il colore brillante del Cavolo Viola Marinato, dei Peperoni e della Salsa di Avocado, che decorano un Hamburger di Chianina che non ha bisogno di presentazioni, se non di Pancetta Affumicata e Burrata a ultimare il miracolo.

BABÀ TO SHARE
Già sappiamo che ‘ne mangiamo uno in tre’, si trasformerà subito in un ‘ce ne porti un altro’. Ma il Babà è così, non basta proprio mai. Così come i sorrisi di una serata da condividere con gli amici, i colleghi, il partner o qualcuno conosciuto per caso. Nell’estate di Obicà, d’altro canto, può succedere di tutto.

Nuovo Obicà, nuova Pizza!

Obicà inizia questo nuovo viaggio nella qualità dalla forma perfetta del cerchio, la geometria senza tempo che dà forma al miracolo culinario che emoziona all’infinito. E così, come un richiamo alle origini, la  Pizza torna ad essere tonda, la forma più semplice ed essenziale che parla di eleganza e minimalismo, cifra del nuovo volto.

La forma circolare è solo uno degli elementi che fanno della nuova Pizza il simbolo della nuova immagine di Obicà. L’impasto si compone ora, infatti, di una miscela di lievito madre naturale e farina dell’antico Molino Paolo Mariani ed è frutto di un lento processo di lievitazione di almeno 48 ore, che regala alla base della nuova Pizza fragranza, leggerezza e sofficità.

PIZZA BUFALA DOP
Ogni parola sarebbe superflua, perché la Pizza Bufala DOP non ha bisogno di ulteriori presentazioni.

PIZZA ‘NDUJA DI SPILINGA
Una pioggia di diamanti di Parmigiano al Basilico si adagia sull’inconfondibile sapore deciso della ’Nduja di Spilinga e sulla delicatezza della Stracciatella, per una Pizza esplosiva che non stanca mai.

PIZZA FILETTI DI ALICI
Se riuscite a trovare una Pizza più estiva della nostra Filetti di Alici con Mozzarella di Bufala DOP, Pomodoro Bio, Stracciatella, Pomodori Datterini Gialli, Frutti del Cappero e Basilico Fresco, fatecelo sapere.

PIZZA BURRATA E ZAFFERANO
Le nuove Pizze non hanno certo paura di osare, come la nuova e coloratissima Burrata e Zafferano, che dice molto su dove abbiamo iniziato e dove stiamo andando.

Via de' Tornabuoni, 16 - 055 2773526 - tornabuoni@obica.com - www.obica.com 

La Bottega di Parigi

In zona Careggi, un ristorante rustico/elegante, con sala vetrata, diretto da Mihaela Ursu. Piatti eccellenti con sapori autentici e carta dei vini entusiasmante. Nel menù: Patè di fegato con salsa di arance al Porto e pain brioche, Tartare di ricciola e insalata di rape rosse scottate al rafano; Risotto con animelle e zafferano, Tortelli di baccalà, pomodorini, pinoli e scorzette di lime; Piccione à l’etouffè disossato ripieno di fegatini e pere, con indivia saltata; Filetto di rombo dorato, spaghetti di zucchine, corona di patate e peperone; Torta al gianduia con croccante alla nocciola; Strudel di mele e pere con pinoli, uvetta e crema leggera. Prezzi: antipasti 12/18 euro, secondi 22/28, dolci 10/12, pane e coperto 3.

Via del Terzollina, 3r - 055 3897347 - aperti a pranzo e cena da lun a ven, sab solo a cena, chiuso dom - www.labottegadiparigi.com - info@labottegadiparigi.com

Caffé dell'Oro: un bistrò con vista

Un bistrò italiano aperto tutto il giorno, luogo ideale per una colazione di lavoro, un pranzo tra amici o una romantica cena, godendo di una splendida vista su Ponte Vecchio. Il menu rispetta la tradizione culinaria italiana, seguendo la stagionalità delle materie prime, ma non manca mai un pizzico di squisita innovazione. Interessante anche l’offerta della cantina e la lista dei cocktail classici, per un indimenticabile aperitivo.

Da non perdere il Brunch della domenica.

Lungarno degli Acciaioli, 2P - 055 27268912, WhatsApp 342 1234710 - aperto tutti i giorni ore 7-22 - oro@lungarnocollection.com - www.caffedelloro.com

 

La Starpizza di Starita

Una famiglia, oggi alla quarta generazione, che si tramanda e tramanda nel mondo l’arte della pizza. Una storia di passione, umiltà e successo. Antonio Starita è un’istituzione in questo settore, già Cavaliere del lavoro è oggi vice presidente dell’Associazione Pizzaiuoli Napoletani che tutela la vera pizza napoletana ed è anche Presidente de Le Centenarie, le 10 pizzerie più antiche di Napoli con l’obbiettivo di formare le nuove generazioni di pizzaioli e al tempo stesso dare visibilità alle realtà storiche.


Nel nuovo locale fiorentino trovate pizze realizzate con materie prime di qualità e impasto che rispetta la tradizione artigiana napoletana. Lievitazione dalle 10 alle 24 ore, cornicione non troppo alto e morbido il giusto. Soffice, asciutta e profumata. In menù ampio spazio ai gusti classici e alle pizze speciali che hanno segnato la storia della pizzeria. Marinara, la Montanara, prima stesa e poi fritta poi farcita con pomodoro, provola affumicata, pecorino romano e basilico fresco; la pizza fritta, grande classico napoletano, e la speciale Porta a Porta presentata durante la partecipazione di Antonio al programma tv di Bruno Vespa. Rettangolare con doppio ripieno, una parte ricotta e nell’altra friarielli, nel mezzo bocconcini di bufala, pomodorini del Piennolo, pecorino romano e olio evo.


Non manca qualche assaggio di frittura come crocchè di patate, frittata di pasta, fiore di zucchina e l’extra - certamente da assaggiare: gli Angioletti, una creazione di Antonio, bastonici di impasto fritti, a disposizione sia nella versione salata che dolce. Anche gluten free.

Oggi accanto ad Antonio ci sono Peppe e Mena Starita che con grande intraprendenza tramandano l’immagine autentica dello spirito e della cucina di Napoli.

Starita - via San Gallo 2r – 055 2381179 – aperto a pranzo e a cena, chiuso lun – www.pizzeriestarita.it

Lapsus, una band col Sole in testa

Dopo importanti contest nazionali ed esibizioni sui palchi di molte feste del nostro territorio, il gruppo fiorentino Lapsus (composto da Riccardo Boldrini, Cosimo Valenti, Niccolò Nesi e Andrea Bomberini) quest’anno ha proposto un singolo che sta riscuotendo molto successo. In testa ho il sole è una canzone che racconta della positività che serve per affrontare la vita.
Per saperne di più la nostra Camilla Mencarelli ha intervistato Niccolò, il cantante del gruppo.
 
Quando è nato il vostro gruppo?
Nell’estate del 2015 due dei componenti si sono incontrati durante il Cammino di Santiago de Compostela, tutti e due con un sogno comune, quello di fare musica. Così è iniziato il nostro percorso. Grazie il contest Emergenza Festival abbiamo suonato su alcuni dei palchi più importanti d’Italia, tra cui l’Alcatraz di Milano. Nell’estate del 2019 abbiamo girato l’Italia in lungo e in largo fino ad arrivare a Polignano a Mare. Il 17 gennaio del 2020 è uscito In testa ho il Sole primo singolo del nostro album in uscita quest’anno.

Come è nato il nome Lapsus?
Il nome è sempre la scelta più difficile da prendere per un nuovo gruppo. Quindi ognuno di noi alla prima prova doveva avere un’idea, ma uno di noi si era scordato quello che aveva pensato ed esclamò: “ho avuto un Lapsus”. Da lì non ci sono stati dubbi, è bastato uno sguardo tra di noi per capire che era quello giusto: Lapsus. 


Per la canzone 'In testa ho il Sole' avete creato un video bellissimo, raccontaci come è nata l’idea.

La canzone è nata quando Andrea (il tastierista) durante delle prove, improvvisando, ha casualmente creato quello che è diventato il riff iniziale della canzone. 
Una canzone che racconta di come spesso le avversità ti fanno chiudere in te stesso rendendoti impotente di fronte dalla realtà. In queste situazioni devi ricordati che in testa hai il Sole, ovvero che il Sole è dentro di te. È come scegliere la mattina una maglia gialla invece che una maglia nera. 
Per quanto riguarda il video, la maggior parte del merito non va a noi, ma a blanket studio e ad i protagonisti Camilla Serrapiglio e Leonardo Lecce.
 L’idea parte dal nostro nome, Lapsus. Un climax in cui la ballerina reimpara a ballare grazie all’aiuto dell’altro protagonista.





Vi ispirate a qualche gruppo in particolare?

Si, per quanto riguarda la scena italiana ci ispiriamo molto ai Fast animals and slow kids. 
I nostri gruppi di riferimento internazionale sono i Kings of Leon, Biffy clyro, Foo fighters.



Progetti per il futuro?

Quest’anno uscirà il nostro primo album che conterrà otto inediti. La cosa che ci piace fare di più è suonare live, vedere che la tua musica arriva nei cuori delle persone. Magari parteciperemo a qualche contest televisivo. L'8 maggio uscirà anche un nuovo singolo: “Vivere".

GUARDA IL VIDEO:


Santa Elisabetta al Brunelleschi Hotel

Fantasia, concretezza e una creativa sintesi tosco-campana, per piatti che sono un viaggio: questo si trova nella cucina dello Chef Rocco De Santis. Nei suoi nuovi menù si trovano i cavalli di battaglia declinati in chiave stagionale, perché dopo il conseguimento lampo della seconda stella Michelin lo Chef ha deciso di mantenere buona parte dei piatti premiati, lavorando su dettagli e perfezionamento. Grande cura viene dedicata al doppio servizio, che serve il piatto in più fasi e lo completa a tavola. L’ospite può scegliere fra diversi menù degustazione, a pranzo o a cena, minimal, completi, e a sorpresa.

Il Sommelier Lorenzo Paoli e il Restaurant Manager Alessandro Fè selezionano i vini più adatti alle portate, realizzando un percorso enologico. È stato pensato per accompagnare gli ospiti che si approcciano per la prima volta alla cucina stellata e sfatare i falsi miti legati alla cucina gourmet, senza lo stress di dover scegliere dalla carta.
L’intento è far vivere la prima esperienza in un ristorante Michelin come un viaggio, un percorso fatto di piacevoli sensazioni, in una location accogliente e nell'atmosfera intima della Torre della Pagliazza, coccolati dal personale di sala.La "prima esperienza Michelin" potrebbe essere un'idea regalo perfetta.
Il menù Carte Blanche è la proposta degustazione disponibile esclusivamente a pranzo e include tre portate a sorpresa realizzate dallo Chef Rocco De Santis.
Il menù a sorpresa è personalizzato
: viene ideato dallo Chef con le migliori materie prime di stagione disponibili, sulla base delle preferenze o eventuali intolleranze alimentari comunicate all’arrivo dall’ospite. Il menù Carte Blanche include tre portate principali, degli amuse bouche e un pre dessert. Attraverso gli amuse bouche si ha un’anteprima del pasto, delle tecniche, degli ingredienti e della filosofia dello chef. Le tre portate principali sono piatti selezionati dalla carta o espressione artistica istantanea dello Chef. Includono uno dei dessert realizzati dalla Pastry Chef e Architetto Francesca Benedettelli.
A
pranzo, oltre al menù a sorpresa Carte Blanche, si può scegliere tra tre menù che sono disponibili anche a cena: “Tracce di innovazioni” da 5 portate, “In-Contaminazioni” da 7 portate, “Chef Experience” da 9 portate.
Il Ristorante Santa Elisabetta è aperto a pranzo dalle ore 12.30 alle ore 14.30 e a cena dalle ore 19.30 alle ore 22.30 dal martedì al sabato.

RISTORANTE SANTA ELISABETTA - Piazza Santa Elisabetta 3 - 055 2737673 -  info@ristorantesantaelisabetta.it - www.ristorantesantaelisabetta.it

Caffè dell'Oro, un bistrò con vista

Elegante bistrò con una posizione davvero privilegiata, con vista in prima linea su Ponte Vecchio, da godere anche dal dehor esterno. Il menu offre una doppia anima per accontentare gli amanti della tradizione, così come i gusti più internazionali. Spettacolare il nuovo spazio esterno, sul Lungarno degli Acciaiuoli appena ripavimentato e pedonalizzato, per aperitivi e cene con uno scenario davvero mozzafiato.

Lungarno degli Acciaiuoli, 2P – 055 2726 8912 – WA 342 1234 710 - tutti i giorni dalle 12 alle 23 - oro@lungarnocollection.com – www.caffedelloro.com


Panorama…Olympus!

Olympus, sulle pendici di Via di Ripoli a Gavinana, è un bellissimo centro sportivo con ampi spazi all'aperto, una solida e affermata community reale di chi ama lo sport e ne condivide i valori. Tutto è dedicato alla persona per trovare la giusta motivazione, costruire un equilibrio totale e sentirsi bene grazie alla professionalità di istruttori, guide del fitness e del benessere. 

Sabato 4 Aprile annunciato un grande evento per inaugurare i nuovi ampliamenti eseguiti alla struttura:

NUOVA AREA FITNESS PANORAMICA - Allenamento con vista! Una nuova sala, attigua alla palestra, tra le più grandi della città, con vista sulle colline fiorentine, dotata di nuovi attrezzi Technogym per allenamenti rigeneranti e suggestivi.

AMPLIAMENTO AREA HEAVY DUTY - Pesi liberi - Più spazio alla forza! All'area riservata ai pesi liberi, al piano terra, è dedicato un ulteriore spazio attrezzato con una vasta scelta di panche, manubri e bilancieri.

NUOVO SPOGLIATOIO FEMMINILE - Per soddisfare a pieno le esigenze delle sempre più numerose iscritte alla palestra.

Olympus Club - Via di Ripoli, 88 - 055 689618 - www.olympusclub.it

Alle Cure, a Casa Paloma

Casa Paloma e’ la nuova realtà gourmet al Ponte alle Riffe, alle Cure.

Nezio, padrone di casa, è una miscela esplosiva. Un artista che mette in scena il grande spettacolo del suo Ristorante, bistrot e cantina. Il concept è una fusion giovane dal menù ammiccante. Il palcoscenico è informale ma design: all’ingresso un goloso bancone di eccellenze, formaggi e norcineria; nelle due salette arredi in legno e comode poltrone, come in una libreria, circondati da bottiglie di vino in una raffinata selezione. Il pezzo forte è al piano inferiore: solo 12 coperti in una suggestiva cantina. 

Il menù mixa piatti internazionali e tradizione: da provare il fritto misto (pollo coniglio cervello e lampredotto); sfiziosità come i calamari fritti e i gamberoni in tempura con maionese artigianali; i taglieri di Nezio con tentazioni tartufate, Prosciutto DOP, Mozzarella di bufala e Burrata, e ancora acciughe del Cantabrico e Jamon Joselito. Sorprendente la pizza: oltre alle scelte tradizionali, una selezione di Pizze Gourmet. Da leccarsi i baffi la “Prosecco” con crudo affinato in questo vino e la Foie Gras con mele e Caprino. 

L’energia e la simpatia di Nezio, unite alla freschezza dei ragazzi di sala, rende molto piacevole la serata. (Giulia Ricci)

Casa Paloma - Via del Ponte alle Riffe 4r - info e prenotazioni 346 6495811

Una cucina sul tetto di Firenze

Metti per esempio una sera al rooftop del Sesto On Arno, la terrazza vetrata del Westin Excelsior in Piazza Ognissanti con vista mozzafiato su tutta la città.  Non fai in tempo a sederti che lo sguardo corre ammirato in lungo e in largo oltre i bagliori notturni dell’Arno verso Belvedere e le Cascine, e ci vuole un po’ d’impegno a staccare l’occhio e concentrarsi sul menù. 

IL LOCALE è equamente diviso, grazie a un banco ondulato che lo attraversa sinuoso e dove alloggia l’american bar, tra zona bar e aperitivo e il ristorante vero e proprio. Arredamento moderno, ampie poltroncine ai tavoli, comodità e senso di relax totale.

LO CHEF è Marco Migliorati, che da molti anni cura la cucina del Se.Sto, ma solo da un paio ne è il “commander in chief”. Con la sua guida la linea gourmet si è ammorbidita, per così dire, seguendo la tradizione italiana con spirito certamente innovativo, utilizzando l’eccellenza nelle materie prime, in un’esecuzione dove armonia ed estro si incontrano tuttavia con equa misura.

COSA SI MANGIA - Il menù si racconta in una carta misurata che alterna piatti di terra e di mare. Si può iniziare con le capesante scottate, crema di castagne, trombette (funghetti) nere, un piatto che lascia il segno per delicatezza e bontà; originale la crema di cavolo cappuccio viola con tagliatelle di calamaro crudo, cruditè di cavolo e limone. Tutto il menù propone piatti classici che virano in arricchimenti e incontri con verdure e altri ingredienti per trovare e scoprire sapori ulteriori: tagliatella al coniglio e rosmarino, crema di porri e tartufo; Gnocchi di patate glassati al tartufo nero pregiato, zucca mantovana, guanciale di Cinta Senese Dop; Culurgiones Ogliastrini, burro e salvia, datterini confit e bottarga di tonno; Risotto al fumetto di cicale di mare, cannolicchi e lime. Tra i secondi di mare spicca Il Cacciucco “a modo nostro” e il pescato del giorno (orata, branzino) al forno, con verdure di stagione. Stesso modulo nei piatti di terra: la Pancia di maialino è con radicchio rosso invernale e scalogno in agrodolce; il Carrè d’agnello iberico con carciofi ripieni di olive taggiasche e pomodorini al forno; il Filetto di manzo alla piastra con tartufo nero pregiato e terrina di patate fondenti… Anche i dolci muovono da basi classiche con arricchimenti e combinazioni goduriose: la Pera al caramello è con ganache al Dulcey e gelato al caramello, ma salato; lo Stecco nocciolato è con gelato yogurt e amarene; la Mousse è al miele e cardamomo, lamponi e gelato speziato; la Tartelletta al cremoso al cocco e sorbetto al kiwi. Nel nuovo menù primaverile scopriremo invece Ravioli ripieni di granchio, limone, caviale siberian, emulsione di crostacei e lemongrass; e Tartelletta estotica, cremoso al cocco e sorbetto al kiwi.

Di soddisfazione la carta dei vini cha attraversa lo stivale e punta anche all’estero.

QUANTO SI SPENDE – Siamo in vetta alla città e i prezzi lo confermano: antipasti e primi sui 30 euro, secondi sui 40, dessert 18. Gustatevi la scena spaziando con lo sguardo e con la mente, mentre assaporate il dessert.




SE.STO ON ARNO

Piazza Ognissanti, 3 - 055 27152783 - ww.sestoonarno.com

Il ristorante gourmet al sesto piano, con vista mozzafiato su tutta la città, propone una cucina italiana innovativa, materie prime eccellenti concertate con estro e armonia dallo chef Marco Migliorati. Circondato di vetrate spaziali, è anche bar per l'aperitivo e perfetto per una pausa relax. 

Tutti i giorni Lunch (12.30-14.30) e Dinner à la carte o Menù Degustazione (19.30-22.30).

Bar (tutti i giorni 12-02) - ore 14.30-18 servizio food snack - ore 19-21 Aperitivo a buffet con cocktail e appetizer toscani 28 euro; Aperitivo Gourmet con cocktail a scelta e selezione di finger food con ingredienti ricercati, 32 euro; Aperitivo Sweet Gourmet con cocktail a scelta e selezione di finger food preparati con ingredienti ricercati e selezione di finger food dolci, 38 euro.

Orvm Bar al piano terreno aperto tutti i giorni ore 11.30-24. Per pranzo e cena presso Bar e Terrazza Orvm disponibile la “Pizza a regola d’arte”, 16 euro.

Menù à la carte 12-23. Ogni giorno Musica dal vivo 19-24. 

Pitti Digitale. Aspettando l'estate per tornare in Fortezza

Le edizioni invernali di Pitti Immagine Uomo, Bimbo e Filati si svolgeranno in formato esclusivamente digitale. Preso atto del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM), firmato il 14.01.2021 e valido dal 16.01.2021, che, tra le altre misure di contenimento dei contagi, proroga sino al prossimo 5 marzo 2021 la sospensione in formato fisico delle fiere in Italia, Pitti Immagine comunica che le edizioni invernali di Pitti Uomo, Pitti Bimbo e Pitti Filati si svolgeranno in modalità esclusivamente digitale, sulla piattaforma Pitti Connect, che resterà online con i contenuti della presente stagione fieristica sino a inizio aprile e che garantirà un approfondito confronto tra espositori e gli operatori nazionali e internazionali del commercio e della comunicazione.

Pitti Uomo 99 si è aperto online su Pitti Connect da martedì 12 a giovedì 14 gennaio, per poi proseguire on line fino ad aprile.

A inaugurare il salone online un “opening” speciale. Brunello Cucinelli, uno dei marchi e delle aziende di riferimento di Pitti Uomo, campione del menswear italiano riconosciuto a livello globale, sceglie di realizzare assieme a Pitti Immagine uno special event il 12 gennaio: uno streaming live da Solomeo, online alle 10 su Pitti Connect, con il quale presenta la nuova collezione autunno-inverno 2021, e anticipa la partecipazione dell’azienda all'edizione fisica di febbraio.
Clicca qui per assistere all'evento.


Pitti Connect è la piattaforma lanciata da Pitti Immagine la scorsa estate per supportare le aziende nella presentazione delle collezioni e nei contatti di business con i compratori internazionali.

“Pitti Connect andrà live in una versione ancora più evoluta – dice Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine – con importanti novità per aumentare l’efficacia del rapporto tra aziende e compratori. In questi mesi abbiamo lavorato assiduamente per potenziare l’interfaccia finale, rendendola ancora più funzionale alla scoperta e allo scouting delle collezioni; e al tempo stesso abbiamo potenziato ulteriormente la fase di raccolta ordini. A partire dal 12 gennaio, Connect inizierà a presentare in digitale le nuove collezioni delle aziende, e contemporaneamente ad anticipare i progetti speciali di una serie di brand protagonisti di Pitti Uomo e della scena internazionale di moda maschile”.

“La piattaforma si popolerà di contenuti editoriali speciali che condurranno i visitatori fino al salone fisico il 21 febbraio, quando la Fortezza da Basso diventerà un contenitore dinamico, dove gli elementi commerciali convivranno fianco a fianco agli eventi promozionali e di comunicazione. L’uso delle nuove tecnologie sarà forte anche in quei giorni, e le collezioni caricate su Pitti Connect saranno a disposizione dei buyer fino a quando ciò sarà utile per la campagna vendite”.

PROGRAMMA e PROTAGONISTI

Martedì 12 gennaio ore 10.30 su Pitti Connect
BRUNELLO CUCINELLI da Solomeo
Presentazione collezione autunno-inverno 2021-2022
Brunello Cucinelli, uno dei marchi di riferimento di Pitti Uomo e campione del menswear italiano riconosciuto a livello globale, inaugura il salone digitale e presenta in anteprima la nuova collezione autunno-inverno 2021 con un esclusivo evento direttamente dal borgo di Solomeo, sede dell'azienda.

Mercoledì 13 gennaio, alle ore 10.30
HERNO @ PITTI UOMO 99
Claudio Marenzi racconta in diretta dallo show room di Milano il prossimo AW 21-22 per le collezioni Herno e Laminar. Focus su Herno Globe, etichetta dedicata ai prodotti green del marchio, con la partecipazione speciale di Oscar Farinetti in linea da Torino, dove da poco si è inaugurato il primo Green Retail park - GREEN PEA - in cui è presente la collezione Herno.

Giovedì 14 gennaio, alle ore 14.30 
KITON da Napoli

Kiton rinnova il lungo rapporto di stima e affetto con Pitti e lo fa nel modo più autentico che conosce: in diretta apre al pubblico le porte dell'atelier di Napoli condividendo la missione di essere il brand di elezione per sofisticati intenditori di ogni generazione, restando fedele alla tradizione con l'anima costantemente proiettata sull'innovazione. 

Giovedì 21 gennaio, alle ore 10.30
LARDINI da Filottrano

Presentazione della collezione Lardini Autunno-Inverno 2021-2022
LIFE IN THE WOODS: la collezione Lardini Autunno-Inverno 2021 vuole essere un invito a ricercare un rapporto intimo con la natura, e allo stesso tempo ritrovare sé stessi. Un tour sorprendente, guidato dalla famiglia degli imprenditori marchigiani, attraverso gli spazi produttivi della sede.  

Progetti speciali digitali:

TEN C
Focus sulla nuova collezione del brand di outerwear di fascia alta di proprietà di Fgf industry, con uno speciale contenuto editoriale che anticipa l'installazione multimediale che lo renderà protagonista al salone. Per la stagione Fall/Winter 21 la parola d'ordine è OJJ, Original Japanese Jersey!   

"C.P. Company Cinquanta"
C.P. Company sceglie Pitti Uomo come piattaforma per il lancio di "C.P. Company Cinquanta", un progetto volto a celebrare cinque decadi di storia del brand italiano, attraverso un intenso programma di collaborazioni, attività dedicate alle community ed omaggi alla storia dello sportswear.

Gli "Exhibitors Spotlight"
Online dalla prossima settimana anche il nuovo format editoriale di Pitti Uomo che presenta una selezione di marchi di riferimento che partecipano a questa edizione, presentando le loro nuove collezioni e i progetti speciali su cui stanno lavorando.

L'impegno e la ricerca sulla sostenibilità

Special Project: SUSTAINABLE STYLE #2
Seconda tappa per Sustainable Style, il progetto curato dalla fashion editor e independent scouter Giorgia Cantarini lanciato la scorsa estate. Con Sustainable Style Pitti Immagine conferma l'impegno a promuovere in maniera concreta una moda menswear responsabile, ospitando e valorizzando una selezione dei più interessanti designer da tutto il mondo, che coniugano ecosostenibilità, etica produttiva, estetica, stile e business. Ecco i protagonisti di questa edizione: DNI, Flavialarocca, KIDSOFBROKENFUTURE, Kseniaschnaider, Luca Kemkes, Myar, Nous Etudions, Philip Huang, RÆBURN, Reamerei, Uniforme, Vitelli, Yatay, Young n Sang.

Il 14 gennaio verrà inoltre annunciato il vincitore del Premio "REDA x Sustainable Style", scelto tra i protagonisti dell'edizione della scorsa estate, che ha avuto la possibilità di produrre una capsule collection per Rewoolution, il marchio activewear di Reda Group. 

EFI - ETHICAL FASHION INITIATIVE: protagonista la nuova creatività africana
Pitti Uomo torna a promuovere anche i giovani creativi dall'Africa selezionati da Ethical Fashion Initiative, il programma dell'International Trade Center, un'agenzia a mandato congiunto con le Nazioni Unite e l'Organizzazione mondiale del commercio, che dal 2013 è impegnata a promuovere la moda africana e dai paesi emergenti sulla scena mondiale. Ecco i nomi: Jiamini (Kenya), Lukhanyo Mdingi (Sud Africa), Margaux Wong (Burundi), WUMAN (Nigeria). 

Internazionalità: tra player del settore e voci creative 

Buyers Select
Dopo il successo dell'edizione estiva, si conferma l'appuntamento con Buyers Select, il format editoriale che vede i top buyers internazionali stilare la propria selezione delle scoperte più interessanti fatte navigando tra le collezioni di Pitti Uomo 99.

Pitti Olympics
Un nuovo progetto speciale online dedicato a una serie di paesi di riferimento per Pitti Uomo, che vuole valorizzare i migliori brand che ne caratterizzano la scena creativa, tra moda e lifestyle, e superare così le distanze imposte dall'emergenza sanitaria.

Reset. Rolf Ekroth AW XXI
Il designer finlandese Rolf Ekroth – laureato all'Università di Aalto e già finalista al Festival della moda di Hyères 2016 – torna a presentarsi a Pitti Uomo con una collezione green ispirata ai film horror anni 80 e alle tradizioni contadine nordiche, realizzata utilizzando per la prima volta il Bio2®Textile, nuovo tessuto sviluppato dalla società energetica finlandese Fortum con gli scarti agricoli della paglia.

Polimoda Duets con Iris van Herpen
Il 14 gennaio, Polimoda presenta sulla piattaforma Pitti Connect una conversazione con Iris van Herpen, la stilista olandese che ha ridefinito il rapporto tra artigianalità, couture e tecnologia. La conversazione è condotta dal direttore creativo di StyleZeitgeist magazine Eugene Rabkin.

La nuova geografia di questo Pitti Uomo e alcuni dei brand protagonisti:

A questa edizione il percorso tra le collezioni di Pitti Uomo si articola in tre macro aree, che delimitano i confini delle varie identità del menswear contemporaneo e dei suoi protagonisti:

Fantastic Classic
Un viaggio attraverso le evoluzioni del menswear di alto profilo: dalla rilettura del tailoring secondo una formula che guarda oltre il formale, alla proposta crossover dei prodotti lifestyle.
Tra i brand protagonisti ci sono nomi come: A.Testoni, Alessandro Gherardi, Briglia 1949, Gabriele Pasini, Gran Sasso, Heinz Bauer Manufakt, Invertere, L'Impermeabile, Mabrun, Marco Pescarolo Napoli, Paul&Shark, Phil Petter, Roberto Collina, Schneiders, Stefano Ricci, Stetson, Stewart, Tatras, Tombolini, Xacus.

Dynamic Attitude
Il territorio aperto al mondo urban e alle sue urgenze stilistiche, che che connette i modi della vita metropolitana all'outfit degli sport autentici, dando spazio ai laboratori creativi più vivaci.
Tra i brand protagonisti: 24Bottles, Ben Sherman, Bikkembergs, Closed, Colmar Originals, Invicta, Karl Lagerfeld, Mc2 Saint Barth, Museum The Original, Saint James, Save the Duck, Voile Blanche.

Superstyling
Brand sperimentali e innovativi dalla cifra internazionale, che alimentano la ricerca stilistica e la proiettano in avanti anticipando le tendenze.
Tra i brand protagonisti ci sono nomi come: Ahirain, Armor Lux, Arys, Barbed, Brandblack, Drm, Flower Mountain, G.R.P., Harris Wharf London, L. F. Lidfort, Ma'Ry'Ya, Mantidy, Olow, oqLiq, RUN OF Runarchy Attitude, Superduper Hats, Transit Uomo, Unfeigned, Unimatic, Vintage&Republic. 

Coronavirus, le nuove date dei maggiori concerti

Pinguini Tattici Nucleari al Mandela Forum
Previsto il 3 marzo > recupero il 24 ottobre

Ruggero dei Timidi alla Flog
Previsto il 7 marzo > recupero l'8 maggio

Angelo Duro al TuscanyHall
Previsto il 13 marzo > recupero il 5 aprile

Giovanni Lindo Ferretti alla Flog
Previsto il 13 marzo > recupero il 9 maggio

Anastasio al TuscanyHall
Previsto il 16 marzo > recupero il 17 ottobre

Le Vibrazioni e Orchestra di Beppe Vessicchio
Previsto il 27 novembre > recupero il 7 aprile

Teho Teatrdo al Teatro Puccini
Previsto il 17 marzo > recupero il 14 aprile

Gemitaiz e Madman al TuscanyHall
Previsto il 31 marzo e 1 aprile > recupero il 29 aprile

Willie Peyote al TuscanyHall
Previsto il 13 marzo > recupero il 4 maggio

Renzo Arbore al Teatro Verdi
Previsto il 3 marzo > recupero il 1° ottobre

Aiello al TuscanyHall
Previsto il 2 aprile > recupero il 12 maggio

Raf & Tozzi al Teatro Verdi
Previsto l'8 marzo > recupero il 17 maggio

Marracash al Mandela Forum
Previsto il 16 aprile > recupero il 26 ottobre

Info biglietti e rimborsi www.bitconcerti.it per i concerti alla Flog www.flog.it

Cristian Civale: Ricetta primaverile contro il Corona Virus

In questi giorni di quarantena abbiamo tutti più tempo e allora perchè non cimentarsi in piatti gourmet?

Ecco la ricetta che ci regala Cristian Civale, chef della storica Trattoria da Ginone che gestisce insieme al padre e alla madre.

Di seguito il suo “gustoso” suggerimento!

LA PASTANELLA (ingredienti per 4 persone)

500g di pasta lunga (Tagliolini, linguine, spaghetti a seconda dei gusti)
200g di pomodorini pizzutello
1/2 cetriolo
2 cipolle di tropea
1 spicchio d'aglio
QB Vinsanto
QB zucchero, sale, pepe nero, olio EVO

PROCEDIMENTO

Crema di cetriolo
Frullare col mixer cetriolo sbucciato, sale, pepe nero, un filo di olio EVO fino ad ottenere una crema omogenea, e lasciar riposare in frigo.

Cipolle caramellate al Vinsanto
Tagliare le cipolle a rondelle finemente e far caramellare in una padella rovente, aggiungere un cucchiaio di zucchero ed il vinsanto e sfumare fino ad ottenere l'effetto caramellato.

Buttare la pasta e nel frattempo scottare in padella i pomodorini tagliati a metà con un filo d'olio EVO e uno spicchio d'aglio in camicia. Scolare la pasta e far insaporire in padella con i pomodorini a fuoco vivo per un paio di minuti, dopo di che spegnere il fuoco, unire la crema di cetriolo e mantecare qualche secondo e servire nel piatto. Aggiungete le cipolle caramellate sopra la pasta... il piatto è pronto!

BUON APPETITO!  

TRATTORIA DA GINONE

Insegna storica di San Frediano. Giuseppe Civale, la moglie Giuseppina e il figlio Cristian propongono cucina casalinga, tradizionale toscana con tocco personale e menu di stagione. Pasta fatta a mano: specialità “Pici alla Ginone” con guanciale saltato, ciliegini e pecorino; “Peposo alla fornacina”, tagliata e fiorentina.

Ogni venerdì pesce fresco: cacciucco alla livornese, frittura mista. Anche proposte veg: rigatoni al pomodoro, risotto ai carciofi, parmigiana e sformatino. Dolci fatti in casa; tiramisù, zuccotto, crostate e torta al cioccolato senza farine. Oltre sessanta vini. Prezzi economici. Specialità al tartufo.

Nuova carta dei vini con 90 vini pregiati e pluripremiati e interessanti proposte di nicchia.

Pranzo: primi 6 euro, secondi 8,5 euro a scelta dal menù del giorno.

Via de’ Serragli, 35r - 055 218758 - chiuso lun a pranzo, dom aperto solo su prenotazioni superiori alle 15 persone - www.ginone.it - trattoriaginone@gmail.com

Cecilia Dei: un Cinghiale contro il Corona Virus

In questi giorni di quarantena abbiamo tutti più tempo e allora perchè non cimentarsi in piatti gourmet?

Ecco la ricetta che ci regala Cecilia Dei, chef della dell'Osteria La Gramola a Tavarnelle che gestisce insieme al marito Massimo Marzi, maître.

Di seguito il suo “gustoso” suggerimento! 

CINGHIALE IN UMIDO (ingredienti per 6 persone)

1kg di carne di cinghiale
Cipolla
Sedano
Alloro
Salvia
Qualche bacca di Ginepro
vino rosso
Concentrato di pomodoro
bordo di carne
aceto di vino
olio evo
sale e pepe

PROCEDIMENTO

Mettere in infusione il cinghiale in acqua, aceto e un po di limone strizzato, con i profumi di ginepro, alloro, seddano salvia e rosmarino. Mettere la carne sul fuoco e scolarla dall’acqua che produce per tre volte. Con poca cipolla, prezzemolo, salvia, tanto ramerino e tanto aglio fate un battuto e versatelo in un tegamo che contenga il necessario olio d’olia insieme alla carne. Rosolare il tutto piano piano, aggiungendo sale e pepe. Terminata la rosolatura bagnare con ottimo vino rosso, fare evaporare, aggiungere concentrato di pomodoro, coprire di brodo e portare a cottura.

Tempo di preparazione: Mezz’ora più la marinatura

Tempo di cottura 2 ore

LA GRAMOLA a Tavarnelle V.P.

Nel centro del paese Massimo Marzi, maître e patron con Cecilia Dei, bravissima chef, firmano da anni specialità della tradizione contadina con molte idee e ottime materie prime. Nel menù: crostini e bruschette, Pappardelle caserecce al farro con sugo di nana, Ravioli di spinaci e ricotta con tartufo, Peposo dell’Impruneta con fagioli all’extravergine, Tagliata all’aspretto del Chianti, Fiorentina… Accanto a vini egregi, birre artigianali Math dalle bottiglie fantasiose. Prezzi equi, coperto e servizio compresi.

A pranzo ogni giorno piatto a 5 euro: Buffet del giorno, Zuppa di farro, Penne all’ortolana, Spaghetti alla carbonara, Pecorino alla griglia con patate, Petto di Pollo alla griglia con insalata, Omelette con spinaci. Il ristorante ha una propria App, che permette al cliente di prenotare il tavolo, chiamare o mandare sms con whatsapp.

La GRAMOLA - Tavarnelle V.P. - Via delle Fonti, 1 - 055 8050321 - aperto pranzo e cena (chiuso mar) - www.gramola.it - locale certificato "Cucina Fiorentina"

VIDEO: Il Mercato delle Cure a Domicilio

In questo periodo è difficile ordinare la spesa a domicilio attraverso i canali più conosciuti può essere un'impresa e il più delle volte può voler dire aspettare giorni se non settimane. La nostra Giulia Ricci ha girato questo video alle Cure indicandoci i numeri di telefono e le botteghe aperte che hanno attivo il servizio di consegna a domicilio.  Frutta, verdura, carne e oltre...

L'Aperidivino da Galanti!

Diretta da Andrea Galanti, miglior sommelier d’Italia AIS 2015, la storica Gastronomia Galanti è anche una pregiata enoteca con oltre 1000 etichette diverse (oltre 20 etichette disponibili al calice).

Ampliata e rinnovata, regala una visione speciale del mondo vino con etichette regionali meno conosciute e champagne "meno inflazionati". Spesso degustazioni, eventi. Classico mix di tradizione e nuove ricette, la Gastronomia offre un’ampia scelta di piatti da consumare nel locale, nello spazio esterno sotto i Portici, o da portare a casa.


 Consegna a domicilio gratuita. Parcheggio gratuito presso il Parterre a 30 metri.

Piazza della Libertà, 31r - 055 490359 - www.gastronomiagalanti.com

Non solo Lunch da Rose's

Il city restaurant di Rita e Vincenzo, eccellenza del lunch fiorentino, propone un menù sfizioso di terra intervallato da ottimi piatti di mare e qualche speciale serata a tema. Piatti sempre ben curati con ingredienti di qualità. Crostone ben agliato con cannellini, cavolo nero, un velo di lardo ed olio novo, tortello di patate sul ragù di cervo, petto d’anatra caramellato all’arancia.

Buona scelta di vini. Prezzi cena: antipasti, primi 10/12 euro, secondi 16/18, dessert 6. Non si paga il coperto. Ogni giorno pranzo “Cheap and Chic”. 


Ideale anche per cene aziendali ed altri eventi. Prenotazioni di dolci e biscotti in confezioni regalo.

Via del Parione, 26/r - 055 287090 - da lun a sab pranzo e cena, chiuso dom - mail@roses.it - www.roses.it  - Pagina Fb

I RISTORANTI E IL VIRUS: THE DAY AFTER… / 1

Lui è un personaggio particolare. È lui ad avere creato il suo ristorante: non l’ha ereditato dai genitori, ne l’ha acquistato sul mercato. Lo ha fondato ex novo diversi anni fa e vanta ad oggi (prima del coprifuoco sanitario, ovvio…) grandi numeri e grandi soddisfazioni.

  • Una media giornaliera di circa 120 clienti, sette giorni su sette.
  • Un giro d’affari annuale di circa 1 milione e 200mila euro.
  • Dodici dipendenti.
  • Tasse, contributi e iva pagati per circa 300mila euro annui. Fino ad oggi, capito?


Con lui affrontiamo gli scenari prossimi venturi del mondo della ristorazione, alla luce della gravissima situazione che si è determinata con l’emergenza sanitaria in corso.

 

Cosa avete fatto appena è scattato il blocco di tutte le attività?

Abbiano corrisposto le buste paga di febbraio e a marzo abbiamo avanzato la richiesta della cassa integrazione… Poi abbiano cercato di sospendere momentaneamente le rate degli affitti e per fortuna abbiamo avuto una risposta positiva, data l’emergenza, dalla proprietà dei nostri locali.


Quanto pensate di poter reggere in questa situazione?

La cassa integrazione dovrà essere prolungata, perché la ripresa, quando ci sarà, sarà molto graduale.


Confidi negli aiuti dello stato?

Se arrivano bene, certo. Ma non ci conto più di tanto. Penso che dobbiamo guardare dentro noi stessi e trovare una soluzione interna, ripensando la formula complessiva della nostra offerta per quando potremo riaprire.


Tavoli distanziati… cosa ne pensi?

Se vai a cena al ristorante ci vai per star bene, con amici, amori, socialità. Non ci vai strettamente per mangiare, non oggi. Ma purtroppo se è vero che il virus si diffonde con i contatti ravvicinati, non vedo alternative a queste regole.


In questa situazione generale c’è chi guadagna?

Non saprei. Anche la grande distribuzione certamente incassa, ma alla fine sono acquisti scaglionati e quindi vorrei vedere l’esito a fine giornata…


Cosa ne pensi del delivery?

Io non l’ho mai fatto. Non credo che darà grandi possibilità economiche ai ristoranti, anche perché l’aggio da corrispondere alle società specializzate oscilla intorno al 30-35%.

Ma soprattutto per un altro motivo. Il mio lavoro è soprattutto relazione con i clienti, la bella soddisfazione di avere la gratificazione del loro giudizio, il piacere dello scambio umano, la socialità diffusa. Il delivery è relazione fredda con il pubblico, l’unica relazione è con il ragazzo in bicicletta, vabbè…


Come immagini il futuro prossimo quando potrete riaprire?

Sicuramente dovremo fare tutti un passo indietro. Tutti, dico tutti. Noi ridurremo i prezzi, ma anche i fornitori dovranno farlo, gli affitti dovranno essere rivisti, ci sarà una riduzione generale del livello di vita, un deciso impoverimento.

Se prima per andare fuori a cena si potevano spendere una media base di 30-35 euro senza problemi, domani diventeranno 20-25 euro. Noi che attualmente abbiamo oltre 100 coperti, dovremo ridurli a circa 60. Vedi, penso che noi siamo come gli alberi: quando soffia forte forte il vento dobbiamo piegarci, sperando di non essere spazzati via…


Quindi ritieni che non torneremo più come prima? C’è una corrente di pensiero che lo auspica, sic…

Alla fine, piegato il virus e riconquistata tutta la socialità necessaria e auspicabile, certo! Ma finchè prevarrà questa cosa del “distanziamento sociale” …. Ti confesso che mi stanno facendo sentire impotente, costretto a ritirarmi nel mio orticello piccolo piccolo…

Spero che almeno ci avvertano con anticipo della data della possibile riapertura, per poterci organizzare per tempo.

Pagliazza: un’Osteria sotto le Stelle

Un’Osteria sotto le Stelle. Non quelle dei cieli d’estate - arriveranno però! - ma le 2 stelle Michelin che illuminano il piano di sopra. Siamo all’Osteria della Pagliazza, al piano terreno fronte piazzetta dell’Hotel Brunelleschi, intrigante albergo fiorentino ambientato in un’antica torre nel cuore del centro storico tra Piazza Duomo e Piazza della Signoria.

 

Qui, al piano superiore, vive un consolidato successo il ristorante gourmet Santa Elisabetta premiato ormai da diversi anni, grazie alla cucina dello chef Rocco De Santis, dall’influente Guida Rossa con le 2 stelle, unico caso in città. L’Osteria è la parente smart e friendly del ristorante stellato, una lunga sala con i mattoni a vista e l’american bar sullo sfondo che mira la piazzetta, punteggiata di un caloroso rosso nei tessuti dei divanetti, delle sedie e dei bicchieri.


COSA SI MANGIA - Va detto subito che siete accolti da un servizio impeccabile che non ha niente da invidiare all’”illustre” parente, compreso un delizioso bocconcino amouse bouche che saluta il vostro arrivo. Nel menù siamo tentati e lo sarete anche voi dal “Corner del Santa Elisabetta”, un assaggio dei piatti del ristorante stellato: per noi i bottoni con provola affumicata, seppie e inzimino e il gambero con panzanella caviale, olive verdi, concentrati di sapori, delicatezza, eleganza. Che sono poi la cifra rivelatrice di questo menù che della mitica osteria ha il carattere contenuto e la semplicità espositiva, declinata intorno all’alimento prevalente: ecco la tagliatella ripiena, pappa & burrata, bietola frutti di mare; o i garganelli, coniglio, pomodori secchi, olive nere; i cavatelli, carciofi, pecorino e mentuccia. Leggeri e gustosi i secondi di pesce: dall’ombrina con broccoli e olive al baccala all’acqua pazza, erbe aromatiche e zucchine, un piatto davvero moderno e godibile. Millefoglie, babà e tartelletta sono dolci squisiti per completare il tutto, ma forse il maître vi suggerirà anche i dessert del “piano di sopra” e siamo certi che anche in questo caso non saprete resistere alla tentazione…




QUANTO SI SPENDE – Si va dai 16/18 ai 22 euro per antipasti e primi, dai 26 ai 30 per i secondi. Dessert da 11 euro. Con un buon vino superate i 60 euro, spesi bene davvero.
E brava la Pagliazza !

 

BRUNELLESCHI HOTEL 

Piazza S. Elisabetta 3 - 055 27370 - info@hotelbrunelleschi.i -  www.hotelbrunelleschi.it 

Ristorante Santa Elisabetta - 055 2737673 - info@ristorantesantaelisabetta.it - www.ristorantesantaelisabetta.it -
Tower Bar www.hotelbrunelleschi.it/tower-bar/
Osteria Pagliazza www.hotelbrunelleschi.it/osteria-pagliazza/


Nel nostro E_STORE cene scontate 2x1 


L'Albergaccio di Castellina in Chianti

Dal 1989 Francesco Cacciatori in sala, Sonia Visman e il figlio Pietro in cucina. Si punta al cuore senza effetti speciali, se non quelli della tradizione e di ingredienti sempre freschi e locali. Come la Chianina IGP e l’Agnello pomarancino. Il menù cambia ogni mese per privilegiare ed esaltare i prodotti di stagione. Stesso discorso vale per i vini ben selezionati attraverso una degustazione precedente e senza guardarne la fama.


Ovviamente operando nella zona del Chianti Classico e con un menù prevalentemente di terra con poche scelte di pesce, ampio spazio è riservato ai rossi. Non mancano però le bollicine, bianchi e dolci, per un totale di 350 etichette. Ambiente rustico-elegante con elementi tipici della zona rurale come cotto, travi in cipresso e pareti in pietra alberese. Cucina fresca di ristrutturazione.

Cene a metà prezzo nel nostro E-STORE

Castellina in Chianti - via Fiorentina 63 - 0577 741042 (chiuso mar e mer) - ristorantealbergaccio.com

Dolce Firenze & Oltre. I migliori Pasticceri, i Dolci e i Gelati più tipici e squisiti: con le ricette!

Un reportage-guida alla scoperta delle pasticceria fiorentina e toscana, arricchito da ricette esclusive proposte dai maestri pasticceri per il nostro libro.

Ventisette protagonisti che si sono fatti notare per la costante ricerca della qualità degli ingredienti; per la freschezza dei loro dolci; per l’uso attento degli zuccheri e la riduzione o l’azzeramento degli additivi chimici. Pasticceri, gelatieri, cioccolatieri, e due chef: alcuni molto noti al grande pubblico oltre a qualche nuova promessa. L’equilibrio uomo-donna non è perfetto, ma le donne che incontrerete sono davvero straordinarie!

Acquista ora a prezzo scontato qui

Mezzogiorno di Fuoco: in diretta con Valeriano Antonioli AD del gruppo Lungarno Collection

MEZZOGIORNO di FUOCO, le nostre video interviste nel mondo del turismo e della socialità, così colpito dall’emergenza sanitaria.

Oggi siamo con Valeriano Antonioli, Amministratore Delegato del gruppo Lungarno Collection, che comprende alcuni dei più belli e centrali alberghi della città – Lungarno, Continental, Gallery e Portrait, luoghi spesso anche punto di riferimento per fiorentini grazie alla triplice galassia di eccellenti ristoranti come lo stellato BSJ, il notissimo Fusion al Gallery Art Hotel e il più giovane Caffè dell’Oro.

E proprio lunedì 1 giugno il gruppo annuncia le prime due riaperture dopo il lockdown. Per maggiori info e tutte le news clicca qui.


Biblioteche, si riapre per il prestito

Riaprono le biblioteche comunali: per i soli servizi di prestito e restituzione, tornano a fornire servizi al pubblico la Biblioteca delle Oblate, la Biblioteca Mario Luzi, la Biblioteca Villa Bandini, BiblioteCaNova Isolotto e la Biblioteca Filippo Buonarroti.
Tutte le altre biblioteche comunali rimangono chiuse e il servizio di Bibliobus resta sospeso.

Sono aperte dal martedì al venerdì, esclusivamente su prenotazione, con il seguente orario: martedì e giovedì 9-19, mercoledì e venerdì 9-14. I libri restituiti dagli utenti andranno per 10 giorni in ‘quarantena’ prima di essere riammessi al prestito.

Le sale di studio e lettura e le sezioni bambini e ragazzi rimangono chiuse e non è possibile muoversi all’interno delle strutture, cercare i libri a scaffale, leggere i giornali, utilizzare i PC e i dispositivi digitali. Chiusi al momento anche i bar della Biblioteca delle Oblate e di BiblioteCaNova Isolotto.

È possibile verificare da casa la disponibilità dei materiali da prendere in prestito collegandosi al catalogo online.

E attenzione a non leccarsi le dita prima di voltare pagina!

Ulteriori info su www.biblioteche.comune.fi.it

L'Enoteca del Pesce a Tavarnuzze

Ristorantino di pesce a Tavarnuzze, menù di giornata con pesce fresco: antipasti, crudité, fritti, primi e secondi. Ampia selezione di vini. Anche per asporto grazie alla gastronomia di mare.

NEL NOSTRO E-STORE CENE 2X1

Tavarnuzze, via della Repubblica 13, - ristorante da mar a sab a cena, dom solo pranzo - gastronomia da mar a sab 10-13 e 16-22, dom 10-16 - 055 2374262, WA 338 3333517 - www.imalavvezzi.com  - 

Maggio a Chalet Fontana

Le giornate si allungano e nell’ettaro verde il sole comincia a prendersi più spazio. L’area esterna, attrezzata con funghi e lampade riscaldanti è pronta per lo sboccio della primavera. Ad attenderci un nuovo menù personalizzato per colazioni, pranzi, merende, aperitivi e cene. Nella zona bar la vetrina mostra scelte dolci o salate per brevi soste. La carta dei cocktail è nuova.

Per essere sempre aggiornati sulle proposte e gli orari di Chalet Fontana, vi invitiamo a visitare il sito.

Viale Galilei, 7 - 055 2280841 - parcheggio interno - ristorante@chalet-fontana.it - www.chalet-fontana.it


RECENSIONE OTTOBRE 2019
Complice la splendida location, valida tutto l’anno, grazie anche alla veranda in vetro che regala una splendida vista “verde” sul grande giardino, eccoci alla scoperta del nuovo menù d’autunno. Punto fermo la materia prima e i prodotti stagionali, imprenscindibili per una ristorazione di alta qualità. Molti ingredienti provengono dall’orto adiacente, il bioattivo più grande d’Italia. Siamo rimasti piacevolmente stupiti dalla convincente evoluzione di Bonadonna che sta affinando le sue abilità realizzative e di accostamento dei sapori, come sempre senza troppi fronzoli, con un’attenta cura dei dettagli.

Il menù è ispirato da tre fili conduttori orto, tradizione e gourmet. Noi abbiamo provato come antipasti una Crema e cubi di Zucca, amaranto soffiato, pomodori secchi e olive e il Carpaccio d’anatra, cruditè di carciofi e fegatini. In entrambi un bel contrasto di morbido e croccante che non guasta mai! Qualche punto in più (personale) all’anatra. Tra i primi i Bottoni di pappa al pomodoro e burrata e lo Spaghettoro con scampi, zucca e broccoli. Gustosi e abbondanti come, a nostro avviso, devono essere i primi piatti. Come secondi la triglia in crosta di pane su letto di cavolo viola tra due fini fette di pane che si può mangiare anche a ‘mo’ di panino. Poi un Coniglio in porchetta, polenta croccante e salsa alle mele. Anche qui eccellenti esecuzioni, oltre che nella totalità del piatto anche nella realizzazione di salse e maionesi che in entrambi calzano a pennello.

Restano poi in menù i “classici” di questo giovane chef come la Quaglia farcita alla toscana su manto di rigatino, il suo uovo e cremoso di fegato grasso o la Carbonara 2.0 piatto di cui, fino al 31 dicembre, parte del ricavato viene devoluto all’Associazione contro la Fame Italia Onlus. Chalet Fontana vanta anche un bel carnet di eventi: i giovedì di musica dal vivo, incontri letterari e conferenze. Insomma una piatto davvero completo per un autunno gustosissimo in viale Galilei che vi consigliamo vivamente di provare.

Ps. A pranzo menù light lunch al piano superiore, zona caffè-bistrot.

Il Cinema nel Chiostro per l’Estate Fiorentina

E' il cinema all’aperto presentato da Quelli dell’Alfieri, una grande arena estiva nel Chiostro di Santa Maria Novella, a luglio e agosto. Il Chiostro è in grado di ospitare fino a 250 persone consentendo il distanziamento personale. In programma i migliori film della stagione appena passata.

Inizio proiezioni ore 21.30, ingresso da piazza della Stazione, Apertura biglietteria e ingresso ore 20.45 I posti sono limitati, si consiglia la prenotazione on line.

SCARICA IL PROGRAMMA FINO AL 12 LUGLIO

Pranzo Stellato al Santa Elisabetta

Al Ristorante Santa Elisabetta, al primo piano della Torre bizantina della Pagliazza inglobata nella facciata del Brunelleschi Hotel, la luce è naturale, le pareti in pietra antica si integrano armoniosamente con la sapiente ristrutturazione e il décor raffinato, l’ambiente e il servizio sono esclusivi, con soli 7 tavoli ben distribuiti nella sala semicircolare. Una sala luminosa, raccolta, accogliente: il luogo ideale per un pranzo rilassante ed elegante, che lascia spazio alla privacy di incontri importanti.

Completa l’offerta il menù dello Chef Rocco De Santis, 2 stelle Michelin, caratterizzato da un equilibrio armonioso e creativo fra la Campania, terra di origine dello Chef, e la Toscana. Parole d’ordine: ricordo, tradizione, modernità, territorio, stagionalità, sensazioni olfattive...che si ritrovano tutte nei suoi piatti. Spesa e menù sono tavolozze cromatiche, olfattive ma anche emozionali: lo Chef pensa spesso al voler accompagnare il cliente durante il suo viaggio nel presente (la stagione) e nel ricordo (i piatti del passato).

A pranzo e a cena, è possibile scegliere fra tre menù degustazione Chef Experience (9 portate), In-Contaminazione (7 portate), o Tracce d’Innovazione (5 portate). Il menù Carte Blanche è, invece, la proposta degustazione disponibile esclusivamente a pranzo e include tre portate a sorpresa selezionate dallo Chef Rocco De Santis. Quest’ultimo è stato pensato per accompagnare gli ospiti che si approcciano per la prima volta alla cucina stellata e sfatare i falsi miti legati alla cucina gourmet, senza lo stress di dover scegliere dalla carta. L’intento è far vivere la prima esperienza in un ristorante Michelin come un viaggio, un percorso fatto di piacevoli sensazioni, in una location accogliente e nell'atmosfera intima della Torre della Pagliazza, coccolati dal personale di sala.
La "prima esperienza Michelin" potrebbe essere anche un'idea regalo perfetta.
Clicca qui
per scegliere il tuo cadeaux.

Il Ristorante Santa Elisabetta è aperto a pranzo dalle 12.30 alle 14, a cena dalle 19.30 alle 22 – informazioni su https://www.ristorantesantaelisabetta.it/info/


Le Pizze di Santarpia: anche in... Terrazza

Tornano le pizze del maestro Santarpia. Per un totale di 50 coperti, pizze come vuole la tradizione. Fili conduttori stagionalità e territorialità. La convivialità è l’altro elemento cardine: due sale più due banconi adiacenti al forno dove si può mangiare al volo e senza prenotazione e novità estiva la terrazza! 


La continua ricerca e il confronto con i fornitori e i produttori scelti negli anni accuratamente per la qualità delle materie prime, gli danno la possibilità di mettersi continuamente in gioco, con novità e sperimentazioni, rimanendo legati alla tradizione campana.


via Senese 155r - aperto a cena, lun chiuso - 055 3998245 - info@giovannisantarpia.com - www.giovannisantarpia.com

E' uscito il nuovo numero di Firenze Spettacolo!

Metti una sera a Settembre

Florence Cocktail Week... anche in Toscana!
10 Borghi Mon Amour
Un mese in … Cantina: visite, ristoranti, degustazioni, soggiorni
Scandicci, la fiera delle fiere
Artigiani nelle Ville
Vendemmia in Via Tornabuoni
Finalmente i Nuovi Film
Korea Fest
Effetto Fellini
I meglio Corsi: teatro, lingue, cucina, vino, etc….

Festival
Florence Dance
Fabbrica Europa
Avamposti
Contemporanea
Settembre Prato
Walking Thérapie
Intercity


+ TUTTI I CONCERTI, BALLETTI, FILM, TEATRO, MOSTRE, WEEKEND

MEGA CARNET COUPON SUPERSCONTO

BIGLIETTI OMAGGIO & SUPERIDOTTI
SPETTACOLI, CONCERTI, CINEMA, WELLNESS  & RISTORANTI!

Novecento: arte, teatro, musica

CentoNovecento è un programma di eventi serali gratuiti aperti al pubblico, nel rispetto delle norme di sicurezza e il distanziamento fisico. Si tratta di un progetto di grande valore culturale e simbolico, una vera e propria rinascita dopo i mesi di chiusura dei musei e lo stop alle rappresentazioni teatrali e musicali.

Il Museo Novecento si trasforma in uno spazio teatrale corale per ospitare fino a cento posti seduti, distribuiti tra il chiostro e il loggiato rinascimentale, luoghi suggestivi e con un’ottima acustica.

Lunedì 14 ore 18, spazio al primo dei tre appuntamenti di Reading Pratolini, progetto teatrale in collaborazione con Fondazione Teatro della Toscana, incentrato sull'opera del celebre romanziere fiorentino e su un ideale confronto con le opere di Ottone Rosai contenute nella collezione permanente del Museo Novecento. Durante la serata lo storyteller e drammaturgo Luca Scarlini legge “La ragione dell’altro: ombre e luci di Cronaca familiare”, un racconto tratto dall'omonimo romanzo di Pratolini. 

Giovedì 17 ore 21 sbarca invece nel chiostro Made in Italy, progetto curato dal direttore artistico del museo Sergio Risaliti – in collaborazione con Controradio – che, durante il lockdown ha commentato ogni settimana (per dieci settimane) un’opera della collezione permanente per gli ascoltatori della radio. Serata dedicata a Filippo De Pisis, Felice Casorati, Carlo Levi e Arturo Martini.

Venerdì 18 (ore 21) Andrea Cassano chiude la serie di concerti esibendosi nelle celebri Variazioni Goldberg di Johann Sebastian Bach, monumento della musica classica occidentale.

Tutti gli eventi si svolgono negli ambienti all’aperto del museo. L’ingresso è gratuito fino a esaurimento posti.

MUSEO NOVECENTO 

Piazza S.M. Novella, 10 – sab-lun 15-20 (mer-ven) - 9,50 euro

Una Festa da… Principi!

Siamo a La Terrazza del Principe, un “secret restaurant” immerso nel verde, una chicca che incanta i fiorentini più curiosi e attenti. Oltre ad una cucina ispirata anche dalla tradizione Siciliana - è la terra natìa del patron Nicola Reina - questa locale è molto indicato anche per aperitivi a bordo piscina e feste private. Le due aree sono perfette per un cocktail e qualche stuzzichino dalla cucina. 

Ogni sera dalle 18.30: per eventi privati ovviamente contattare il… Principe!

 

LA TERRAZZA DEL PRINCIPE - Ristorante e Pizzeria - Viale Machiavelli, 10 - 055 224104 – fax 055 2335375 - ampio parcheggio (accesso da Via del Bobolino) - www.laterrazzadelprincipe.com

ZTL e SOSTA cosa cambia, cosa NON cambia…

Ma sul fronte dei residenti si registrano malumori per il rischi di “invasione di auto” e parcheggi non autorizzati…

 

Ecco le nuove regole:

VARCHI ZTL APERTI dalle 16 ogni giorno solo da

- Lungarno Vespucci

- Via della Scala

Ma attenzione alla sosta, non è consentita nelle strade, multa di 86 euro x chi ci prova.
Il parcheggio è consentito solo nei garage convenzionati.

 

SAN LORENZO area pedonale via dell’Ariento, via Panicale, Via Sant’Antonino aperta alle auto dalla 20,30 alle 24.

 

PIAZZA DEL CARMINE – torna il parcheggio auto, 40 posti, solo x permessi zona O e A.

 

Alla scoperta della Bottega di Castelgreve

Tra il Ferrone e San Casciano si scopre La Bottega Castelgreve, un locale di gusto che introduce alla storica cantina dei Castelli del Grevepesa, una delle più importanti aziende del Chianti Classico.

Qui, in vetrina e sugli scaffali, sono esposti tutti i vini prodotti e bontà gastronomiche. Durante la bella stagione, complice la ridente terrazza - giardino esterna, abbiamo una destinazione molto carina per un gita fuoriporta con degustazione guidata ai loro vini accompagnata da un gustoso tagliere di salumi e formaggi, ma soprattutto un posto perfetto per organizzare momenti di festa, incotnri tra amici, compleanni per gruppi fino acirca 40 persone.

Uno spazio dall’atmosfera davvero rilassante, dove concedersi una piacevole sosta, in auto, in bici, a piedi e degustare eccellenze gastronomiche a km 0. Accogliente e luminoso, regala un’esperienza unica per ogni visitatore.

In primo piano le locali eccellenze vitivinicole. Le uve sono fornite da ben 120 aziende, che fanno parte di questa grande famiglia del Chianti Classico: lavorate con passione e  riguardo alla sostenibilità ambientale, danno vita a ottime etichette che abbracciano le varie denominazioni e zone della Toscana.



Tra le degustazioni da scegliere, le tre principali sono le seguenti, anche se non si possono poi modulare secondo le proprie esigenze chiamando direttamente in struttura:

Sangiovese
Degustazione 3 vini durata 30 min. 12 euro

Ciliegiolo (SOLO SU PRENOTAZIONE)
Degustazione 3 vini e Tour Bottaia Storica* durata 1 ora. 18 euro

Malvasia (SOLO SU PRENOTAZIONE)

Degustazione 3 vini con tagliere (a scelta fra Colorino e Trebbiano) e Tour Bottaia Storica* - durata 1 ora 30 min. 
28 euro

Il tutto accompagnato o da abbinare ad generosi taglieri toscani:
Colorino (tagliere con salumi e formaggi del territorio)
Trebbiano (tagliere con selezione di formaggi locali)

Non ci resta che entrare nel mondo di Castelli del Grevepesa, fatto di vino ma anche di passeggiate nel Chianti, vendemmia dei bambini, teatro in cantina e tanto altro.

Sul sito tutte le prossime iniziative.

Castelli del Grevepesa s.c.a.
Via Gabbiano 34 – San Casciano Val di Pesa – 055 8219125 o 055 8219138 - dalle 9.30 alle 13 e dalle 14 alle 18.30 - vinoteca@castellidelgrevepesa.it - www.castellidelgrevepesa.it

La settimana Live!

Mario Biondi

Shailalailalailala… Chi si rivede! Il Barry White italiano torna a teatro con tutta la sua carica soul e il suo jazz caldo e passionale che interpreta anche con una certa ironia. Dare è l’ultimo album, in scaletta tutti i brani più amati.
Lunedì 16 maggio ore 20.45 Teatro Verdi Via Ghibellina, 99 - 055 212320 – biglietti da 25 a 69 euro



Litfiba
40 (+2). Ha compiuto 40 anni nel 2020 la rock band più longeva e apprezzata del panorama italiano. A causa della Pandemia Piero e Ghigo hanno dovuto rimandare i festeggiamenti ma alla fine ci siamo. La band fiorentina è nata negli anni mitici della new wave, del post punk e del Tenax, quello originale degli anni ’80. Uno show unico e imperdibile anche perché è l’ultimo. Piero Pelù e Ghigo Renzulli hanno infatti deciso di concludere qui questo incredibile viaggio per quella che si preannuncia una vera e propria chiusura col botto (ma sarà vero? Noi speriamo di no...).
Lunedì 16 e martedì 17 maggio ore 21 TuscanyHall - via F. De André - 055 6504112 – biglietti 46 euro



Tananai

È stato il vincitore morale dell’ultimo Festival di Sanremo. Ormai celebri sono le sue steccate durante le esibizioni. Lui però ci ha fatto una risata su ed ha esultato quando ha scoperto di essere arrivato ultimo. Da quel momento la sua popolarità è esplosa e il brano Sesso Occasionale, è stabile in Top10 tra i brani più ascoltati su Spotify Italia. Ma non è finita qui… Cominicia tu feat. Rosa Chemical e Baby Goddamn sono entrate in Top200 nella classifica delle canzoni più ascoltate su Spotify Italia.
Venerdì 20 maggio ore 21 TuscanyHall - via F. De André - 055 6504112 – biglietti 20/25 euro



Francesco Bianconi
Francesco Bianconi torna al suo primo amore, il live, insieme a “La Sua Stupefacente Band”. In scaletta gli ultimi lavori in studio, in una summa ideale della sua prolifica produzione, dai progetti più recenti ad incursioni nel recente passato, ma non solo: il cantautore ha infatti pensato questo nuovo tour come “una storia a parte” dove protagoniste saranno “elettricità, percussione, tensione e massa sonica”. Il tour arriva a quasi due anni dal suo primo album solista Forever e dall’uscita, a gennaio 2022, di Accade, album con il quale ha reso omaggio a grandi cantautori e interpreti della canzone italiana.
Venerdì 20 maggio ore 21 Teatro Puccini Via delle Cascine 41 – info 055 362067 - biglietti 28.75/23 euro



Gazzelle

Cantautore romano da milioni di ascolti e un’invidiabile serie di date sold out in tutta Italia. È Flavio Pardini, aka Gazzelle, reduce dal successo discografico di OK entrato direttamente al 1° posto delle classifiche Top Album e Top Vinili FIMI a una settimana dalla release. Romantico urbano ed eccentrico comunicatore, colleziona successi discografici uno dopo l’altro: oltre agli album “PUNK” certificato platino, MEGASUPERBATTITO e OK. Sconsigliato (o consigliato) se vi siete appena lasciati con i vostri fidanzati…
Sabato 21 maggio ore 21 Nelson Mandela Forum – piazza E. Berlinguer – 055 678841 - biglietti da 40.25 a 51.75 euro

Finger Food Festival

Da giovedì 15 a domenica 18 ottobre nel grande complesso ippico delle Cascine, trovano spazio le ricette ‘street’ del Bel Paese. L’Ippodromo del Visarno è il teatro di questo evento che in cinque anni si è affermato come il più importante in Italia nel suo genere. I protagonisti sono il cibo di qualità e le birre artigianali. Tre giorni all’insegna del gusto. In primo piano le specialità regionali italiane, con produzioni DOP e IGP da filiera corta, tutto accompagnato da una serie di eventi collaterali in tema con la manifestazione. 

Ecco le eccellenze gastronomiche presenti

Toscana: Hamburger di Chianina, Lampredotto, Trippa

Emilia- Romagna: Gnocco Fritto, Tortellini Fritti, Tagliata di Manzo, Hot Dog Bolognese, Fritto misto di pesce, Anguilla alla brace

Marche: Olive Ascolane, Olive Tartufate, Fiori di Zucca Fritti

Puglia: Bombette, Orecchiette, Burrate, Pasticciotto, Panzerotti

Veneto: Birrificio Artigianale Lorenzetto

Abruzzo: Arrosticini

Calabria: Salsiccia Calabrese DOP alla griglia, Nduja

Campania: Carne di Bufala alla Griglia e Mozzarella di Bufala alla brace

Sicilia: Pane Ca’ Meusa, Arancine, Cannoli, Cassate, Stigghiola

Friuli: Prosciutto San Daniele, Frico

Dal Mondo: Cucina Thailandese, Paella, Churros, Tacos Messicani, Carni Argentine, Kurtosalacs 

Ippodromo del Visarno – via delle Cascine – ven dalle 18 alle 24, sab e dom dalle 12 alle 24 – ingresso libero – Fb @fingerfoodfestival

Cordon Bleu, La Mela Insana!

Ogni ricetta ha il suo tipo ideale e il modo di essere trattato. Giovedì 3 giugno dalle ore 18.30 alle ore 21.30 Tommaso Bartoloni e Cristina Blasi presentano un approfondimento sulle diverse tipologie, le tecniche e le preparazioni – con box ingredienti omaggio.
SCOPRI DI PIÙ

Proseguono tutti i corsi professionali: Professionale di Alta Pasticceria, Arte della Pasta, Cuoco Cordon Bleu, Professionale Avanzato di Alta Cucina e l’ultimo arrivato “InForno”, dedicato alle tecniche di panificazione e alla pizza.


Aperte le iscrizioni per il prossimo a.a. 2021/2022 per il Master ed il Diploma di Alta Formazione in Arti e Scienze Culinarie, un percorso biennale realizzato in collaborazione con IUL - Università Telematica degli Studi; oltre all’European Bachelor Triennale in Arti della Cucina Italiana (sia in lingua italiana che in inglese) per chi vuole approfondire attraverso una formazione di livello accademico gli aspetti legati al food design e al management della cucina.

Scuola di Arte Culinaria Cordon Bleu – via G. Giusti 7 - 055 2345468 - info@cordonbleu-it.com - www.cordonbleu-it.com

Firenze Spettacolo di Ottobre

Ottobre… Fest!

Bravi Teatri! Le stagioni che ci sono
Una Carrozza all’Antella
Met: Il primo momento
Rifredi: omaggio Sergio Blanco
and more…

Trekking & Outdoor
10 SENTIERI da scoprire in Toscana

Film Festival
Middle East Now
Immagini e Suoni dal Mondo
Florence Queer

plus
Finger Food Fest
Mugello d’Autunno
Weekend a Maiano
Florence Guitar
Lucca Fashion
Pietrasanta Libropolis
Un mese in … Cantina
visitare, degustare, mangiare, soggiornare…
L’eredita’ delle Donne
Leggere per…
Doppia Vendemmia con God Save The Wine
Gourmet News: visti & rivisti!

Adda passà 'a nuttata

Buone notizie da Palazzo Vecchio per il vasto mondo delle associazioni e imprese culturali della città. Annunciato dall'assessore Tommaso Sacchi un pacchetto di aiuti economici. Un impegno speciale poi tra novembre e dicembre.

 

CONTRIBUTI TRIENNALI ai 67 soggetti che ne godono, da Fabbrica Europa a Virgilio Sieni, dal Festival dei Popoli agli Amici della Musica fino alle associazioni più piccole: sono 680 mila euro, alla fine l’annualità 2020 sarà decurtata solo del 15%.

 

UN NUOVO BANDO - A giorni uscirà un nuovo bando per proporre eventi di una nuova rassegna, l’Inverno Fiorentino, durante i mesi di novembre e dicembre, per un totale di 300 mila euro.

Saranno premiati i progetti che privilegeranno le zone meno centrali della città, gli eventi che si svolgeranno nelle biblioteche, gli spettacoli fruibili anche online. La call sarà pubblicata dall’associazione Muse. Tutti i progetti dovranno naturalmente rispettare le misure di sicurezza anti Covid in vigore.

 

UN AIUTO ALLA RISTORAZIONE – Sono annunciati 50mila euro (con affidamento diretto alle associazioni di categoria) per l’organizzazione di piccoli reading o concerti dentro e fuori da ristoranti e locali per attrarre clienti e sostenere il commercio.

 

TRA LE ALTRE INIZIATIVE, 30 mila euro per incrementare ulteriormente il progetto delle residenze artistiche alle Murate Art District e 26 mila euro per un concerto-tributo al maestro Bosso che coinvolga il Maggio Musicale Fiorentino, la Scuola di Musica di Fiesole, l’Orchestra della Toscana e il Conservatorio Cherubini.

 

 

 

Christmas in... Jazz!

Nasce Jazz4Christmas, il festival jazz in streaming che da sabato 26 a giovedì 31 dicembre presenta protagonisti del jazz italiano e toscano per festeggiare la fine di questo 2020 nonostante le restrizioni imposte dalle norme anti-Covid.

Tutte le sere dalle 21, sulla pagina Facebook di Music Pool, Musicus Concentus, Pisa Jazz e Jazz Club of Vicchio, contenuti inediti, concerti e presentazioni, dalla storia del jazz a quella del blues, dallo swing da ballare al funk passando per il jazz e la libera improvvisazione.
Ogni evento è disponibile on demand il giorno successivo, dalle ore 11.30, su tutti i canali social degli organizzatori e da gennaio su Jazz in Toscana.

Sabato 26 con Nico Gori Swing 10tet, un Santo Stefano spumeggiante con il più vivace, moderno e fiammeggiante alfiere del jazz e lo swing da ballare e il suo repertorio formato da brani della tradizione delle storiche big band di autori come Benny Goodman e Count Basie e brani originali dello stesso Gori, sempre ispirati alla tradizione dello swing anni '30 e '40.

Domenica 27 Maurizio Franco presenta, dalla Biblioteca delle Oblate, Il nuovo volume "La storia del Jazz", con prefazione di Pupi Avati, di cui è autore con Luigi Onori critico musicale, Riccardo Brazzale, musicista, direttore artistico. Con lui, in collegamento Skype, il Maestro Enrico Intra. Gli appuntamenti "Scrittori in Jazz" sono presentati e coordinati da Alessandra Cafiero.


Lunedì 28 il nuovo progetto GAL di Giulia Galliani, Andrea Mucciarelli e Andrea Beninati. Un repertorio fatto di sonorità semplici e caratterizzato da una forte impronta jazz. Animano i loro live brani inediti con contaminazioni dal soul e dall'elettronica. 

Martedì 29 il progetto MUZIKI formato dal tastierista e compositore Franco Santarnecchi, la vocalist Titta Nesti, la violoncellista e flautista Ellie Young, il batterista Piero Borri (già nella Waves Orchestra): frammenti di standards del jazz e della popular music, per timbriche e colori musicali diversi.

Mercoledì 30 altro appuntamento con la letteratura insieme a Francesco Martinelli che presenta, dalla Biblioteca delle Oblate, la sua ultima pubblicazione "La Storia del Blues del Delta di Ted Gioia". Un racconto del complesso e contraddittorio percorso della musica blues tra condizionamenti razziali, espressione artistica e sfruttamento economico, attraverso le storie dei famosi bluesman del Delta. Con lui il chitarrista Lorenzo Marianelli e il contrabbassista Fabrizio Balest.

Senza Capodanno in piazza, giovedì 31 a ritmo di funk con il concerto dei Funk Off insieme alla voce di Serena Brancale, la nuova collaborazione sui terreni del nu soul, del funk e del jazz. 

Venerdì 1 gennaio tutti gli eventi del festival saranno disponibili in una maratona musicale che partirà dalle ore 12.

info: www.eventimusicpool.it – info@eventimusicpool.it - 055 240397

Un Semaforo Impazzito

Continua la roulette russa dei colori in tutta Italia e di conseguenza anche in Toscana.
6 gennaio siamo Rossi, mentre Gialli il 7 e l’8.
Fine settimana, 9 e 10, arancione.
Dalla prossima settimana in Toscana, grazie all’indice Rt,  inferiore ad 1, siamo gialli fino a venerdì 15 quando uscirà il nuovo DPCM dle governo.

Certo è che con questo “semaforo” a tempi impazziti dove non esiste il verde, è impossibile pianificare qualsiasi attività per tutte quelle categorie economiche di cui da sempre raccontiamo vita, morte e miracoli. Ristoratori in primis, capri espiatori per eccellenza, e a seguire tutto il mondo della cultura in senso lato: ostaggio di “non decisioni” che a quanto pare non stanno neanche risolvendo il problema dei contagi, ieri 313 in Toscana.  


Mezzogiorno di Fuoco - I Giovani e la Pandemia: vittime o colpevoli?

Troppo spesso, e troppo facilmente, media e politici hanno fatto e fanno della cosiddetta Movida un facile capro espiatorio.

Molti riconducono i contagi a queste manifestazioni spontanee di comunità e socialità. Ma sarà vero?

All’aria aperta e con le dovute precauzioni può essere possibile che solo quelle poche centinaia di persone in poche ore scatenino la furia dei contagi? E in effetti nessuno lo ha potuto dimostrare, mentre sono ben chiari altri focolai di diffusione.

C’è invece il rischio che queste campagne accentuino la separatezza e l’incomprensione di una generazione, frustrata oltre ogni limite dalla crisi della scuola, dalla perdita di socialità, dal buio assoluto sul futuro che l’attende.

Non pochi illuminati hanno visto nell’esplodere del vandalismo e di improvvisi e immotivati raptus di violenza collettiva, il segno selvaggio di una rivolta sorda, di un modo primitivo di farsi riconoscere, sentire….

Ne parliamo con:

MARIA ANTONIETTA GULINO Presidente dell’Ordine degli Psicologi della Toscana;

LORENZO SOMIGLI giornalista e direttore delle testata online Il Tazebao,

DAVIDE CAMPAGNOLO, titolare del pub Public House e del locale Manifattura,

e con uno studente ventenne di economia, GIULIO MUGNAI


SIAMO IN EDICOLA!

A Maggio, con il favore della bella stagione e l’avanzare della vaccinazione, dobbiamo riaprire tutto il mondo dello spettacolo, della cultura, della ristorazione, del fitness, del turismo, degli eventi. 

E noi vogliamo essere in prima fila a sostenere la #ripartenza!

IN QUESTO NUMERO > maggio #restart 

Cover Story > Fate… LARGO a pizza & cocktail

Hot News

Il Maggio guida la ripresa

Cinema: un’estate open air

Festival: Florence…Korea!

Gourmet: Good News!

Il Centro che verrà: chi c'è di nuovo

Trattorie di quartiere: dalle Cure al Campo di Marte

Vino: Settimana di Anteprime

Specials 

Una Lente sulla Versilia

10 Musei da scoprire 

Letture

Valentina Ferrara: Il Racconto della Pandemia

+ TUTTI I CONCERTI, BALLETTI, FILM, TEATRO, MOSTRE, WEEKEND

MEGA CARNET COUPON SUPERSCONTO
BIGLIETTI OMAGGIO & SUPERIDOTTI SPETTACOLI, CONCERTI, CINEMA, WELLNESS & RISTORANTI!


E' uscito Firenze Spettacolo di Giugno!

Hei #Estate, stiamo arrivando!


Hot News
Spazi, Giardini, Terrazze, Piscine, Cinema in... Compagnia, Florence Dance Festival


City trend
In Campagna c'è più gusto!
Top 20 trattorie fuoriporta


Specials
Maremma come sei bella!
Una Lente sulla Versilia #2


Cover Story
Dici Estate e dici Fiesolana
Interview: Valeria Solarino Una, Nessuna, Centomila


+ TUTTI I CONCERTI, BALLETTI, FILM, TEATRO, MOSTRE, WEEKEND

MEGA CARNET COUPON SUPERSCONTO
BIGLIETTI OMAGGIO & SUPERIDOTTI SPETTACOLI, CONCERTI, CINEMA, WELLNESS & RISTORANTI!

In Villa con gli Artigiani

Da venerdì 18 a domenica 20 giugno weekend all’insegna dello shopping e del relax grazie a Strana.mente events che saluta l'arrivo della nuova stagione con un’innovativa ed effervescente edizione di “In Villa con gli Artigiani”.

Protagoniste le eccellenze dell'artigianato made in Italy e street-trucks selezionati per un lungo weekend di shopping e degustazioni enogastronomiche. Novità l'aperitivo lungo, fino alle 21.30.

Un viaggio tra collezioni di gioielli, abbigliamento e accessori, articoli di profumeria e cosmesi, raffinate decorazioni per la casa, complementi d'arredo e prodotti enogastronomici di qualità. 


Per la sezione arte e cultura visite guidate alle parti storiche della villa. Tra gli eventi speciali originali lavori di Fine Art, fotografia abbinata a legno di recupero o l’esperienza di uno shooting fotografico con la fotografa ufficiale dell'evento. Nel parco attività rilassanti a cura di Gyrotonic Studio3. Ospite della manifestazione l'Associazione Voa Voa! Onlus Amici di Sofia. 

Le ampie zone relax presenti nella villa permettono di godere in tranquillità e in sicurezza della manifestazione. Per tutta la durata dell'evento nell'area food gli street trucks deliziano il palato dalla colazione al pranzo fino all'aperitivo. L'evento si svolge in totale sicurezza, nel rispetto di tutte le norme sanitarie anti contagio. 


Villa Gerini Colonnata - viale XX Settembre, 259, Sesto Fiorentino (FI) – ingresso libero - ven 15:30-21:30, sab 10:30-21:30, dom 10.30-20. - pagina Fb Strana.mente events, pagina Ig strana.mente_events - email: strana.mente@live.it

Un Mito della Pasticceria Salentina al The St. Regis Florence

Un luogo incantevole per incontrarsi per un pranzo leggero, un aperitivo e gustare gli esclusivi St. Regis Rituals. Al ristorante, condotto dall’Executive Chef Gentian Shehi, innovazione, tradizione e territorio convivono.

EVENTI SPECIALI

UN MITO DELLA PASTICCERIA SALENTINA al The St. Regis Florence
 
Si scrive pasticciotto, si legge piccolo capolavoro di arte culinaria: uno scrigno di pasta frolla friabilissima, con all'interno un cuore di crema pasticcera classica aromatizzata alla vaniglia con note di limone.
Tutti i giorni, dal 29 Aprile al 15 Maggio, dalle 14 alle 19, al Winter Garden Bar presso The St. Regis Florence, il dolce simbolo del Salento rivive in chiave contemporanea grazie all’estro dell’Executive Chef Gentian Shehi, Salentino DOC, che ha saputo rendere ancora più armonioso il mito della pasticceria pugliese, che dalla fine del ‘700 delizia tutti con il suo sapore inimitabile.
1 caffè e 1 pasticciotto, 15 euro
1 caffè in ghiaccio con latte di mandorla e 1 pasticciotto, 20 euro


Piazza Ognissanti, 1 - 055 27163770 - www.stregisflorence.com - restaurant.stregis@stregis.com - www.wintergardenflorence.com

RISTORANTE WINTER GARDEN
Aperto tutti i giorni. Dalle 12 alle 22.30, All - day menu all’insegna dei profumi e dei sapori mediterranei reinterpretati in chiave contemporanea dalle sapienti mani dell'Executive Chef Gentian Shehi. Dalle 19 alle 22.30, Carta serale con piatti Gourmet.
BAR WINTER GARDEN
Aperto tutti i giorni dalle 11 alle 1. Scopri i Rituali: Brunello Bloody Mary: interpretazione in chiave local dell’iconico St. Regis Bloody Mary. Euro 20
Dalle 15.30 alle 17, St. Regis Tea Ritual: scopri il mondo di Dammann Frères con l'aiuto del Tea Sommelier gustando le prelibatezze del Pastry Chef. Euro 30.
Dalle 19 alle 20, St. Regis Evening Ritual: aperitivo esclusivo con finger food e calice di bollicine, accompagnato dallo spettacolare rituale del sabrage. Euro 40


La Scelta di Gentian al Winter Garden
recensione novembre 2021

Lungo l’Arno si cammina sempre volentieri in una sera d’autunno. Niente vento, solo bici e monopattini che sfrecciano insieme ai ricordi di un’estate ormai lontana.

Siamo in Piazza Ognissanti, non tra le più famose, ma certo tra le più affascinanti. Qui si trova il The St. Regis, maestoso hotel del gruppo Marriott che nel suo Winter Garden propone una cucina gourmet realizzata dal giovane e brillante Executive Chef Gentian Shehi.

Motivo della visita è appunto provare il nuovo menù autunno/inverno. Il ristorante si sviluppa in una grande sala dominata da un lampadario enorme che dona, con gli altri elementi d’arredo, un’atmosfera classica sottolineata dalla dolce musica del pianoforte.

La cucina di Gentian si sposa perfettamente a questo ambiente. Esecuzioni da manuale, sapori equilibrati e presentazioni che rubano la scena, sono i tratti distintivi della sua mano. Se il buon giorno si vede dal mattino ecco che l’antipasto, il calamaro ripieno, si presenta come un vero e proprio dipinto astratto, l’occhio vuole la sua parte!, ma qui anche il palato gode e a nostro avviso è il piatto migliore. Degni di nota anche i bottoni di patate con crema tiepida “vichyssoise” e caviale nel segno dell’equilibrio. Poi il piatto forte, il caciucco ripensato in ‘salsa’ gourmet. La crema che lo accompagna segue la ricetta tradizionale, mentre i pesci sono diversi e più nobili dell’originale. Insomma un bel menù in un contesto raffinato con un servizio attento, non troppo impostato. Il dolce stupisce per forma e contenuto, un bell’insieme di tradizione e innovazione: un neccio scomposto con ricotta e gelato al mandarino, provatelo!

La scelta di Gentian è forse in controtendenza rispetto al contrasto eccessivo e iper-ricercato di molte cucine gourmet e a noi piace. Un equilibrio che oggi è difficile trovare praticamente in ogni settore della società, qui invece è padrone e viene proposto con coraggio e rinnovata fiducia. Bravi. 

Caffè dell'Oro

Caffè Italiano contemporaneo che vanta una posizione davvero privilegiata, con vista in prima linea su Ponte Vecchio, da godere nelle belle giornate anche dai suoi sette salotti esterni riscaldati. Il menu offre una doppia anima per accontentare gli amanti della tradizione, così come i gusti più internazionali. Da non perdere il Fusilloro con zafferano e gamberi rosa, o la tartare di avocado o l’ormai iconico Tiramisù toscano. La vista meravigliosa è offerta dalla casa.

Lungarno degli Acciaiuoli, 2P –  055 2726 8912 – ogni giorno dalle 7 alle 23 - WA 342 1234 710 - www.caffedelloro.com - oro@lungarnocollection.com

RECENSIONE GIUGNO 2021 

Il Lungarno ha l’Oro in bocca

La dolce vita 2.0 si distende baciata dal sole sul lungarno Acciaiuoli pedonalizzato che fiancheggia le sponde dell’Arno, dove si proietta con naturalezza ed eleganza il dehors open air del rilanciato bistrot del Gruppo Lungarno Collection, il CAFFÈ DELL’ORO. 

Nato terzo dopo lo storico Fusion al Gallery e lo stellato Borgo San Jacopo, in epoca (quasi) post-pandemica è stato il più veloce a riaprire e riproporsi sulla scena fiorentina con una nuova direzione e un nuovo chef. A suo favore gioca, oltre la splendida posizione, anche una proposta di accoglienza e di cucina che concilia con equilibrio la tradizione con il tocco di internazionalità proprio dello chef Antonio Minichiello. Un bistrot dall’eleganza informale dove ci si può fermare ugualmente sia per per un caffè, un pranzo, un aperitivo o una cena, mirando un panorama esclusivo e apprezzando un servizio davvero speciale.


Lo chef Antonio Minichiello ha iniziato nelle cucine di importanti hotel e ristoranti stellati. Poi il richiamo degli States e a soli 26 anni diventa il più giovane chef della Strip di Las Vegas e lì brilla per oltre 10 anni come Executive Chef di resort di lusso. Classe 1983, nato in New Jersey ma cresciuto in un paesino in provincia di Avellino, fin da piccolo ha vissuto la campagna irpina, i suoi ortaggi e i suoi frutti. Ed è qui che prende forma la sua grande passione per gli ingredienti. E il sogno di diventare chef si avvera quasi subito. 

Con lui il Caffè dell’Oro inaugura un nuovo capitolo. All’identità italiana-contemporanea aggiunge quel twist internazionale di profumi e sapori esotici oggi apprezzato e sempre più richiesto, anche dagli stessi fiorentini che alla loro amata tradizione, sentono sempre più spesso il bisogno di affiancare nuovi sapori.


Appena seduti si viene accolti da stuzzicanti amuse bouche: per noi Ricciola cruda con gazpacho di fragole, un bun con maiale e gambero e un mini burger con granchio fritto e salsa allo zenzero. Nel menù, oltre a classici come lo spaghetto alla bottarga, la tartare, alcune new entry: risotto allo zafferano con salsiccia di Bra, o il Polpo Croccante con burrata pugliese su crema di piselli, shiso & wasabi realizzata con tubero fresco; i Ravioli di Melanzana su mousse di ceci e tahina, fonduta di caprino e polvere di pomodoro; la Bistecca di cavolfiore al curry Madaras, stupisce anche i carnivori, e la “tradizionale” Tagliata di Angus che in questo caso si accompagna ad un cannellone di porro e melanzane, patate al latticello e salsa al chimichurri. Tra i dolci originale l’idea del raviolo di ananas ripieno di ricotta e gocce di cioccolato.

Una svolta che, a nostro avviso, riposiziona il Caffè dell’Oro ponendolo con una più esatta identità al centro della proposta del gruppo Lungarno Collection.

In edicola il numero doppio Speciale Estate di Firenze Spettacolo

IN QUESTO NUMERO: 

CARNET TAGLIANDI
Biglietti gratuiti e scontati per concerti, teatri, eventi, ristoranti, wellness

COLPO D’OCCHIO LUGLIO & AGOSTO
Miniguida Night & Day ai maxi eventi 

HOT NEWS SPECIALE | COVER STORY
TOP 60 ESTATE 2021: luglio & agosto in un colpo solo!
60 giorni di eventi, spettacoli, food&wine, mostre, incontri, destinations… + Un’Estate in Paradù

HOT NEWS | Una LENTE sulla VERSILIA
eventi personaggi cultura ristoranti vini curiosita’ per un turismo di... prossimita’!

DAP FESTIVAL a Pietrasanta
La Versiliana: musica, teatro e…
Il Maito’ al Roof Top
Quel che e’ Forte di Lorenzo
Sokol Ndreko vince il Premio A. Bergere Nicola Dallori
Versilia Roof Bar & Restaurant
A Tavola sulla Spiaggia
Altri Eventi

ARTE & MOSTRE 
Vernissage, Mostre in corso, Musei

CINEMA
Nuovi Film, Festival, Rassegne

CITY TREND 
tendenze, anticipazioni, gossip, piaceri, divertimenti, ristoranti, chef, eventi, wellness, shopping!

CITY TREND | LA CITTA' GOLOSA
Il Buono e il Bello al Ponte Vecchio
The Lodge: La Movida e’ sulle Rampe
Castel Monastero, nuovo chef e una Spa da urlo
The Sense: 4 sorprese in 24 ore di gusto
Menagere in movimento. Per ora nel...Jardin
Harry’s Bar a Villa Medici
La Pinsa di Bianca
INTERVISTA DOPPIA Un Gin Tonic per due: L’Essenziale di un Empireo
IDENTIKIT DELL’ESTATE FIORENTINA
Sapore di mare Villa Vittoria
GUIDA RISTORANTI & TRATTORIE in citta’ e oltre
GUIDA Piscine
+ Bentornata Asmana

HOT NEWS / i nostri EVENTI SPECIALI 
GOD SAVE THE WINE: Il Vino in una Notte di mezz’estate, B-Roof Grand Hotel Baglioni
Una Spiaggia Di…Vino ! Bagno Faruk, Marina di Pietrasanta

New Caesar Opening!

Il nuovo volto del Caesar viene svelato con un cocktail party a regola d'arte.
Una New Opening fiorentina, aperta alla città per scoprire la nuova proposta del Caesar. 

Martedì 10 maggio dalle 19.30 Aperitivo con Musica per festeggiare la nuova gestione del locale aperto 7 su 7 con tante diverse specialità dalla mattina alla sera.

RSVP 055 0451611

Piazza Beccaria 5 - 055 0451611

Danza In Fiera

RE-DANCE YOUR LIFE è lo slogan scelto per celebrare questa ripartenza. Una bella risposta è la conferma di molti espositori storici sia tra i brand commerciali che nel mondo accademico, con importanti new entry internazionali. Tante le anteprime che ci aspettano in fiera il settore dell’abbigliamento tecnico che si concentra su ecologia e tecnologia, sperimentata nella prevenzione agli infortuni, anticipando le maggiori tendenze. Importante da sempre anche la sezione dedicata alla formazione.


Ricco il programma degli ospiti. Le audizioni con i direttori Thelma Louise di Joffrey Ballet School, Tracy Inman di The Ailey School, Davis Robertson di New York Dance Project e Antonio Fini di Fini Dance New York (conosciuto al grande pubblico come giudice di Ballando on the Road) in cerca dei migliori talenti, da inserire nei prestigiosi programmi di studio riservati a pochi fortunati e meritevoli, che qui hanno modo di poter sostenere audizioni anche per le migliori accademie professionali in Italia. Anche il programma stage si fregia di artisti internazionali, affrontando nell’ambito del contemporaneo il tema del repertorio – rara ed esclusiva opportunità da cogliere al volo! - con compagnie internazionali. Non mancano momenti di formazione e approfondimento e grandi ospiti.

Fortezza da Basso – Viale F. Strozzi 1 – orario dalle 9 alle 20 – ingresso 18 euro, rid 12 – www.danzainfiera.it

Una città di LEGO

 Gli appassionati di LEGO si riuniscono e danno vita a costruzioni incredibili.  Il sogno di ogni persona che era bambina negli anni ’80 e ’90 è oggi realtà. Decine di migliaia di mattoncini LEGO trovano casa al Tuscany Hall con creazioni inedite realizzate da decine di appassionati in tutto il mondo, ma anche attività, contest, acquisti di set e prodotti fuori catalogo e/o introvabili altrove.

Gare tra costruttori più veloci, una galleria dedicata ai giovani, un laboratorio su LEGO Minecraft e uno dedicato alla creatività con mattoncini verdi, bianchi e rossi. Insomma una città di LEGO come quelle che sognavamo da bambini.

Tuscany Hall – Lungarno A. Moro 3 – 055 6504112 - sab dalle 10 alle 20, dom dalle 9 alle 19 - ingresso 8 euro, 6 euro ridotto bambini da 6 a 12 anni, , gratis per bambini fino a 5 anni e disabili – www.toscanabricks.it

Maggio al Red Garter

Lo storico locale di Riccardo Tarantoli in via de Benci, evergreen della nightlife fiorentina con steak house e piatti tipici americani, Karaoke e dj set, è aperto tutti i giorni della settimana per tutto l'anno con ristorazione, pub e live karaoke e djset fino a tarda notte.

Programma:
Lunedì Trivia Night gioco a premi dalle 20 alle 22,
Martedì Taco Tuesday & Student Party, Solo 2 euro a taco tra pollo e vegetariano. Party universitario con torneo di beer pong, tanti premi e dj set.
Mercoledì e Giovedì, WING NIGHT - Serata ali di pollo! Solo 40 cent l'una. Tante salse per tutti i gusti! Drink della serata: Margarita messicana. A seguire Karaoke e DJ SET.
Venerdì Karaoke! Ingresso libero e dj set con musica house/commerciale, i mitici anni ‘90/hiphop fino a tarda notte.
Sabato, Saturday Night Fever! Feste di compleanno, lauree e addii al celibato e nubilato; menu fissi e cene aziendali. Cena con spettacolo di karaoke e dj set/vocalist. Ristorante aperto fino alle 1:30.
Domenica dalle 11:30 alle 4 di pomeriggio BRUNCH americano! Pancakes, Waffles, Bagels, Omelettes, Milkshakes. Fino alle 5 di pomeriggio, poi Live Sports (NFL, Serie A, Fiorentina, Premier League e tutti i più importanti eventi sportivi).

Via de’ Benci, 33-35/r - 055 2480909 – da lun a gio dalle 17.30 alle 4, ven, sab e dom dalle 11.30 alle 4 - info@redgarter1962.com - redgarter1962.com

La Compagnia, dicembre in famiglia e con Fellini

Da mercoledì 15 dicembre al 7 gennaio FELLINI!
Una full immersion lunga un mese nel cinema del maestro. Per tutte le Feste di Natale lo spettacolo delle 15.00 sarà dedicato alla sua filmografia. Sempre ad ingresso libero!
Programma completo

Da domenica 26 dicembre al 6 gennaio FAVOLOSE STORIE PER PICCOLI MOSTRI
Dalla penna dei grandi scrittori e illustratori per i più piccoli, al grande schermo. Le storie di Julia Donaldson, Axel Scheffler, Road Dahl prendono vita durante le feste, a La Compagnia!
Programma completo


In Villa con gli Artigiani

La mostra, arricchita da eventi collaterali, è l’occasione per vivere rigeneranti momenti immersi nella quiete e nel verde del rilassante parco della villa. Ci aspettano, nel rispetto del protocollo anti-contagio, eccellenze dell'artigianato made in Italy e street-trucks selezionati per un frizzante weekend di shopping. Collezioni di alto profilo di gioielli, abbigliamento e accessori dalla cifra caratteristica, articoli di profumeria e cosmesi, raffinate decorazioni per la casa, complementi d'arredo e prodotti enogastronomici di alta qualità.

Tra gli eventi speciali: gli originali lavori di fotografia di Barbara Bertini, fotografa ufficiale dell’evento, con la divertente esperienza di uno shooting fotografico; I racconti del tè a cura di Vania Coveri, degustazioni di tè selezionati, accompagnata da un racconto originale ad esso dedicato. Potete inoltre avvalervi della consulenza di un’esperta in organizzazione e terapia della casa grazie a “Dimora in Armonia”. Presente come ospite l'Associazione Voa Voa! Onlus Amici di Sofia.

La formula “Ingresso Libero” e le ampie zone relax permettono di godere in tranquillità e sicurezza la manifestazione, nel rispetto delle norme sanitarie anti contagio. Per tutta la durata nell'area food gli street trucks deliziano il palato dalla colazione al pranzo fino all'aperitivo serale.
Possibile partecipare a visite guidate alle parti storiche della villa.

Villa Gerini Colonnata, viale XX Settembre, 259, Sesto Fiorentino (FI) - dalle 10:30 alle 19:30 - ingresso libero

 Fb: Strana.mente events, Ig: strana.mente_events - email: strana.mente@live.it

Cordon Bleu, Regala una Lezione!

Se sei in cerca di un'idea regalo, anche quest'anno, puoi scegliere fra un voucher aperto per una  lezione da svolgere nel 2022! Farai sicuramente felice chi ama la cucina!

Clicca qui per ulteriori info


UN NATALE DA REGALARE
Mercoledì 14 dicembre
Il nuovo corso della Scuola di Arte Culinaria Cordon Bleu dedicato al menù delle Feste.
In programma un menù delle feste fatto da ricette semplici da fare in anticipo, da conservare e anche un pò vintage! Dalla produzione di "semilavorati" artigianali alle ricette che li valorizzano: una ricca serie di preparazioni da regalare e di piatti da servire durante le feste.

clicca qui per ulteriori info

LA SCUOLA DI ARTE CULINARIA CORDON BLEU
Si accendono i fornelli in via Giusti, nuovi corsi per appassioati, professionisti e aspiranti chef. Riparte con una nuova stagione di corsi sia per appassionati che per professionisti o aspiranti tali: corsi pensati per conoscere nuove tecniche ed ingredienti e per approfondire la propria passione per lo sconfinato mondo dell’arte culinaria.

Per quanto riguarda il percorso professionale è possibile scegliere tra: Professionale di Alta Pasticceria, Arte della Pasta, Cuoco Cordon Bleu, Professionale Avanzato di Alta Cucina e l’ultimo arrivato “InForno”, dedicato alle tecniche di panificazione e alla pizza. Una vasta gamma di corsi di alto livello formativo che hanno l’obiettivo di formare professionisti del settore capaci entrare immediatamente nel mondo del lavoro.

Scuola di Arte Culinaria Cordon Bleu – Via G. Giusti 7 - 055 2345468 – cordonbleu-it.com

Fashion in Flair a Lucca

Un appuntamento ormai consueto quello che saluta l’arrivo della bella stagione nell’elegante contesto di Villa Bottini e del suo giardino nel centro storico di Lucca. In questa XI edizione si riconferma e rafforza l’obiettivo di offrire una prestigiosa vetrina che valorizzi le molteplici forme dell’artigianato italiano. Ad ospitare la prima edizione di primavera, sempre Villa Bottini, vero e proprio gioiello incastonato all’interno delle mura lucchesi. Le nobili e suggestive sale e il magnifico giardino, diventano il palcoscenico sul quale l'artigianato mette in mostra l'eccellenza delle produzioni Made in Italy, nei settori dell'abbigliamento e degli accessori moda, dell'oreficeria, dei bijoux e dei complementi di arredo, riservando anche ampio spazio all’enogastronomia.

100 espositori, che attraverso la loro manualità e creatività, fanno ‘viaggiare’ i visitatori tra storie d’eccellenza e ben fare. Un’edizione interamente dedicata all’Italia, alle sue eccellenze e alla sua creatività, ai racconti e alle infinite meraviglie del paese, proprio nell’anno del 225° anniversario dell’adozione del primo tricolore, segno tangibile di appartenenza al nostro paese.

Evento promosso dall'Associazione Culturale "Eccellenti Maestrie" in collaborazione con Complemento Oggetto snc, la mostra-mercato ha potuto godere dei Patrocini di Regione Toscana Consiglio Regionale, Comune e Provincia di Lucca, Confcommercio Lucca e Massa Carrara, CNA e Confartigianato Lucca.


Villa Bottini – via Elisa 9, Lucca – ven dalle 15 alle 21, sab dalle 10 alle 21, dom dalle 10 alle 20 – ingresso libero

La Nuova Stagione del Golden View

Noi fiorentini spesso non ci rendiamo conto, passeggiando in centro, di quanta bellezza ci circonda. Presi da impegni, ma soprattutto essendoci nati dentro, spesso non ci fermiamo ad ammirare. Per farlo ci può aiutare un pranzo con vista o una cena panoramica. E un luogo speciale è il rinnovato ristorante a due passi da Ponte Vecchio che già nel nome dice molto: GOLDEN VIEW!

Dal 2002 fa parlare di sé. Oltre 500 mq a picco sull’Arno con un intero lato affacciato su Ponte Vecchio, Uffizi e oltre. Durante la pandemia ne ha approfittato rifacendosi il look. L’atmosfera è rimasta fedele, improntata su arte ed eleganza, linee pulite e colori chiari. Il restyling ha avuto come obiettivo quello di integrare l’identità culinaria con gli ambienti. Ora dominano marmo di Carrara e legno di ulivo. Tutto è immerso in un mood composto e monocromatico. Il bianco con nuance fumo diventa il filo conduttore che guida lo sguardo e amplia gli spazi. Tre sale collegate da  ampie vetrate o singole aperture. Il tutto curato dall’architetto Nicola Maggiaoli (MIARCA Architecture) che ha interpretato la nuova visione del giovane titolare Tommaso Grasso, cresciuto tra queste mura, visto che proprio lui, allora ventenne, lanciò questo locale. Oggi, insieme alla moglie Sara Taccetti, ne cura ogni dettaglio e lo considera casa sua.
La proposta è articolata tra cantina, gastronomia, panificio e cucina.

LA GRANDE VETRINA DI VINI all’ingresso è uno scorcio del regno del Wine Manager “Sommelier Narratore”, come ama definirsi, Paolo Miano, siciliano di origine, mattatore di indole. Considerata la seconda più importante in centro si trova in un fondo del ‘400, temperata e predisposta alla conservazione. Firmata dall’architetto Marta Sansoni è nell’omonima via dei Bardi, sotto Costa San Giorgio. Circa 8.000 bottiglie da scoprire. Dai “Super Tuscans” (Sassicaia, Ornellaia, Solaia, Tignanello) ai “Brunelli” (Biondi Santi, Soldera, Poggio di Sotto) fino a etichette da terre apoco esplorate, dalla Nuova Zelanda alla Corsica.

LA GASTRONOMIA è curata da Steven Baldini: eccellenze del Casentino e rarità italiane e internazionali come il capocollo e il lardo di Mangalica, vera prelibatezza. Particolare anche la selezione di formaggi. Il pane è fatto in casa dallo specialista Michael Pellegrini in diverse versioni con farine particolari.

IN CUCINA CHEF PAOLO SECCI raccoglie queste anime e le esplicita in una proposta a 360 gradi tra mare e terra. Vista la stagione, il pesce ci ha fatto più gola, ma anche la carne merita attenzione. Tra gli antipasti tartare di storione bianco, bottarga di caviale e coste di bietole al wasabi e avocado e Tempura di scampi, spuma di patate e tartufo nero sono i nostri consigli. Da provare anche la tartara di reale di Fassona o un grande classico toscano: il cervello fritto. Un angolo speciale è per i crudi di pesce: assaggi di Sicilia con crostacei; Crudo con pesce e crostacei e Gran Plateau Royal.
Tra i primi Risotto Carnaroli invecchiato ai crostacei crudi di Sicilia e asparagi o Ravioli di rana pescatrice, cozze e lupini e bottarga di muggine. Ardua la scelta tra i secondi: Piccione d’Anjou ai fichi con millefoglie di patate e Fegato di vitella tostato al burro di nocciola con scalogni al cartoccio e indivia brasata, che sul fronte terra rubano la scena. Dal mare la scelta dalla vetrina ha sempre il suo fascino. In alternativa Filetto e guancia di baccalà Morro islandese al profumo di aneto con crumble di pinoli e scorza di limone e spinaci.
Una cucina raffinata e moderna che rispetta la tradizione in cui è immersa e la conduce per mano nel futuro.

GOLDEN VIEW
Via dei Bardi 58r – 055 214502 – da mer a dom pranzo e cena - www.goldenview.it

Firenze Spettacolo di Ottobre!

Cover Story
Autunno a tutta…Birra!
Guida Speciale: OKTOBEER in Florence City
nella foto: staff PRINZ beverage &food - Francesco Corsi (Presidente) con Lorenzo Grandis, Andrea Vannoni, Silvia Anziano

Hot Hot Hot
FOLIAGE in Toscana: luoghi da scoprire, soste da gustare
I migliori eventi per un weekend
Interviews: Previsioni Di…Vino
Biennale con Vivienne e Michelangelo
Arriva Vezzoli
Uffizi in campo

Cinema & Festival
Universi di Donne

Teatro & Musica

Il Festival dello Spettatore
Il ritorno del Niccolini
The Dubliners alla Pergola
Rifredi, che fiamma!
Puccini, ci siamo!
Avamposti a Scandicci

Gourmet news
Caesar opening
Una Stella da scoprire
Empireo sotterraneo
Uramaki in pizzeria

+ NUOVI FILM, TUTTO TEATRO, MOSTRE, EVENTI, RISTORANTI, LOCALI

MEGA CARNET COUPON SUPERSCONTO BIGLIETTI OMAGGIO & SUPERIDOTTI
SPETTACOLI, CONCERTI, CINEMA, WELLNESS & RISTORANTI!

Firenze Spettacolo di Marzo!

UN MARZO DIVINO
Il Ritorno degli Eventi
La Settimana delle Anteprime

Chianti, Chianti Classico, Vernaccia di San Gimignano, Vino Nobile di Montpulciano, Chianina e Syrah, Wine & Siena, Terre di Toscana, Sana Slow Wine… tutti in campo appassionatamente!

Speciale Taste & FuoridiTaste
Il Risveglio delle Cucine

tanti inviti molto buoni!

Hot News
Donatello il Maestro
Un Poker al Verdi
Mine alla Pergola
Puccini superstar
La Misericordia di Emma
Aurora a Scandicci
Un Artista a Campi
Alice a Pistoia

+ NUOVI FILM, TUTTO TEATRO, MOSTRE, EVENTI, RISTORANTI, LOCALI…

MEGA CARNET COUPON SUPERSCONTO
BIGLIETTI OMAGGIO & SUPERIDOTTI

SPETTACOLI, CONCERTI, CINEMA, WELLNESS  & RISTORANTI!

Ararat e la Valle del Vino

Una tradizione millenaria: le prime testimonianze sul vino in Armenia risalgono a oltre 6.000 anni fa. Sembra che sia proprio questo il luogo dove nasce la produzione di vino su larga scala, quindi prima che in Francia e in Italia, ai piedi del monte sacro Ararat nella Ararat Valley. Peraltro in Armenia negli ultimi anni c’è stata una rinascita, una volontà di far rivivere i vigneti e nutrire la terra con vigne che proprio qui per la prima volta, sono state coltivate e messe a frutto. Per questo motivo sono stati chiamati dalle varie aziende produttrici importanti winemaker francesi e italiani.

Tra questi il rinomato Michel Rolland che segue l’azienda Karas, in carta al ristorante con diverse referenze. Il Grand Karas realizzato con un blend di Syrah, Montepulciano e Ancellotta, un omaggio a questa terra, alla sua storia e cultura, realizzato selezionando il meglio da ogni vitigno e invecchiato in botti di quercia. Poi la Riserva realizzata con Syrah, Petit Verdot, Montepulciano e Cabernet Franc, un super blend che sprigiona tutta la complessità dell’antico territorio del nordovest dell’Armenia, un sapore persistente e complesso che ricorda a molti il nostro Brunello. Quindi il Blend Armeno con uve autoctone, Areni e Khndoghni, che hanno prosperato nella regione per millenni. Un vino audace, fresco e fruttato, vero omaggio a questa terra natale della viticoltura.

Poi una serie più fresca e giovane, sempre di Karas: un bianco e un rosso, A Tale of 2 Mountains. Il rosso è un mix di Areni, vitigno armeno, e Malbec, molto aromatico e dal corpo bilanciato. Il bianco è realizzato da Kangun, vitigno armeno e Chenin Blanc, anche questo aromatico con buone punte di acidità. Da provare anche i vini semi dolci al melograno.
Tutti vini che vanno a nozze con la cucina di Ararat: piatti a base di formaggi, carne e verdura. Abbinamenti che ci permettono di entrare nella gloriosa e ancestrale cultura enogastronomica armena a piene mani. (Niccolò Tozzi)

Sul nostro E-STORE cena 2x1

ARARAT
Borgo la Croce 32r – 375 5721739 - aperto pranzo e cena, chiuso lun - www.araratrestaurant.it


Ararat, il monte del… sapore - RECENSIONE (novembre 2022)

Un locale giovane che prende il nome dal monte sacro Ararat. A pochi passi da Piazza Beccaria e Piazza Ghiberti piatti tipici della cucina armena e georgiana

L’ambiente è accogliente, dominato dal verde oliva. I tavoli in legno chiaro fanno da contrasto e la cucina a vista trasmette trasparenza e serenità. La sala principale a nostro avviso però si scopre al piano superiore. Un quadrato con una fessura in mezzo dove un lampadario moderno cala fino al piano di sotto e sulle pareti i due alfabeti in oro arredano in modo originale. Il bel soffitto con travi a vista scalda l’atmosfera.

La cucina presenta specialità di terra, spiedini di carne tra manzo, maiale e pollo ciascuno arricchito e insaporito da una speciale marinatura che, ci assicurano, si trova solamente qui. Come primo da provare la specialità georgiana: i kinkali, simili a ravioli o meglio saccottini di pasta ripieni di carne di manzo e maiale speziati. Tra i piatti più scenografici e gustosi l’agiaruli, una specie di pizza concava colma di formaggio con al centro un rosso d’uovo, vera tipicità georgiana.


Tra i secondi prevalenza di piatti armeni coma la Lula, spiedino tipico. Altra specialità dalle origini antichissime è la Tolma: involtini di carne speziata in foglie di vite. A differenza di altre cucine estere quelle armena e georgiana, seppur essendo speziate, non esagerano in quantità e lasciano che gli ingredienti principali non vengano sovrastati.

Curiosa la carta dei vini che offre referenze solamente georgiane e armene. Da sapere però che la zona del Caucaso è una delle più antiche dove sono rinvenuti resti e testimonianze della coltivazione di vigne e della fermentazione in anfora. Oggi molte cantine di questo territorio stanno rilanciando il loro vino aiutati dai colleghi italiani e francesi. Un motivo in più per provare i loro abbinamenti.

Un ristorante dove la cucina caucasica si gusta in un contesto elegante e moderno. Una gita sull’Ararat: il monte del sapore!


Doppio Halloween al Tenax

È tempo di ballare! Il Tenax, la più celebre discoteca fiorentina che da 40 anni porta in città il meglio della musica elettronica, ha riaperto dopo quasi 20 mesi di chiusura forzata. Come nel primo weekend anche per Halloween si raddoppia con due serate dedicate a chi ama la house e la techno Made in Italy.

Sabato 30 ottobre Alex Neri, Ralf - dalle 22.30
Domenica 31 ottobre Francesco Farfa, Mattia Trani
- dalle 22.30

Non è ancora del tutto "festa" però perchè, come molti sapranno, la capienza è ridotta - secondo decreto - a 500 persone. Quindi affrettatevi, biglietti qui.

Al Club, dove sono garantite tutte le norme di sicurezza anti Covid-19, si accede solo con il green pass e solo se si è maggiorenni. Obbligatorio indossare la mascherina, fatta eccezione per la pista da ballo.

Tenax - via Pratese 46

Florence Creativity alla Fortezza da Basso

Arriva la 14esima edizione di Florence Creativity grande mostra-mercato dedicata al fai-da-te dove trovare ispirazione grazie ai tanti stand e alle varietà di materiali ed eventi. 
La manifestazione che da anni raccoglie in tre giorni il mondo delle arti manuali, del bricolage e dell’hobbistica torna alla Fortezza da Basso dopo due anni. Presente una ricercata selezione di espositori leader del settore con proposte che spesso anticipano vere e proprie tendenze.

Il tutto affiancato da un ricco calendario di corsi, workshop e dimostrazioni dove riscoprire la propria fantasia e manualità. Una grande vetrina per trovare, scoprire e acquistare i materiali più ricercati e innovativi: tessuti, filati, cucito creativo, home decor, bijoux, scrapbooking, shabby, patchwork, ricamo e molto altro!


Fortezza da Basso – viale F. Strozzi 1 – ingresso 10 euro – dalle 9.30 alle 19 – www.florencecreativity.it
 - Nel nostro store biglietti a metà prezzo

E' uscito Firenze Spettacolo di Novembre!

HOT HOT HOT
A Caccia di Funghi e Tartufi

15 destinations tra Toscana e Umbria

TEATRO VERDI
Una Poltrona per...

doppia copertina dedicata alla nuova stagione teatrale

GUIDA GOURMET
Strangers in the Food

alla scoperta della nuova cucina straniera

+++
Lo Schermo dell'Arte - Festival dei Popoli - Niccolini nuovo corso - La Rotta di Rifredi

+ NUOVI FILM, TUTTO TEATRO, MOSTRE, EVENTI, RISTORANTI, LOCALI

MEGA CARNET COUPON SUPERSCONTO BIGLIETTI OMAGGIO & SUPERIDOTTI
SPETTACOLI, CONCERTI, CINEMA, WELLNESS & RISTORANTI!

50 anni di Sassicaia: Super cena con le Grandi Annate!

Una serata speciale in cui per la prima volta apriamo le porte del caveau di Eataly insieme ai super appassionati di God Save The Wine che ci chiedono sempre di più eventi speciali ed esclusivi.
Per soli 15 partecipanti una verticale sontuosa con cena inclusa per assaporare il mito Sassicaia con tre annate pari, già iconiche ed emblematiche come la 2016, uno dei vini più premiati della storia italiana, l’agilissima 2014 e l’enigmatica 2018. 
Attenzione: 2014 e 2018 sono degustate dalla Magnum, che rende la serata ancora più imperdibile!

Prezzo Degustazione con cena abbinata : 150 euro
Prenota qui o chiamando allo 055 0153610 ma è obbligatorio il pagamento dell'evento prima della data recandosi presso il punto vendita.


La storia del Sassicaia è fondamentale per capire la storia moderna del vino italiano e la sua rivalutazione agli occhi del mondo. Si va dalla conquista del primo posto della prestigiosa Top 100 di Wine Spectator pochi mesi fa e la serie di 100/100 raccolti dai più prestigiosi critici internazionali.
Ma come nasce il Sassicaia? La coincidenza di fortunati fattori familiari (il nonno piemontese di Mario Incisa della Rocchetta appassionato studioso di Cabernet), enologici (l'incontro con Giacomo Tachis e la famiglia Antinori) e giornalistici (la penna di Gino Veronelli) ne hanno fatto un'icona di stile, grazia e longevità.
Il vino con l’attuale formulazione ed etichetta nasce con l’annata 1968 (in commercio nel 1971) ma in realtà il vino “della Sassicaia” (nome del primo vigneto originario) veniva prodotto da Incisa della Rocchetta sin dal 1948, una base su cui gli Antinori applicano il genio del loro giovane enologo Tachis.

Vini protagonisti della serata e Menù della cena

SASSICAIA 2014
Colore esile meno concentrato ma sempre intrigante, fresco e lucido splendente, naso che pare un affresco cangiate mediterraneo e nordico allo stesso tempo per come unisce note di mora, mirtillo, cassis e carrube, lavanda, rose, pepe nero, cardamomo, vetiver, bergamotto e anice, un tutt’uno elegantissimo che non straborda mai ma si rivela sensualmente ogni volta che ci affacciamo sul bicchiere. Bocca straordinaria dolce e fresca, speziata fruttata e senza cedimenti con un tannino in punta di piedi certo più esile che in annate come la 2013 ma ancora più intrigante e seducente perché sottolinea ogni pennellata di sapore senza farci pensare a rimandare la bevuta a chissà quando. Godiamocelo e tanto che ancora una volta è una meraviglia di armonia e stile. 96/100

SASSICAIA 2016
Una vendemmia perfetta fino a metà ottobre, tutte le sue parcelle fuse all’unisono in un concerto dove nessuno fa il protagonista per lasciare il palcoscenico ad un’opera collettiva votata al piacere assoluto. elicriso, viole, verbena, bergamotto, arancio rosso , bacche di lauro , macis, ribes nero e garrigue, sorso sontuoso delicato ma che non ti lascia un attimo come un abbraccio serrato in cui sciogliersi inframezzato da languide carezze. 100/100

SASSICAIA 2018 – 50 anni sul mercato!
Ribes rosso e nero, floreale particolare di tiglio, sambuco e coriandolo poi mallo di noce, foglie di tè verdi e noci sgusciate, erbe mediterranee che ricordano la maggiorana, l’origano ed il prezzemolo in un quadro complessivo di balsamicità ficcante, frutto rosso e nero di bella intensità, sorso deciso e condotto per mano da un tannino ispiratissimo. Grazie ad un andamento climatico non propriamente facile, fresco ma anche piovoso, il vino emerge con un suo preciso stile che identifica chiaramente il suo DNA: elegante, equilibrato, fresco e di grande componente aromatica. 97/100
e assaggio del vino 'LE DIFESE - TENUTA SAN GUIDO'

MENU IN ABBINAMENTO A CURA DI EATALY
Focaccina della Panetteria di Eataly con pesto di cavolo nero della linea Burde - Savini
Terrina di fegatini, vin santo, pan brioche ai capperi e topinambur
Tagliolino di pasta fresca al tartufo nero
Petto d'anatra, spinacini novelli, cipollotto glassato e crumble di nocciole
Cremoso di ricotta, caffè e rum

Andrea Gori

Creative Factory

Maker, artigiani, designer e illustratori tornano a colorare la piazza e il quartiere di S. Ambrogio con le loro creazioni originali, realizzate in pezzi unici o in tiratura limitata, con tecniche e stili in cui si intrecciano tradizione, estetica contemporanea, ricerca e sperimentazione.


Un evento unico e imperdibile che unisce la promozione e la valorizzazione dell'handmade con il design Made in Italy: il Creative Factory promuove l'artigianato perchè acquistare un oggetto fatto a mano significa portare a casa la storia di chi l'ha creato e acquisire l'esperienza della sua produzione.


Piazza Ciompi – 347 1271339 o 333 8622307 - dalle 09.30 alle 20 – ingresso libero - info.heyart@gmail.com

Le Feste a Villa Tolomei

Il maestoso hotel e resort a 5 stelle apre le porte per le festività due menù speciale per il Pranzo di Natale e il cenone di Capodanno. Due appuntamenti speciali da godere nel ristorante Il Conventino.

SABATO 25 DICEMBRE PRANZO DI NATALE


VENERDÌ 31 DICEMBRE 2021 CENONE DI CAPODANNO



Villa Tolomei Hotel & Resort - via di Santa Maria a Marignolle 10


Un Natale TYPIQO!

TYPIQO, la start up fiorentina di consegna a domicilio di cibo, vino e prodotti gastronomici di qualità e a km0, creata dallo chef Antonio Badalamenti, lancia sul proprio sito la categoria Prodotti Natalizi dove trovare panettoni, cotechino & lenticchie, misto per bollito, tortellini e altri necessari ingredienti per un Natale e un Capodanno firmato TYPIQO. Ogni prodotto è selezionato con cura e viene da aziende toscane che curano in ogni dettaglio il processo di produzione.

Prodotti di alta qualità che arrivano direttamente a casa o dovunque tu sia e soprattutto quando più ti fa comodo.
22 fasce orarie di consegna alla settimana da lunedì a sabato
, consegna gratuita con ordini oltre i 50 euro di spesa e se si ordina entro le 20 si riceve la spesa già per il giorno seguente. Last but not least per chi si iscrive alla newsletter 20% di sconto sul primo ordine


Inoltre TYPIQO ha pensato anche a variegate box regalo da donare a persone care, amici e/o colleghi per un corporate gift gustosissimo.

Sono 4 tipologie di box che vanno incontro a qualsiasi esigenza, 4 diverse dimensioni, 4 diversi prezzi.

La box small da 15 euro QUI
La box maxi classic da 40 euro QUI
La box maxi premium da 75 euro QUI

La box maxi limited da 120 euro QUI 



Per un Natale TYPIQO, regala ... TYPIQO!

www.typiqo.it

Eccellenze di Toscana

Banchi d’assaggio dei produttori e oltre 900 vini dei più blasonati a livello toscano, cinque esclusive Masterclass di vini italiani ed internazionali. Queste le principale attrazioni della XX edizione. Da non perdere l’esclusiva verticale di cinque annate di Viña Tondonia Tinto Reserva e la Masterclass sul TrentoDoc, proposto nelle due tipologie più amate, Pas Dosé e Riserva. Ma anche “Il valore del tempo”, un percorso a ritroso negli anni che attraversa l'Italia enologica da nord a sud. Tutte condotte dai Migliori Sommelier d’Italia 2018 e 2019, Simone Loguercio e Valentino Tesi. Tra gli appuntamenti “speciali”, la degustazione dell’antico vino del mare Nesos, l’esperimento di vinificazione in anfore di terracotta di Antonio Arrighi all’Isola d’Elba. Insieme alle ormai storiche Wine School e Oil School, anche tre new entries tra le scuole di degustazione, ovvero Spirit School, Balsamic School e Coffee School.

Nello spazio esterno alla Leopolda un percorso degustativo di Street Food. Chiude l’evento la premiazione dei vincitori del Wine Contest e del Premio Eccellenza di Toscana dedicato a quei produttori ed aziende del territorio che si siano distinte per innovazione, tradizione, comunicazione ed etica aziendale. Quest’anno consegna speciale del Premio Osvaldo Baroncelli, in ricordo dello storico presidente recentemente scomparso.

Info online sulla piattaforma “AIS Education”, raggiungibile dai siti e dai social ufficiali di AIS Toscana e Eccellenza di Toscana.

Il Birraio dell’Anno

La manifestazione, organizzata da Fermento Birra, premia ogni anno il miglior produttore di birra in Italia. Sono 20 i candidati all’ambito riconoscimento e 5 in gara per il birraio emergente. Qualche novità: gli orari di apertura prevedono due sessioni di assaggio a numero chiuso della durata di 5 ore e l’allestimento di una grande area con sedute per godersi la birra in tutta sicurezza, inoltre con il nuovo “beer pass” si assaggiano tutte le birre senza doverle pagare al momento della somministrazione.

L’evento presenta anche momenti culturali, degustazioni gratuite e incontri ed è arricchito da una selezione di stret food.

Sabato 15 premiazione del Birrario Emergente alle 21.30, domenica 16 premiazione Birraio dell’Anno alle 15.30. Alla salute!

Tuscany Hall – via Fabrizio De André – Beer Pass 39 euro + 5 euro ingresso – sab dalle 18 alle 23, dom dalle 12 alle 18 – birraiodellanno.it

Ecco Firenze Spettacolo di Dicembre!

Numero Speciale
Un Dicembre Argento Vivo! - Cover Story con Bianca Guscelli Brandimarte
Tutti Pazzi per i Mercatini
Il Carnet del BUON regalo
C’era una volta a… Bollywood!
Un Galileo a Villa Bardini
Dove il FOOD e’ più BELLO
Speciale Enoteche

The Fabulous WINE Christmas Party
Maggio, il nuovo Auditorium
Capodanno a Teatro

nella foto Bianca Guscelli Brandimarte (ph Maurizio Rufino)

+ NUOVI FILM, TUTTO TEATRO, MOSTRE, EVENTI, RISTORANTI, LOCALI…

MEGA CARNET COUPON SUPERSCONTO
BIGLIETTI OMAGGIO & SUPERIDOTTI
SPETTACOLI, CONCERTI,
CINEMA, WELLNESS
& RISTORANTI!

Vino & more da Enoteca Alessi

Da Alessi, pregiata enoteca del centro storico fiorentino, si entra in una terra sconfinata dove vino, spiriti, distillati e affini sono di casa dal 1952.

Oltre alla sconfinata proposta di eccellenze enogastronomiche e distillati da acquistare e portare a casa, da scoprire nella sala adiacente, dal 2007, il wine bar dove ci aspettano assaggi di grandi annate toscane, italiane, di bianchi o distillati in abbinamento a piatti, taglieri, insalate e crostoni. Per clienti più esigenti si scende anche in cantina per accontentare ogni palato.
Alessi è sinonimo di eccellenza non solo per vini e alcolici: qui infatti si trovano anche prime scelte in materia gastronomica come biscotti, pasta, caffè e the di alta qualità, aceto balsamico, olio evo e cioccolato e altre chicche imperdibili. Last but not least, il panettone Alessi. 
Infiniti dunque i motivi per una visita: dalle degustazioni all’acquisto e perché no, ai regali enogastronomici che si fanno sempre apprezzare e ricordare.

ENOTECA ALESSI
Via delle Oche 27r – 055 214966 – aperto tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.30 – www.enotecaalessi.it

Street Levels Gallery, la casa dell'Arte Urbana

Venerdì 17 dicembre negli spazi completamente rinnovati di via Palazzuolo, inaugura Unity Wanted Vol.2, che nel giorno esatto dell’anniversario ripropone, in una mostra collettiva, molti dei giovani artisti che nel 2016 diedero il via all’avventura della galleria, molti dei quali oggi vere e proprie star internazionali.

A partire da Ache77, Camilla Falsini, illustratrice intervenuta nelle principali città italiane con grandi opere di arte pubblica, Clet, le cui immagini dall’estetica minimalista abitano gli spazi metropolitani e la segnaletica verticale delle principali città europee, e ancora lo street artist toscano Exit Enter, i cui “omini” traducono in pochi, semplici tratti le declinazioni dei sentimenti umani, affrontando tematiche sociali contemporanee come il consumismo, l’immigrazione, la guerra. Poi ancora Fabio Petani, che si ispira al mondo naturale per creare le sue opere fitomorfe, Hogre, firma tra le più note a livello internazionale, oltre a James Vega, Mehstre, Monograff e tanti altri.

In parallelo, lunedì 20 dicembre, la galleria inaugura anche il proprio spazio virtuale, grazie alla nuova piattaforma web www.streetlevelsgallery.com. Proprio come nello spazio fisico, ogni artista ha una sezione espositiva a lui dedicata, con opere, biografia una sezione e-commerce dedicata alla compravendita delle opere d’arte.

Street Levels Gallery - Via Palazzuolo 74 AR - Tel 333 6745750 - mar-dom ore 15–19 - fino al 16 gennaio

La Ménagère. Tutto il resto e’ noia…

Lockdown di lavoro e reinvenzione per il bellissimo locale in via de’ Ginori che durante i lunghi mesi della chiusura ha pensato bene di rinnovarsi ancora, da una parte ridisegnando in parte i suoi spazi più noti e dall’altra rinnovando radicalmente gli ambienti sotterranei e al piano superiore.

Il passo avanti voluto dalla famiglia Manfredi, proprietaria, con Angelo Cavaliere, l’amministratore e general manager che l’ha coadiuvato fin dagli albori, è stato affidato all’architetto Claudio Nardi, noto per una versatilità colta che spazia dalla moda, al design all’architettura. Convivialità contemporanea e cosmopolita, atmosfere immersive e stranianti, come prima e più di prima in un luogo che regala come pochi un’accoglienza calda, coinvolgente, emozionante.


Tanta ricchezza e unicità nel design trovano poi in questa nuova stagione de La Ménagère una riuscita sintonia con la cucina di Nicholas Duonnolo, chef di talento impegnato a proporre un menù a filiera cortissima (lievitati fatti in casa, come la pasta; erbe aromatiche in coltivazione idroponica, direttamente in cucina..), ispirato da culture orientali o sudamericane –ceviches e i poke ad esempio – ma in contatto con la nostra tradizione. Ecco i “ravioli con farina di grano saraceno, melanzane, robiola, capuliato e fiori e cime di rapa” o il “petto di faraona con funghi, scalogni glassati e salsa di patate e caffè”. Lo spaghetto in salsa aglio, olio, peperoncino, prezzemolo e bottarga. O il cacciucco in salsa orientale; il trancio di ombrina marinato e fritto, pesto di pinoli, riduzione di amaro, packchoi e ravanelli marinati. Piatti che ci hanno entusiasmato, nuovi, convincenti: alla fine rimane la voglia di provarli tutti, quindi di tornarci quanto prima non solo per il piacere dell’ambiente ma per la soddisfazione della gola ! Carta dei vini con focus su Toscana e Borgogna e ampia selezione di sparkling wines italiani e Champagnes.

IL COCKTAIL BAR all’ingresso del locale è stato rivoluzionato sia nella struttura che con l’arrivo di una figura di riferimento della mixology, Luca Cinalli che ama in particolare la nostra liquoristica: Carribbean Colony (gin e cedro, lime e pompelmo), Cereise Spritz (Sakura Mancino con prosecco, liquore alla ciliegia, pompelmo rosa), Misture all’arachide (con burro di arachidi, pompelmo rosa, miele d’acacia, lillet, uva, Talisker, J Walker Black Label, amaro angostura, jelly). Ad accompagnare selezione di tapas: sandwiches (esempio meringa e miele con roast beef, tartufo nero e cipolla caramellata o pane soffiato con spuma di pecorino e maggiorana), ma anche baccalà o polpo allo spiedo.

LO SHOPPING – Spicca più di sempre l’amatissimo Flower Shop, curato da Carlotta Coppini. Poi la Libreria Diffusa, il temporary space della Pastiglie Leone, AquaFlor e la sue fragranze, i vetri vintage di All’Origine, i tessili per la tavola di Borgo delle Tovaglie, la cereria d’autore di EDG-Enzo De Gasperi.

LA MENAGERE 1896
Via de’Ginori 8/R – 055 0750600 - www.lamenagere.it - info@lamenagere.it
Prezzi ristorante: antipasti 12/16; primi 18; secondi 24/30; dessert 10.

Fuga d'Amore in Toscana

Il Colore dei Viaggi, l’agenzia di viaggi di Giulia Boretti, organizza questo mese gite e fughe d’amore in tutta la Toscana, con un pacchetto speciale dedicato agli innamorati.
Come diceva Coelho: “Quando incontriamo qualcuno e ci innamoriamo, abbiamo l’impressione che tutto l’universo sia d’accordo.

Quindi un giorno da dedicare all’amore è troppo poco, questa promozione infatti è attiva per tutto febbraio!

ACQUISTA QUI A SOLI 130 EURO A COPPIA LA TUA FUGA D'AMORE IN TOSCANA

IL COLORE DEI VIAGGI di Giulia Boretti – via Sant’Ambrogio 9, Campi Bisenzio – 348 5168139 – www.ilcoloredeiviaggi.it – info@ilcoloredeiviaggi.it – giulia.lavast@gmail.com


Casa Ciabattini: Novità è… Tradizione

Da metà dicembre in via Il Prato ha aperto Casa Ciabattini. Di fronte all’incrocio con via Magenta, un’ampia vetrata ci regala già la mattina presto la visione di giovani chef che stendono la pasta su un piano di marmo. Di fronte un promettente dehors pronto per la bella stagione. L’ambiente è ben illuminato in virtù delle vetrine e, di sera, grazie a grandi circolari ed eleganti lampadari di tessuto chiaro. I colori pastello si alternano in diverse tonalità tra il verde acqua e il verde smeraldo, mentre il pavimento a scacchiera in marmo fà da contrasto. I divanetti a parete sono una felice soluzione sia per chi si siede, sia per il design complessivo. Tre sale: quella centrale con la cucina a vista e due laterali con affaccio sulla strada per un totale di 50 coperti. I protagonisti sono i due chef Leonardo Sozzi e Giulio Nencini con Alberto Ciabattini che battezza il ristorante.


Due mantra in cucina: l’economia circolare, ovvero la trasformazione dello scarto in risorsa, e la trasparenza, per questo la cucina a vista e la stesura della pasta “in strada”.
In menù la tradizione italiana servita in modo elegante, una tendenza evidente e necessaria oggi per chi apre un ristorante. Impossibile, e pure sbagliato, replicare la trattoria storica, eccone quindi una nuova versione. In carta i cambiamenti sono all’ordine del giorno secondo reperibilità e stagionalità, ma come è giusto, ci sono dei cavalli di battaglia. E noi quelli abbiamo provato. Come antipasto la terrina di fegatini di pollo con nocciole, vin santo e pan brioche. Molto delicata e golosa allo stesso tempo. Come primo i ravioli di bollito su crema di burrata e salsa verde e le fettuccine al ragù di casa. Come secondo invece abbiamo apprezzato la faraona ripiena di frittatina alle erbette e tartufo con broccoletti. In tutti i piatti abbiamo trovato piacere e gusto. Forse il vero plus è il dolce Panna Cotta, cotta a bagnomaria con frutti di bosco. Una panna cotta senza colla di pesce preparata con gli albumi. Da provare! In generale porzioni generose a prezzi contenuti.

Last but not least il pane fatto in casa e una carta dei vini inusuale che da spazio a piccoli produttori di qualità. Il servizio è ben curato e coordinato dal direttore di sala e bar Emanuele Giorgi.

(Niccolò Tozzi)

CASA CIABATTINI
Via il Prato 68r – 055 0250035 – sempre aperto pranzo e cena (chiuso dom) – casaciabattini.it – antipasti 9-12 euro, primi 10-12 euro, secondi 14-15 euro, dolci 5 euro



Vini Migranti al Conventino

Due giorni in cui i vignaioli di diverse, e per certi versi inaspettate, zone del nostro pianeta sono protagonisti al Conventino. In degustazione dal Libano il vino di Eddie che, rifugiato dalla Siria si è trasferito in Beeka Valley, dove sta coltivando un Cabernet in un terreno espropriato agli Hezbollah. Ernesto con i suoi vini da Mendoza (Argentina), prodotti presso la sua Bodega Mara de Uco. Si beve Champagne con Alain Legret.

Molti produttori toscani: dai bastian contrari a riferimenti assoluti dell’enologia regionale. In aggiunta altri produttori dal Trentino con i vitigni resistenti, dal Piemonte con Barolo, dalle Marche e dalla Sicilia, per arrivare a presentare il VAC - Vignaioli Artigiani di Cosenza. Ci aspettano oltre ai banchi di assaggio, degustazioni guidate, Master Class e approfondimenti.


Il Conventino – via Giano della Bella 20  – 338 2641891 - dom dalle 10 alle 19, lun dalle 10 alle 18 – ingresso 15 euro – info@vinimigranti.it

Sapori di Francia in Santa Croce

I sapori di Francia sono protagonisti in Piazza Santa Croce nel colorato e profumatissimo mercatino regionale francese che riempie la piazza con banchi colmi di leccornie.
Da venerdì 22 a lunedì 25 aprile tante le prelibatezze enogastronomiche, tutte rigorosamente di qualità e tradizione francese.
Oltre ottanta i tipi di formaggi
, dal Mont d’Or, con la tipica confezione di legno, al Rocamadour del Midi Pyrénéés, dal Camembert della Normandia, al Brie della Ile de France, i quali si abbinano ad un’ampia gamma di vini provenienti dalle più importanti regioni vinicole d’Oltralpe: dallo Champagne al Bordeaux fino al Sidro.


Per i più golosi ecco le "degustazioni dolci" con i biscotti bretoni, con oltre venti varietà di ripieno, un gran numero di cioccolatini dai gusti raffinati, fino ad arrivare ai dolci preferiti da Re ed Imperatori: i macarons.
Una grande tavolozza di colori è rappresentata dallo stand delle spezie e, a completamento dell’offerta enogastronomica, non mancano baguettes e croissants appena sfornati nello spazio della Boulangerie. In questo piccolo angolo di Francia protagonista anche l'artigianato, con un'ampia gamma di prodotti provenienti da diverse regioni: lavanda, saponi, profumi, tovaglie provenzali e tanto altro ancora. 

Piazza Santa Croce - ingresso libero - dalle 9 alle 21

In Villa con gli Artigiani

La mostra, arricchita da eventi collaterali, è l’occasione per vivere rigeneranti momenti immersi nella quiete e nel verde del rilassante parco della villa. Ci aspettano eccellenze dell'artigianato made in Italy e street-trucks selezionati per un frizzante weekend di shopping che introduce alla Pasqua. Un viaggio attraverso collezioni di alto profilo di gioielli, abbigliamento e accessori dalla cifra caratteristica, articoli di profumeria e cosmesi, raffinate decorazioni per la casa, complementi d'arredo e prodotti enogastronomici di alta qualità. 

Tra gli eventi collaterali un’area dedicata ad “Armocromia e consigli di bellezza” un percorso guidato dalla consulente d’immagine Benedetta Baccani per scoprire la vostra palette e brillare in ogni occasione. Per la sezione arte e cultura, l’artista Anitya presenta “Florentia -Memoria e Prospettiva”. Inoltre possibilità di visite guidate alle parti storiche della villa. Presente come ospite l'Associazione Voa Voa! Onlus Amici di Sofia. 

La formula Ingresso Libero e le ampie zone relax permettono ai visitatori di godere in tranquillità e in sicurezza la manifestazione. Per tutta la durata dell'evento nell'area food gli street trucks deliziano il palato dalla colazione al pranzo fino all'aperitivo serale. L'evento si svolge in totale sicurezza, nel rispetto di tutte le norme sanitarie anti-contagio. 

Villa Le Piazzole, via Gherardo Silvani 149/A – dalle 10:30 alle 20 - INGRESSO LIBERO - Fb Strana.mente events - Ig strana.mente_events - strana.mente@live.it  

Una Grotta Marina

Nel cuore di San Frediano, in via del Leone, a metà strada tra Piazza del Carmine e Piazza Tasso ha aperto a fine febbraio, un bistro’ di mare tutto da scoprire. Alessio Puleo, siciliano e fiorentino di adozione, già titolare dell’Enoteca del Mercato Centrale dei Gigli, da anni nel settore, ha trovato in questo piccolo (20 coperti), ma confortevole ambiente quello che cercava. Un’isola felice per gustare esclusivamente piatti di pesce, in una città vocata ai sapori di terra. 

Le origini di Alessio lo aiutano a conoscere la materia prima meglio di altri, e a comporre una cucina svincolata dalla tradizione, che viene citata ma ampiamente contaminata. L’ambiente è raccolto, la parete bianca con i mattoni a vista suggeriscono l’effetto grotta con una parete scura dove è raffigurato un banco di pesci in movimento. Musica lounge e atmosfera da bistró di mare. Consigliato per serate tra amiche/ci o anche di coppia.

COSA E COME SI MANGIA - Il menù è essenziale: tra gli antipasti noi abbiamo provato il Millefoglie ai cereali scomposto: Cracker fatto in casa con cereali e farina integrale e due consistenze di salmone, marinato e in mousse come guarnizione polvere di olive e mela verde. Un piatto delicato che mixa due anime distanti. Il salmone tipico del Nord Europa incontra un cracker nostrano realizzato in casa. 

Tra gli altri ispirano il Tacos con due farciture, chili di polpo e gamberi argentini, altrimenti le Capesante scottate con salsa anacardi e dressing al miso. Come primo per noi i Cappellacci al nero di seppia ripieni di gamberi rosa con la sua bisque. Un bel piatto anche da vedere, ma soprattutto da mangiare. Si trova il vero sapore di mare con un bel ripieno e una pasta fatta come si deve. Ci ispirano anche le tagliatelle alle triglie di scoglio. 


Tra i secondi consigliamo i Lingotti di Salmone panati con alga nori, pomodorini confit e maionese alla menta o l’Ombrina al forno rivestita di mandorle tostate, scampo su crema di peperoni gialli. 

Come si evince e come anticipato è una cucina molto creativa che prende spunto da diverse culture e le combina con audacia e capacità. Stesse caratteristiche anche nei dolci, da provare il Pain d’Epice e la Mousse al Pistacchio.

Nella carta dei vini prevalenza di bianchi e bollicine. Denominazioni rare come il Derthona doc dei Colli Tortoresi (Repetto, Massa) e altre referenze dal Trentino Alto Adige, Piemonte, Liguria, Toscana e Marche. Non mancano Champagne, anche al calice, Franciacorta, Ancestrale e Pet-Nat.

QUANTO SI SPENDE -  Prezzi medi, per un ristorante di pesce equilibrati. Antipasti 12-18, primi 15, secondo da 16 a 20, Dolci 7. Vini anche al calice.

GROTTA MARINA
Via del Leone 24r - 055 233 5381 – mar-ven solo cena, sab pranzo e cena, dom solo pranzo (chiuso lun)

Nuova Vita in Foresteria

Foresteria Villa Cerna, immersa nelle colline del Chianti Classico, all’interno delle vigne della famiglia Cecchi, inaugura la nuova stagione con un carattere distintivo, spiccando nel panorama turistico locale e nazionale: nuova offerta, nuova immagine, nuove suggestioni, nuova gestione e nuovo chef!

“Intrecci di vite” è il concept che racconta il nuovo corso: evasione, benessere, relax e avventura, oltre la tradizione per intrecciare sapori, storie, profumi, vite del territorio e delle persone. Con un chiaro richiamo al vino, in un intreccio emozionale garantito con il Chianti Classico.
Vincent Paul Piccinno, responsabile della villa, ci spiega: “Siamo felici di ripartire e inaugurare la nuova stagione con una proposta molto forte, non solo per l’offerta enogastronomica rinnovata, ma anche per l’esperienza stessa di viaggio a tutto tondo nelle colline del Chianti Classico. Vogliamo che i veri protagonisti siano le persone, quelle del luogo e quelle che ospiteremo”. “Abbracciamo la nuova tendenza del Neverending Food Tourism: non solo una località del turismo enogastronomico, ma luogo da vivere prima, durante e dopo la visita attraverso una triplice esperienza sensoriale: Ristorante in vigna, Enoteca e bottega, Wine experience”.


Il ristorante, immerso nella vigna, propone cucina tradizionale toscana con vini di qualità, in un contesto scenografico, con una bellissima terrazza panoramica. In enoteca e bottega vini e i prodotti del territorio, mentre molte attività rendono l’esperienza un piacevole ricordo: la ricerca dei tartufi nei boschi, una pedalata su emozionanti percorsi off-road e on-road per principianti e sportivi, un tour in stile italiano su Fiat 500 per gustare il panorama …

Insomma luogo ospitale a tutto tondo. Si può anche soggiornare in una delle incantevoli suite a Borgo Livernano, oasi di pace e silenzio di origini antichissime a circa 18 km dalla villa, una cornice ideale anche per celebrare una romantica cerimonia nuziale.
Rebranding dell’agenzia Instant Love. E sui canali social è possibile condividere il viaggio personale di ciascunoi!

Foresteria Villa Cerna – Località Casina dei Ponti 57, Castellina in Chianti - info e prenot. 0577 554620 o info@foresteriavillacerna.it – foresteriavillacerna.it

I piaceri dell’Enoteca... Strozzi

Promossa da Giancarlo Lombardi, titolare di numerose attività di ristorazione in città, al Mercato Centrale in particolare, qui ha voluto creare una vera chicca di locale, dove il calore del legno avvolge morbidamente la grande sala e lancia lo sguardo verso il soppalco arredato per ulteriori occasioni conviviali.

L’Enoteca Strozzi vanta un collezione di 700 etichette, corredata da un’ampia selezione di grappe, whisky, rum brandy, gin, tequila, vodka, olio extravergine di oliva, aceto balsamico. Vini toscani, piemontesi e veneti soprattutto, oltre ad una nutrita scelta di Champagne. Ai tavoli si può sorseggiare a scelta scegliendo dalla ricca carta etichette da Valdobbiadene, Franciacorta, Bolgheri, San Gimignano, Chianti Classico ovviamente, Montalcino, Barolo e Barbaresco, Valpolicella, Amarone.



Il menù, offre taglieri, carpacci e insalate, e un goloso piatto di crostini gourmet. Tutti con prodotti di ottima qualità: mortadella al tartufo, prosciutto del Casentino e sbriciolona di Scarpaccia, pecorini al miele di tartufo, parmigiano reggiano 30 mesi.

L’ambiente si presta benissimo per eventi privati, feste di compleanno in particolare. Fateci un salto e scopritelo, sorseggiando un calice e gustando un tris dei gettonatissimi crostini!

Piazza degli Strozzi 12/13r  - 338 351 9317 - aperto tutti i giorni ore 11-20, ven e sab 11-22 - tavoli all’aperto - IG – FB Enoteca Strozzi

site map